Archivio

Archive for the ‘zone umide’ Category

Il T.A.R. Sardegna sospende la caccia al Moriglione.


Moriglione (Aythya ferina)

Il T.A.R. Sardegna, con decreto presidenziale Sez. I, 21 settembre 2020, n. 347, ha sospeso il calendario venatorio regionale sardo 2020-2021 (decreto assessoriale n. 7602/11 del 24 agosto 2020) nella parte in cui prevede la caccia al Moriglione (Aythya ferina) su ricorso presentato dalle associazioni ambientaliste Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (GrIG), Lega per l’Abolizione della Caccia (L.A.C.) e WWF Italia onlus.

Leggi tutto…

Moria di pesci alla foce del Rio Surrau.


Palau, foce del Rio Surrau, moria di pesci (sett. 2020)

Centinaia di pesci morti lungo la spiaggia della Sciumara, alle foci del Rio Surrau, in Gallura.

Leggi tutto…

Decreto-legge “Semplificazioni”, ennesimi gravi danni ambientali.


Tuscia, boschi e vallate

Come avevamo già evidenziato, il decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale, oltre a tante quisquilie quali, per esempio, la folle abrogazione a tempo della responsabilità per colpa grave in caso di danno erariale, prevede varie disposizioni piuttosto deleterie per la corretta gestione del territorio e dell’ambiente del Bel Paese.

Leggi tutto…

Ecco perché sono state impugnate le leggi regionali sarde scempia-coste e sulla proroga del piano casa.


Alghero, Pischina Salida, Hotel Capo Caccia

Sono disponibili le motivazioni con cui il Governo ha impugnato per conflitto di attribuzione (art. 127 cost.) le leggi regionali sarde concernenti l’ennesima illegittima proroga del c.d. piano casa (la legge regionale 24 giugno 2020, n. 17) e riguardo l’interpretazione autentica (legge regionale 13 luglio 2020, n. 21) che consentirebbe la riscrittura del piano paesaggistico regionale (P.P.R.) nelle sue parti fondamentali (fascia costiera, zone agricole, beni identitari).

Leggi tutto…

35 mila “sì” alla salvaguardia delle coste della Sardegna!


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

…e le leggi regionali su piano casa e interpretazione autentica del P.P.R. vanno davanti alla Corte costituzionale.

La petizione per la salvaguardia delle coste sarde finalizzata al mantenimento dei vincoli di inedificabilità costieri nella fascia dei 300 metri dalla battigia marina, stabiliti dalle normative vigenti e dalla disciplina del piano paesaggistico regionale (P.P.R.), ha superato le 35 mila adesioni.

Leggi tutto…

Incendi, i consueti roghi delinquenziali.


Al rogo.

Leggi tutto…

Luci e ombre per una corretta gestione dei demani civici.


bosco e girasoli

Buone notizie, in prospettiva, per una migliore tutela e gestione del grande patrimonio rappresentato dai demani civici, più di 5 milioni di ettari  in tutta Italia, presenti un po’ dappertutto.

Leggi tutto…

La legge regionale scempia-coste rischia proprio di finir male.


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

Primi riscontri sull’esame della legge regionale 13 luglio 2020, n. 21 (Norme di interpretazione autentica del piano paesaggistico regionale) da parte del Governo, anche in seguito all’istanza inoltrata (11 luglio 2020) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus perché il Governo stesso effettui ricorso alla Corte costituzionale avverso la norma regionale.

Leggi tutto…

Arriva il piano territoriale regionale di coordinamento del Veneto, ma non è un piano paesaggistico.


Venezia, Campanile di San Marco

Il 30 giugno 2020 è stato definitivamente approvato il piano territoriale regionale di coordinamento del Veneto.

Leggi tutto…

Proviamo a migliorare l’indecente “Decreto Semplificazioni”.


Milano, Basilica di S. Ambrogio

Come abbiamo già evidenziato, il decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale, oltre a tante quisquilie quali, per esempio, la folle abrogazione a tempo della responsabilità per colpa grave in caso di danno erariale, prevede varie disposizioni piuttosto deleterie per la corretta gestione del territorio e dell’ambiente del Bel Paese.

