Archivio

Posts Tagged ‘procedimento di valutazione di impatto ambientale’

Dissesto idrogeologico e calamità innaturali.


Capoterra, Frutti d’Oro, alluvione (autunno 2008)

Purtroppo, in Italia, negli ultimi 55 anni, sono stati più di 5.000 i morti a causa delle ripetute, consuete calamità innaturali.

Da Olbia a Genova fino a Refrontolo e Livorno.   In tutta Italia.  Si ripetono sistematicamente. Leggi tutto…

Annunci

La Procura della Repubblica di Massa si occuperà della Cava Vittoria, sulle Alpi Apuane.


Fivizzano, Cava Vittoria, personale e mezzi meccanici (7 ottobre 2017)

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha provveduto a segnalare (11 ottobre 2017) alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa la presenza nella Cava Vittoria (Comune di Fivizzano, MS) di personale e mezzi apparentemente impegnati in attività lavorative in data 7 ottobre 2017 nonostante la revoca della pronuncia di compatibilità ambientale (P.C.A.) n. 4 del 12 aprile 2013 in favore dell’attività estrattiva effettuata con provvedimento n. 20 del 28 settembre 2017 da parte del dirigente del Settore Uffici tecnici del Consorzio di gestione del parco naturale regionale delle Alpi Apuane. Leggi tutto…

Revocata (finalmente) l’autorizzazione ambientale per la Cava Vittoria, sulle Alpi Apuane.


Alpi Apuane, Fivizzano, Cava Vittoria, scarico detriti (15 luglio 2016)

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus esprime la sua soddisfazione per la revoca della pronuncia di compatibilità ambientale (P.C.A.) in favore dell’attività estrattiva nella Cava Vittoria, in Comune di Fivizzano (MS). Leggi tutto…

Aeroporto di Firenze e valutazione di impatto ambientale.


Aeroporto di Firenze, criticità ambientali del progetto di ampliamento

Com’è noto, la direttiva n. 2014/52/UE ha integrato e modificato la direttiva n. 2011/92/UE sulla valutazione di impatto ambientale (qui il testo coordinato delle direttive sulla V.I.A.). Leggi tutto…

E’ fatta: fermate le ricerche petrolifere nel Mar di Sardegna!


Balena (da National Geographic)

Si è concluso il procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) relativo al progetto di indagine geofisica 2D – 3D proposto dalla Società norvegese TGS-NOPEC Geophysical Company ASA nell’area dell’istanza di prospezione a mare “d.2 E.P.-TG” in una vastissima area del Mar di Sardegna ampia kmq. 20.922.   Leggi tutto…

Salviamo il Torrente Frido!


Il Torrente Frido è uno dei corsi d’acqua più importanti sul piano naturalistico del Mezzogiorno d’Italia, vede – proprio per il suo elevato interesse ecologico – anche la presenza della Lontra europea (Lutra lutra), piuttosto rara nel Bel Paese. Leggi tutto…

Grandi manovre, di dubbia legittimità, sulla realizzazione della rete metanifera sarda.


fascia di Girasoli ai margini di un campo di Soia, utile per la presenza di insetti e avifauna selvatica

anche su Il Manifesto Sardo (“La Sardegna piena di gasdotti“), n. 241, 1 luglio 2017

 

Non sarà un grande mercato, quello del gas naturale in Sardegna (la stima del fabbisogno regionale è di 600-620 milioni di metri cubi all’anno, fonte piano energetico ambientale regionale), ma è comunque allettante.   In più, non lascia indifferenti nemmeno l’importo complessivo dei lavori per la realizzazione della rete di distribuzione isolana comprensiva dei depositi costieri, 1 miliardo e 578 milioni di euro. La Sardegna è l’unica regione italiana a non aver la disponibilità di metano e, secondo le stime regionali, questo limite energetico costa ben 400 milioni di euro all’anno. Leggi tutto…