Archivio

Posts Tagged ‘giustizia’

Prima sentenza sulla semplificazione paesaggistica.


serra fotovoltaica

Prima pronuncia giurisprudenziale sull’applicazione del D.P.R. n. 31/2017, concernente gli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata. Leggi tutto…

Annunci

Richiami vivi. L’ombra della luce.


esemplare di Merlo (Turdus merula) utilizzato come richiamo vivo

I tempi cambiano e le gabbiette per gli uccelli da richiamo non sono più intoccabili. Leggi tutto…

Il piano paesaggistico non è soggetto a procedura di valutazione ambientale strategica.


Umbria, Appennino, boschi

Prosegue la linea giurisprudenziale siciliana in tema di pianificazione paesaggistica sottratta all’obbligo di procedura di valutazione ambientale strategica (V.A.S.). Leggi tutto…

Alpi Apuane: spadroneggia la devastazione ambientale e l’illegalità, parola di Procuratore della Repubblica.


Alpi Apuane, cave del Sagro (fra cui Castelbaito Fratteta)

In questi giorni è stato reso pubblico il resoconto della missione in Toscana della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali a esse correlati svoltasi nel febbraio 2017. Leggi tutto…

La Regione può annullare i permessi di costruire.


Trieste, Castello di Miramare

Interessante pronuncia del Consiglio di Stato in materia di annullamento del permesso di costruire da parte della Regione. Leggi tutto…

Il T.A.R. Sardegna salva Lepri e Pernici sarde!


Pernice sarda (Alectoris barbara, foto Raniero Massoli Novelli)

Il T.A.R. Sardegna ha accolto con l’ordinanza cautelare n. 308/2017 del 15 settembre 2017 il ricorso presentato dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, grazie al prezioso operato dell’avv. Carlo Augusto Melis Costa del Foro di Cagliari, contro il decreto Assessore difesa ambiente R.A.S. n. 25/15746 del 21 luglio 2017 relativo al calendario venatorio regionale sardo 2017-2018, nella parte in cui prevede la caccia alla Lepre sarda (Lepus capensis mediterraneus) e alla Pernice sarda (Alectoris barbara). Leggi tutto…

Quando si acquisisce al patrimonio comunale un immobile abusivo.


Domus de Maria, Piscinnì, demolizione degli abusi edilizi (1999)

 

Pronuncia molto netta da parte del Consiglio di Stato in tema di acquisizione dell’immobile abusivo al patrimonio comunale in caso di mancata ottemperanza all’ordine di demolizione e riduzione in pristino.

La sentenza Cons. Stato, Sez. VI, 28 luglio 2017, n. 3795 ha riconosciuto che l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle opere abusivamente realizzate in conseguenza della mancata realizzazione dell’intimata demolizione e ripristino ambientale possa esser evitata soltanto quando il proprietario dell’immobile risulti incontestabilmente estraneo all’abuso realizzato ovvero quando si sia adoperato per impedirlo quando ne sia venuto a conoscenza. Leggi tutto…