Leggi tutto…

Il consumo del suolo in Italia.

Decreto-legge “Semplificazioni” o decreto-legge “Devastazioni”?


Umbria, Appennino, boschi

Il decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale, oltre a tante quisquilie quali, per esempio, la folleabrogazione a tempo della responsabilità per colpa grave in caso di danno erariale, prevede varie disposizioni piuttosto deleterie per la corretta gestione del territorio e dell’ambiente del Bel Paese.

Leggi tutto…

Zona agricola, zona di cemento, a due passi dalla costa del Sulcis.


campo di grano

Profondo Sulcis, a breve distanza dal mare di Porto Botte, terreni agricoli nel territorio comunale di Masainas (SU).

Leggi tutto…

Come le incertezze normative e procedurali possono pregiudicare gli equilibri ecologici, il caso del Lago di Porta.


Lago di Porta in secca (giugno 2020)

Il Lago di Porta, in Versilia, è una delle residue zone umide della costa toscana a nord della foce dell’Arno, scampate alle bonifiche del ‘900.

Leggi tutto…

Ricorso contro la legge scempia-coste: no al cemento sulle coste sarde!


costa di Teulada

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus inoltra (11 luglio 2020) una documentata segnalazione al Governo perché effettui ricorso alla Corte costituzionale avverso la legge regionale 9 luglio 2020 (in corso di pubblicazione sul B.U.R.A.S.) con cui, a maggioranza, il Consiglio regionale ha formulato un’illegittima interpretazione autentica che consentirebbe la riscrittura del piano paesaggistico regionale (P.P.R.) nelle sue parti fondamentali (fascia costiera, zone agricole, beni identitari).

Leggi tutto…

Il bosco ha anche valore paesaggistico e ambientale, bisogna capirlo una volta per tutte.


Pineta del Tombolo (da http://www.fattoriamaremmana.com)

Rilevante pronuncia del Consiglio di Stato in materia di tutela delle aree boscate.

Leggi tutto…

Oltre 30 mila cittadini per le coste della Sardegna!


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

Sono giorni molto importanti per il futuro delle coste della Sardegna, veri e propri gioielli del Mediterraneo.

Leggi tutto…

In Consiglio regionale inizia l’esame della proposta di legge scempia-coste, ma decine di migliaia di cittadini non mollano: no al cemento sulle coste sarde!


Sardegna, dune e ginepri sul mare
Carloforte, La Caletta, eco-mostro in costruzione

anche su Il Manifesto Sardo (“Perchè è importante bloccare la legge scempiacoste“), n. 389, 1 luglio 2020

L’1 luglio 2020 presso il Consiglio regionale della Sardegna inizia l’esame della proposta di legge regionale n. 153 del 28 maggio 2020, con cui gli Onorevoli proponenti intendono giungere a una pretesa interpretazione autentica che svuoti di contenuti la disciplina di tutela delle coste contenuta nel piano paesaggistico regionale (P.P.R.).

Leggi tutto…

Migliaia e migliaia di cittadini per le coste della Sardegna: no al cemento!


Domus de Maria, Torre costiera di Piscinnì

L’1 luglio 2020 è previsto presso il Consiglio regionale della Sardegna l’inizio dell’esame della proposta di legge regionale n. 153 del 28 maggio 2020, con cui i proponenti intendono giungere a una pretesa interpretazione autentica che svuoti di contenuti la disciplina di tutela delle coste contenuta nel piano paesaggistico regionale (P.P.R.).

Leggi tutto…

Il Ministero dell’Ambiente chiede interventi risolutivi per il Lago di Porta.


Lago di Porta in secca (giugno 2020)

Prime risposte all’istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti inviata (11 giugno 2020) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus alle amministrazioni pubbliche competenti in relazione al progressivo depauperamento idrico del Lago di Porta, in Versilia, una delle residue zone umide della costa toscana a nord della foce dell’Arno, scampate alle bonifiche del ‘900.

Leggi tutto…