Archivio

Posts Tagged ‘zona di protezione speciale’

La Faggeta del Lago di Vico non si tocca!


Faggeta del Lago di Vico

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (20 ottobre 2019) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti riguardo il progettato taglio di una bella parte della Faggeta del Lago di Vico, sui Monti Venere e Fogliano, nel Comune di Caprarola (VT).

Leggi tutto…

Tagli boschivi a Campeda.


Bonorva, Campeda, taglio boschivo

L’Altopiano di Campeda è una zona della Sardegna interna decisamente molto importante sul piano ambientale e naturalistico.

Leggi tutto…

Nelle zone di protezione speciale l’avifauna selvatica va lasciata in pace.


Carloforte, Capo Sandalo

Nell’ambito della pregevole manifestazione Creuza de Mà, lo scorso sabato 14 settembre 2019 si è tenuto a Carloforte nel grandioso scenario naturale di Capo Sandalo il “Cinema naturale Tramonto – Musicato in acustico da Marcella Carboni e Simone Alessandrini – Scouting sonoro con Stefano Campus: Suono ambientale a Carloforte e Isola di San Pietro”.

Leggi tutto…

Uno scempio chiamato “comprensorio sciistico”.


Marche, Monte Catria innevato

Vorrebbero ampliare il “comprensorio sciistico” del Monte Catria, in Provincia di Pesaro – Urbino, e attrarre almeno 60 mila sciatori all’anno, utilizzando anche le piste da sci di fondo, seppure ammettendo qualche difficoltà, perchè “visto l’innevamento esclusivamente naturale la ‘Fondo Valle’ è utilizzabile solamente quando la neve scende copiosamente al disotto dei 350 m slm”.

Leggi tutto…

La Laguna di Marano è demanio civico dei maranesi!


Laguna di Marano, Canale Coron, dragaggio

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus è intervenuta interviene in difesa della Laguna di Marano e dei diritti di uso civico della Comunità locale di Marano Lagunare e a sostegno del Comune di Marano Lagunare, ente gestore del relativo demanio civico, contro le prevaricazioni in corso (anche in sede giurisdizionale) da parte della Regione autonoma del Friuli – Venezia Giulia.

Leggi tutto…

Saline di Carloforte: sì al sale, non allo scempio ambientale!


Saline di Carloforte

Le Saline di Carloforte sono una zona umida di estrema importanza sotto il profilo naturalistico, ecologico e storico-culturale.   

Leggi tutto…

Il parere dell’Ente Parco è obbligatorio nella procedura di valutazione di incidenza ambientale.


Gabbiano reale (Larus michahellis, foto Cristiana Verazza)

Interessante pronuncia dei Giudici amministrativi sardi in materia di procedura di valutazione di incidenza ambientale (V.Inc.A.).

Leggi tutto…

Stop all’ampliamento dell’Aeroporto di Firenze.


Aeroporto di Firenze, criticità ambientali del progetto di ampliamento

Il T.A.R. Toscana, con sentenza Sez. I, 27 maggio 2019, n. 789, ha annullato il D.M. Ambiente n. 377 del 28 dicembre 2017 di conclusione del procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) relativo al progetto di ampliamento dell’aeroporto di Firenze e numerosi atti connessi.

Leggi tutto…

Alpi Apuane: sono solo due le cave “fatte salve” dal divieto di nuove cave o riattivazione delle dismesse nella zona di protezione speciale.


Z.P.S. Alpi Apuane

L’Ente Parco naturale regionale delle Alpi Apuane ha risposto (nota prot. n. 1193 del 30 aprile 2019) all’istanza di accesso civico, informazione ambientale e adozione degli opportuni provvedimenti inviata (3 aprile 2019, una precedente era stata inoltrata il 18 ottobre 2018) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus riguardo i piani attuativi dei bacini estrattivi (P.A.B.E.) che, entro il giugno 2019, dovranno pianificare le attività estrattive in attuazione del Piano di indirizzo territoriale (P.I.T.) con valenza di piano paesaggistico e della legge regionale Toscana n. 65/2014 sul governo del territorio.

Leggi tutto…

Giù le mani dalla Pineta del Tombolo!

Alpi Apuane: niente nuove cave o riattivazione delle dismesse nella zona di protezione speciale!


Tritone alpestre apuano (Ichthyosaura alpestris apuana)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inviato (3 aprile 2019) una nuova specifica istanza di accesso civico, informazione ambientale e adozione degli opportuni provvedimenti (dopo quella del 18 ottobre 2018) riguardo i piani attuativi dei bacini estrattivi (P.A.B.E.) che, entro il giugno 2019, dovranno pianificare le attività estrattive in attuazione del Piano di indirizzo territoriale (P.I.T.) con valenza di piano paesaggistico e dellalegge regionale Toscana n. 65/2014 sul governo del territorio.

