Archive

Posts Tagged ‘“altri” animali’

Due modi ben diversi di vivere l’Africa.


Giraffe

Scott Van Zyl era un bracconiere. Peggio, un bracconiere che faceva la guida a pagamento per ricchi bracconieri che volevano provare l’ebbrezza di ammazzare quello che volevano nella parte australe dell’Africa. Leggi tutto…

Maltrattamento di animali.


Paradosso dei paradossi: anche una persona amante degli altri animali (magari vegetariana e pure vegan) può esser responsabile del reato di maltrattamento di animali di cui all’art. 727 cod. pen. Leggi tutto…

Stop alla legge regionale liberticida veneta!


Sergio Antonio Berlato è un consigliere regionale veneto, già assessore regionale ed europarlamentare, piuttosto monomaniaco.

Si occupa pressochè esclusivamente di caccia e di tutto quanto possa garantire la possibilità di ammazzare quei pochi esseri viventi che in Veneto riescono a sfuggire a quella giungla di pedemontane, svincoli, capannoni, villette a schiera, diserbanti, città mercato, tangenziali, inquinamenti che ammorbano la un tempo ridente campagna veneta. Leggi tutto…

La vera natura delle associazioni venatorie sarde: egoismo e disinteresse verso l’ambiente.


La Sardegna è interessata da giorni – come buona parte d’Italia – da una serie di perturbazioni atmosferiche che hanno portato abbondanti nevicate e gelate in gran parte dell’Isola.  Come non si vedeva da lungo tempo. Leggi tutto…

Prima, grande, vittoria contro i bunker di caccia sul Lago d’Iseo!


Lago d'Iseo, capanno di caccia

Lago d’Iseo, capanno di caccia

Il 2017 dell’ambiente si è aperto in Lombardia  con una parziale buona notizia.
Dopo una lunga battaglia che le associazioni ambientaliste Lega per l’abolizione della caccia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno combattuto a colpi di solleciti ed  esposti alla Magistratura e alle Amministrazioni pubbliche competenti e dopo l’intervento della Commissione europea, che ha voluto verificare l’applicazione della direttiva Habitat su nostra richiesta, l’Ufficio territoriale regionale di Brescia, la struttura competente per le questioni venatorie dopo la riforma delle province, ha finalmente revocato una parte degli appostamenti di caccia che cinturano con una barriera mortale, illegale e inconcepibile, la Riserva naturale delle Torbiere del Sebino.

Leggi tutto…

No ai cenoni illeciti di Natale e Capodanno!


piatto di "grive" ("Sa taccua" o "mazzo di grive" è costituita da un gruppo di 8 uccelli, tra Tordi e Merli)

piatto di “grive” (“Sa taccua” o “mazzo di grive” è costituita da un gruppo di 8 uccelli, tra Tordi e Merli)

 

Morette arrosto? Allodole su polenta o Ghiri al ragù? Grive di Tordi o Storni?
Spesso nella ricca (e ottima) cucina italiana spuntano fuori  piatti a base di selvtici “da penna”, soprattutto nel corso delle feste natalizie e di Capodanno, come nei ristoranti che offrono “piatti tipici”.

Molti non sanno che in parecchi casi queste proposte alimentari sono vietate dalla legge.

Ecco quali sono le regole e cosa si può fare se si sospetta una violazione.
Non è raro imbattersi – soprattutto fuori dai grandi centri – in feste, sagre, manifestazioni o ristoranti tradizionali che offrono durante le feste “piatti tipici” a base di selvaggina che frequentemente rappresentano oggi una violazione delle leggi. Leggi tutto…

Battuta di caccia…alle trappole e ai bracconieri nel Cagliaritano!


Una dozzina di volontari della Lega per l’Abolizione della Caccia – L.A.C. provenienti da Lazio, Piemonte e Lombardia, con il sostegno del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, ha condotto la ventesima campagna anti-bracconaggio nel Cagliaritano che ha portato alla neutralizzazione di oltre 1.200 trappole per avifauna (latziteddus, esattamente 410 lacci in nylon e crine posizionati sugli alberi, centinaia di “armature metalliche” predisposte per il posizionamento dei lacci da albero, 890 trappole a scatto posizionate a terra) e ben 66 trappole per ungulati (sos cropos, cavi d’acciaio per la cattura di cervi e cinghiali).  Leggi tutto…