Archivio

Posts Tagged ‘acqua’

Finitela di sbranare le Apuane!


Carrara, striscione antiambientalista (foto Il Tirreno, 22 settembre 2020)

Sbranano le Alpi Apuane per mangiare il marmo, ne inquinano i corsi d’acqua con la marmettola, odiano quei rompiscatole degli ambientalisti perché chiedono il rispetto di ambiente e legalità.

Leggi tutto…

Moria di pesci alla foce del Rio Surrau.


Palau, foce del Rio Surrau, moria di pesci (sett. 2020)

Centinaia di pesci morti lungo la spiaggia della Sciumara, alle foci del Rio Surrau, in Gallura.

Leggi tutto…

Finalmente parte lo smantellamento di due centrali nucleari in Italia.


centrale nucleare

Il nuovo piano industriale 2020-2025 della Sogin s.p.a., la Società pubblica responsabile del decommissioning degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi, prevede, finalmente, lo smantellamento nei prossimi anni delle due centrali nucleari dismesse di Trino e del Garigliano.

Leggi tutto…

Aiutiamo il Lago di Porta!


Lago di Porta in secca (giugno 2020)

Il Lago di Porta, in Versilia, è una delle residue zone umide della costa toscana a nord della foce dell’Arno, scampate alle bonifiche del ‘900.

Leggi tutto…

Disastro ambientale nell’Artico.


Russia, Norilsk, inquinamento da idrocarburi (giugno 2020, foto Corriere della Sera)

Fra incidenti nucleari misteriosi, devastanti incendi senza fine, non poteva mancare il disastroso inquinamento da idrocarburi.

Leggi tutto…

Nessuna nuova cava o riattivazione di cava dismessa nella zona di protezione speciale (ZPS) delle Alpi Apuane, nemmeno a Vagli di Sotto.


Alpi Apuane

L’Amministrazione comunale di Vagli di Sotto, recentemente interessata da vicende giudiziarie che destano forte scalpore, negli ultimi mesi ha dato avvio alle procedure di varianti ai Piani Attuativi dei Bacini Estrattivi (P.A.B.E.) di Colubraia, Carcaraia, Monte Macina, Monte Pallerina (deliberazioni Consiglio comunale nn. 13 del 10 febbraio 2020, 7 del 19 febbraio 2020, 19, 20, 21 e 22 del 6 aprile 2020).

Leggi tutto…

Via alberi e arbusti dalle sponde del Fiume Frassine!

Modificate la variante alle prescrizioni di massima e di polizia forestale in Sardegna!


Seui, Foresta demaniale di Montarbu, falesie

Le associazioni ambientaliste Italia Nostra – Sardegna, WWF – Sardegna e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno inoltrato (31 marzo 2020) uno specifico atto di reclamo relativo alla  proposta di revisione delle Prescrizioni di massima e di Polizia forestale, adottata con determinazione Comandante Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale n. 4786 del 29 novembre 2019 e notificata con la pubblicazione solo in data 19 marzo 2020, in piena emergenza sanitaria e ambientale determinata dal coronavirus COVID 19.

Leggi tutto…

Sanificare le strade può essere controproducente.


Massa, sanificazione strada (foto La Nazione, 22 marzo 2020)

L’associazione Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha chiesto (30 marzo 2020) al Comune di Massa e all’azienda municipalizzata per la gestione dei rifiuti A.S.M.I.U. modalità e procedure utilizzate per le attività di sanificazione delle strade di Massa.

Leggi tutto…

Quando l’energia rinnovabile è uno scempio non a fin di bene.


Rassa (foto Il Fatto Quotidiano)

Non sempre l’energia rinnovabile ha effetti positivi per l’ambiente.

Leggi tutto…

Il Torrente Frido deve rimanere la casa delle Lontre!


Il Torrente Frido è uno dei corsi d’acqua più importanti sul piano naturalistico del Mezzogiorno d’Italia, vede – proprio per il suo elevato interesse ecologico – anche la presenza della Lontra europea (Lutra lutra), piuttosto rara nel Bel Paese.

Leggi tutto…

Duemila persone contro lo scempio delle Alpi Apuane.


Alpi Apuane

Sabato 4 gennaio 2020 a Massa circa duemila persone hanno partecipato alla manifestazione promossa dalla Commissione Tutela Ambiente della locale sezione del C.A.I. per la difesa del rifugio montano Aronte e contro lo scempio delle Alpi Apuane.

Leggi tutto…

Cave cavem.


Cave cavem

Cave canem, di Alberto Grossi, a Carrara (Comune, Sala di rappresentanza), venerdi 3 gennaio 2020, ore 21.00.

Leggi tutto…

Ennesimo “incidente” alla raffineria Saras di Sarroch.


La perdita in mare di centinaia di litri di paraffina avvenuta fra il 27 e il 28 dicembre 2019 durante le operazioni di carico presso gli impianti di raffinazione Saras s.p.a. di Sarroch (CA) costituisce l’ennesimo incidente che ha causato danni ambientali e alla salute nel corso dei decenni in cui opera l’Azienda nel Golfo di Cagliari.

Leggi tutto…

Divieto di realizzazione di opere sugli argini dei corsi d’acqua.


Fiume Bacchiglione, tratto fra Cervarese S.Croce (PD) e Montegaldella (VI), argine sbarrato

Importante decisione emanata dall’Organo giurisdizionale amministrativo d’appello in tema di salvaguardia delle fasce di tutela idrauliche.

Leggi tutto…

Difendiamo il Fiume Merse!


Fiume Merse. Il campo viene eroso dal corso d’acqua proprio li’ dove manca la vegetazione riparia che trattiene e protegge il suolo

La Regione Toscana si appresta, tramite il braccio operativo del Consorzio di Bonifica n.6, ad infliggere un nuovo duro colpo alla natura e alla biodiversità nel territorio senese.

Leggi tutto…

Tarquinia non è e non diventerà l’inceneritore dei rifiuti di mezza Italia.


Tarquinia, Cavalli alati (V-IV sec. a. C.)

E’ una delle cittadine più affascinanti e ricche di storia e di cultura del Bel Paese.

Leggi tutto…

Ambiente e salute nell’area vasta di Cagliari.


L’associazione LiberAssemini promuove un incontro pubblico per venerdi 6 dicembre 2019 presso la sala consiliare del Comune di Assemini (ore 17.30).

Leggi tutto…

L’Amministrazione comunale di Massa vuole riaprire nuove cave, ma dove? Certo non nella zona di protezione speciale delle Alpi Apuane.


Alpi Apuane, Massa, panoramica fra Padulello e Focolaccia

L’Amministrazione comunale di Massa ha recentemente annunciato di voler riaprire ben sette cave di marmo, incurante di critiche e perplessità.

Leggi tutto…

Come l’Italia combatte il dissesto idrogeologico.


Cagliari, strada statale n. 195 interrotta (10 ottobre 2018)

E’ di queste settimane l’approvazione di un’importante atto della Corte dei conti – Sezione centrale di controllo sulle Amministrazioni dello Stato relativa alla gestione del Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico, la cassaforte e la regìa nazionale per la lotta al dissesto idrogeologico che tante calamità innaturali causa al nostro povero Bel Paese.  

Leggi tutto…