Leggi tutto…

Non risultano autorizzazioni per i lavori allo Stagno di Capoterra.


Cagliari, Stagno di Capoterra, lavori in corso (mar. 2019)

Nello scorso mese di febbraio 2019, all’improvviso, sono comparsi mezzi meccanici e operai all’opera lungo l’argine dello Stagno di Capoterra, parte della ben più ampia zona umida di Santa Gilla, semi-distrutto dalle acque in occasione della calamità innaturale del 9-10 ottobre 2018, che ha martoriato il Cagliaritano.

Leggi tutto…

Che cosa stanno combinando allo Stagno di Capoterra?


Cagliari, Stagno di Capoterra, lavori in corso (mar. 2019)

Da qualche settimana fervono i lavori lungo l’argine dello Stagno di Capoterra, parte della ben più ampia zona umida di Santa Gilla, semi-distrutto dalle acque in occasione della calamità innaturale del 9-10 ottobre 2018, che ha martoriato il Cagliaritano.

Leggi tutto…

Queste nuove vie di arrampicata sportiva sono autorizzate?


Foresta demaniale dei Sette Fratelli, Perd'Asub'e Pari

Sinnai, Foresta demaniale dei Sette Fratelli, Perda Sub’e Pari

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (8 maggio 2018) una specifica richiesta di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti riguardo la recente realizzazione (e inaugurazione) di nuovi itinerari di arrampicata sportiva “Granite Garibaldi”con corde, cavi, strutture infisse nella roccia, ecc. in località Perda Sub’e Pari, nella Foresta demaniale dei Sette Fratelli, in Comune di Sinnai (CA). Leggi tutto…

Salviamo la Valle del Mignone, salviamo un gioiello della Tuscia romana!


 

 

Valle del Fiume Mignone, paesaggio

Valle del Fiume Mignone, paesaggio

SS675: In difesa della Valle del Mignone, le associazioni ambientaliste nazionali, assieme a tantissimi abitanti e aziende agricole, hanno impugnato il provvedimento di compatibilità ambientale del progetto preliminare localizzato in questa valle di grande pregio naturale, storico e archeologico.  Leggi tutto…

Stop ai capanni di caccia dentro il Bacino Giaretta!


Cittadella, Bacino Giaretta, appostamento fisso di caccia

Il Bacino Giaretta, noto anche come Lago Camazzole o Busa Giaretta, è una vecchia area di cava presso il Fiume Brenta ormai dismessa da anni nei Comuni di Fontaniva, Cittadella, Carmignano di Brenta (PD). Leggi tutto…

Quando deve essere svolta la procedura di valutazione di incidenza ambientale.


Bosco, radura

Rilevante pronuncia del Consiglio di Stato in materia di ambito di applicazione della procedura di valutazione di incidenza ambientale (V.Inc.A.).

Il Consiglio di Stato, con sentenza Sez. IV, 13 settembre 2017, n. 4327, ha ribadito che la procedura di V.Inc.A. deve essere applicata per tutti i piani o progetti che ricadano all’interno delle aree naturali protette di cui alla Rete Natura 2000 (S.I.C., Z.P.S., Z.S.C.) ovvero ricadano all’esterno, ma possano avere effetti significativi su di esse. Leggi tutto…

Molentargius, terra dei fuochi?


Da giorni alcuni quartieri di Quartu S. Elena (S. Stefano, Su Idanu, zona Musicisti) sono appestati da odori nauseabondi. Leggi tutto…

Più attenzione per lo stagno di Sal’e Porcus.


Airone bianco maggiore (Ardea alba)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (4 luglio 2017) un atto di intervento nel procedimento di valutazione ambientale strategica (V.A.S.) relativa al piano di gestione della zona di protezione speciale (Z.P.S.) “Stagno di Sal’e Porcus (codice IT034007), una delle zone umide più importanti sul piano naturalistico di tutto il territorio nazionale. Leggi tutto…

Cantieri lavorano alacremente in quel di Stintino…


Stintino, Le Saline, cantiere

Oltre ai funghi che crescono velocemente con le piogge e il terreno giusto, in Sardegna con la stessa velocità lavorano i cantieri edilizi, con o senza la pioggia, anche in zone di particolare pregio e di grande importanza per la tutela dell’avifauna, come la località Le Saline, nel Comune di Stintino (SS).   Leggi tutto…