Archivio

Posts Tagged ‘foresta’

Che fare dopo gli incendi?


Cuglieri, Sa Tanca Manna, Olivastro millenario bruciato (25 luglio 2021)

Dopo devastanti incendi come quelli che si sono recentemente verificati in Sardegna, soprattutto nel Montiferru, così come in Sicilia, sulla costa abruzzese, in Calabria, oltre alla necessità di assicurare giustizia, nasce spontanea l’esigenza di ricostituire il patrimonio ambientale andato a fuoco.

Leggi tutto…

La diga “fondamentale” che nessuno vuole.


foresta mediterranea del Sulcis

E’ una storia davvero singolare quella della diga Sant’Antonio, nel bel mezzo della più estesa foresta del Mediterraneo, nella vallata di Gutturu Mannu, nei Comuni di Uta e Assemini (CA).

Leggi tutto…

Favole e realtà delle foreste italiane.


Maremma, bosco

Come sfatare alcuni falsi miti che avvolgono boschi e foreste italiani.

Leggi tutto…

I diritti di uso civico salvano l’ultimo grande bosco della Pianura Padana.


Trino Vercellese, Bosco delle Sorti della Partecipanza

Un bell’esempio di accorta gestione dei demani civici viene dal Piemonte,[1] dalla Partecipanza di Trino, che gestisce con cura il Bosco delle Sorti della Partecipanza, quasi 600 ettari di foresta planiziale con prevalenza di Querce e Pioppi e una ricca fauna in mezzo a un paesaggio dominato da secoli dalle risaie.

Leggi tutto…

Il bosco non è una catasta di legna, prima lo capiscono tutti quanti (ministri compresi) e meglio è.


Maremma, bosco

Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali ha recentemente scritto al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e alla Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova (firmataria del recente decreto ministeriale 7 ottobre 2020, dal sapore ottocentesco, che disciplina la trasformazione di superfici boscate in terreni agricoli) per contestare con forza l’operato della Soprintendenza per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Siena che ha fermato progetti di radicale taglio boschivo in assenza di autorizzazione paesaggistica sul Monte Amiata.

Leggi tutto…

Disinvolti tagli boschivi sull’Appennino Umbro.


Gualdo Tadino, Valsorda, taglio Faggeta (2019)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (26 aprile 2020) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti in relazione agli avvenuti tagli in una pregevole Faggeta in località Valsorda, in Comune di Gualdo Tadino (PG).

Leggi tutto…

Boschi e viali alberati hanno bisogno di noi.


albero in autunno

Di questi tempi nel nostro Bel Paese è sempre più comune imbattersi nel taglio di boschi.

Leggi tutto…

Come salvare (per sempre) un bosco.


Apecchio, bosco appenninico destinato alla conservazione perpetua

Splendida iniziativa quella posta in essere da un gruppo di amici: hanno costituito una società, han messo mani al portafoglio e hanno acquistato 33 ettari di bosco sull’Appennino Umbro-Marchigiano per destinarli alla conservazione perpetua mediante un vincolo di destinazione.

Leggi tutto…

Indagini dei Carabinieri Forestale sul pesante taglio dei boschi della Montagnola Senese.


Sovicille, Cerbaia, tagli boschivi (febb. 2020)

Il Comando generale dell’Arma dei Carabinieri – Ufficio Relazioni con il Pubblico ha comunicato (nota prot. n. 33/5.2 del 17 febbraio 2020) che non è possibile dare risposta positiva alle istanze di accesso civico e informazioni ambientali avanzate dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus riguardo il pesante taglio boschivo in corso da qualche tempo nei boschi della Montagnola Senese, fra la storica Fattoria di Cerbaia e l’antico borgo di Molli, in Comune di Sovicille (SI), in quanto “le informazioni richieste ineriscono a indagini penali in corso”.

Leggi tutto…

Il vincolo ambientale sul bosco è permanente.


Maremma, bosco

Pronuncia di particolare interessa quella recentemente emessa dal T.A.R. Puglia riguardo la natura e l’ampiezza della tutela paesaggistico-ambientale riferibile ai boschi.

