Archivio

Posts Tagged ‘Dorgali’

Cuile di Tziu Raffaele, incendio colposo o brutale ottuso oltraggio?


Dorgali, Altopiano di Donanicoro, Cuile Tziu Rafaele

E’ una notizia apparentemente  minima della settimana scorsa: il bellissimo Cuile di Tziu Rafaele è stato completamente distrutto da un incendio. Non pare una notizia da TG nazionali, che di solito parlano della Sardegna solo in occasione di visite eccellenti o truci fatti di sangue, eppure per  i molti che amano il Supramonte, e sono numerosi anche in “Continente”,  è stato un colpo al cuore: sarà quasi impossibile ricostruirlo com’era, per mancanza della preziosa materia prima, il ginepro.

Leggi tutto…

Giù le mani da Tiscali!


Dorgali - Oliena, Tiscali e simulazione del progetto di "valorizzazione"

Dorgali – Oliena, Tiscali e simulazione del progetto di “valorizzazione”

Il sito archeologico di Tiscali è in pericolo.

Un contesto storico-culturale unico in Sardegna e nel Mediterraneo corre il rischio di esser valorizzato con una bella scalinata metallica, per preservarlo, naturalmente.

Vedremo quale decisione uscirà dalla prevista conferenza di servizi.  Se necessario, porremo in essere qualsiasi azione legale per evitare il rischio di snaturamento di un luogo unico e irripetibile. Leggi tutto…

Cafonate quadriruotate a Dorgali.


Agli inizi del XIX secolo venne realizzato la prima “galleria” viaria della Sardegna, come testimoniano i relativi documenti custoditi all’Archivio di Stato di Cagliari: il tunnel fra Dorgali e Cala Gonone, percorribile a cavallo e a piedi.

Oggi è frequentato prevalentemente da escursionisti e turisti.  Dovrebbe essere incluso fra i “beni culturali” da proteggere (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e, magari, far conoscere anche con un semplice pannello illustrativo.

Invece no. Leggi tutto…

I Demani civici della Sardegna, spesso “carne di porco”.


Baunei, Baccu Goloritzè

Nella notte fra il 24 e il 25 febbraio ignoti hanno compiuto un attentato dinamitardo contro Giovanni Porcu, sindaco di Irgoli (NU).   Le situazioni opache in tema di gestione del demanio civico sono fra le ipotesi accreditate.   Non è certo la prima volta e – stando così le cose – non sarà neanche l’ultima.  Quando nascono attriti e situazioni di illegalità, occupazioni abusive, soprusi sui terreni (pascoli e terreni agricoli, soprattutto) appartenenti ai demani civici prima o poi si scivola nella violenza cieca contro le Istituzioni e i rispettivi rappresentanti.

A Lula (NU) per molti anni si dissolse la democrazia in sede locale proprio così.

Dopo quelli degli anni scorsi (Muravera, Narbolìa, Cabras, ecc.), i casi abbondano ancor oggi: da Portoscuso a Dorgali, a Orosei (dove oltre a casi dubbi, la contestazione al recente provvedimento di accertamento regionale – determinazione Direttore Servizio territorio rurale, ambiente, infrastrutture Ass.to agricoltura e riforma agro-pastorale R.A.S. n. 30498/949 del 20 dicembre 2011 – sta diventando sempre più aspra). Leggi tutto…