Archivio

Posts Tagged ‘speculazione immobiliare’

Calamità innaturali e perseveranza.


E’ giunta l’ennesima calamità innaturale in Sardegna, lo scorso sabato 28 novembre 2020.

Leggi tutto…

Veneto, territorio “accoppato” di cemento e poi affogato.


Veneto, paesaggio

Marca Trevigiana, terra di storia, terra di calamità innaturali.

Leggi tutto…

Come nasce una (piccola) speculazione immobiliare.


Cagliari, Via Messina angolo Via Lucca, casa in vendita

Cagliari, zona centrale.

Leggi tutto…

Come far sparire un ponte romano.


Roma, Fiume Tevere

C’è chi afferma che l’Italia vanta il più importante patrimonio storico-culturale esistente nell’Orbe Terracqueo.

Leggi tutto…

Oltre 30 mila cittadini per le coste della Sardegna!


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

Sono giorni molto importanti per il futuro delle coste della Sardegna, veri e propri gioielli del Mediterraneo.

Leggi tutto…

Migliaia e migliaia di cittadini per le coste della Sardegna: no al cemento!


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

L’1 luglio 2020 è previsto presso il Consiglio regionale della Sardegna l’inizio dell’esame della proposta di legge regionale n. 153 del 28 maggio 2020, con cui i proponenti intendono giungere a una pretesa interpretazione autentica che svuoti di contenuti la disciplina di tutela delle coste contenuta nel piano paesaggistico regionale (P.P.R.).

Leggi tutto…

Ecco quanto potuto accertare sui progetti immobiliari sulla costa di Piscinas (Arbus) e di Monte Turnu (Castiadas).


Arbus, Dune di Piscinas

In sequito all’istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti inoltrata (6 aprile 2020) alle amministrazioni pubbliche competenti relativa ai progetti immobiliari Le Dune Services s.r.l.a Piscinas (Arbus) e Domus Sardinia s.r.l. a Monte Turnu (Castiadas), l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha potuto ottenere diverse informazioni in proposito.

Leggi tutto…

Speculazione edilizia a Capo Coda Cavallo.


S. Teodoro, Capo Coda Cavallo, sequestro preventivo di un cantiere edilizio (giugno 2020)

Mentre continuano imperterriti i tentativi normativi di riportare cemento e ruspe sui litorali isolani, i Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cagliari procedono nei confronti di quell’abusivismo edilizio che non è certo assente lungo le coste sarde.

Leggi tutto…

Le coste della Sardegna non si toccano, già più di 26 mila persone lo gridano!


mattone nella sabbia

Giù le zampe ruspate dalle coste della Sardegna!

Leggi tutto…

Interpretazione autentica…dei propri inconfessabili desideri mattonari.


Teulada, complesso “Rocce Rosse” (residence + “seconde case”)

I capogruppo consiliari della maggioranza di centro-destra al governo della Regione autonoma della Sardegna hanno recentemente presentato la proposta di legge regionale n. 153 del 28 maggio 2020, con la quale – nel pieno perdurante dell’emergenza sanitaria ed economico-sociale determinata dal coronavirus COVID 19 – vorrebbero “interpretare autenticamente” il piano paesaggistico regionale (P.P.R.)…e addomesticarlo ai propri voleri mattonari.

Leggi tutto…

Niente scempi ambientali a Piscinas e Monte Turnu!


Arbus, Dune di Piscinas

Sergio Caroli, figlio dello storico direttore delle miniere di Ingurtosu, ufficiale paracadutista, acquistò negli anni ’90 del secolo scorso il vecchio deposito minerario poi divenuto colonia marina per i figli del personale della miniera sull’immensa spiaggia di Piscinas (Arbus, SU), dove veniva caricato il minerale alla volta di Carloforte, lo restaurò con estrema cura e gli diede nuova vita rendendolo un albergo da poche camere e grande fascino.

Leggi tutto…

Metri cubi di oscenità sulle coste sarde.


Carloforte, La Caletta, eco-mostro in costruzione

Nell’attuale perdurante emergenza sanitaria e ambientale determinata dal coronavirus COVID 19, si è distinta la decisione del Presidente del Consiglio regionale della Sardegna Michele Pais (Lega) di voler mettere in discussione le proposte di legge sul c.d. nuovo piano casa, una vera e propria colata di cemento sulle coste e nelle campagne dell’Isola.

Leggi tutto…

A Torregrande (Oristano) devono crescere Pini, non mattoni!


Oristano, pineta litoranea di Torregrande

Ancora insistono.

Leggi tutto…

Migliaia di cittadini in difesa delle coste della Sardegna!


Arbus, dune di Piscinas-Scivu

In un pochi giorni siamo già in più di 5.500 ad aver sottoscritto la petizione popolare per la salvaguardia delle coste sarde per il mantenimento dei vincoli di inedificabilità nella fascia dei 300 metri dalla battigia marina, stabiliti dalle normative vigenti e dalla disciplina del piano paesaggistico regionale (P.P.R.).

Leggi tutto…

Rimbocchiamoci le maniche per difendere le coste della Sardegna, petizione popolare!


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

Come un fenomeno carsico riaffiorano i mai sopiti tentativi di ripresa della speculazione immobiliare lungo le coste della Sardegna.

Leggi tutto…

Riprovano a cementificare le coste della Sardegna, avranno la risposta adeguata.


mattone nella sabbia

Siamo alla vigilia di Natale e, sorprendente quanto un classico presepio, la Giunta Solinas scodella la sua proposta di legge regionale per riprendere a cementificare le coste della Sardegna.

Leggi tutto…

La magistratura schiera le ruspe contro gli abusi edilizi (finalmente).


Maracalagonis, Baccu Mandara, cartello sequestro preventivo

Buona notizie per la legalità e per l’ambiente.

Leggi tutto…

Neuroni cementificati per le coste sarde.


le quattro betoniere, il nuovo stemma della Sardegna?

anche su Il Manifesto Sardo (“Neuroni cementificati per le coste sarde“), n. 292, 16 ottobre 2019

Leggi tutto…

L’ex sindaco Tendas insiste con la sua curiosa “narrazione ecosostenibile”.


Oristano, pineta litoranea di Torregrande

L’ex sindaco di Oristano Guido Tendas deve evidentemente avere molto tempo libero e una disinvolta visione di leggi e fatti, per cui ancora una volta, con una perseveranza degna di miglior causa, insiste a voler coinvolgere il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus nella sua “insalata” di imprecisioni e di amnesie.

Leggi tutto…

Scempi ambientali e bandiere blu sul Corriere della Sera.


Teulada, Tuerredda, “bandiera blu” (agosto 2018)

Le bandiere blù assegnate ogni anno dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale (F.E.E.) spesso sono vere e proprie foglie di fico per tentare di nascondere veri e propri scempi ambientali.

Leggi tutto…