Leggi tutto…

La Faggeta del Lago di Vico è salva (per ora).


Faggeta del Lago di Vico

Buone notizie per la Faggeta del Lago di Vico, sui Monti Venere e Fogliano, nel Comune di Caprarola (VT).

Leggi tutto…

I tagli boschivi nella riserva naturale Farma non hanno autorizzazione paesaggistica.


Maremma, bosco

L’Unione dei Comuni Montani delle Colline Metallifere ha risposto (nota prot. n. 8770 del 27 giugno 2019) alla specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti inoltrata (12 giugno 2019) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus riguardante l’intervento di taglio boschivo ceduo e fustaia di conifere per un’estensione di circa 30 ettari in località Poggio Volpaio – Belagaio, in Comune di Roccastrada (GR).

Leggi tutto…

Ancora tagli boschivi nella riserva naturale Farma!


Monticiano, fascia spondale del Torrente Farma, taglio boschivo (giugno 2019)

Sembra che in Toscana abbia recentemente preso forma un’innovativa modalità di tutela dei boschi rientranti in aree naturali protette comunitarie (S.I.C./Z.S.C. e Z.P.S.), nazionali e regionali (parchi e riserve naturali): il taglio.

Leggi tutto…

Le ultime Roverelle del Gennargentu.


Gennargentu

 Il Comune di Desulo (NU) ha davvero preso una decisione lungimirante con la proposta di trasferimento dei diritti di usocivico alle pendici del Gennargentu, comprese alcune importantissime aree boscate.  

Leggi tutto…

Il demanio civico di Desulo raddoppia!


Desulo, Gennargentu, foresta di Girgini

Storica decisione del Consiglio comunale di Desulo(NU), caratteristico centro alle più elevate pendici del Gennargentu.

Leggi tutto…

La foresta del Marganai e la sua poco accorta gestione.


Foresta demaniale Marganai, area dei primi interventi di taglio (loc. Caraviu e su Isteri, Comune di Domusnovas)

Foresta demaniale Marganai, area dei primi interventi di taglio (loc. Caraviu e su Isteri, Comune di Domusnovas)

Pubblichiamo per gentile concessione il seguente articolo comparso su Natura e Montagna, periodico quadrimestrale dell’Unione Bolognese Naturalisti, anno LXV, numero I/2018, sulla gestione della foresta del Marganai, al centro di numerose polemiche riguardo i noti tagli boschivi privi di autorizzazione paesaggistica, attualmente a giudizio (udienze 18 e 24 ottobre 2018) davanti al Tribunale penale di Cagliari. Leggi tutto…

Germania, nera come il carbone.


miniera Hambac

Hambach, la miniera di lignite “mangia” la foresta (2018)

Al di là di quello che si pensa e di come le cose vengano descritte, spesso e volentieri la realtà e ben diversa.

Per esempio, siamo portati a pensare che la Germania sia anni luce avanti l’Italia per quanto concerne le politiche ambientali. Leggi tutto…

Questo nuovo Testo unico forestale non convince.


Monte Nerone, inadeguatezza del bosco ceduo sulle vette

Monte Nerone, inadeguatezza del bosco ceduo sulle vette per la protezione del suolo

La comunità scientifica si mobilita avverso il nuovo Testo unico forestale che il Governo Gentiloni avrebbe intenzione di licenziare a pochi giorni dalle elezioni politiche. Leggi tutto…

I tagli boschivi nella Foresta demaniale del Marganai sono abusivi.


Foresta demaniale Marganai, area dei primi interventi di taglio (loc. Caraviu e su Isteri, Comune di Domusnovas)

Il G.I.P. del Tribunale di Cagliari ha emesso, come scrive Sardinia Post, su richiesta (ottobre 2016) della  Procura della Repubblica specifico decreto penale di condanna nei confronti di quattro indagati – fra cui due dirigenti dell’Agenzia regionale Forestas – per gli ormai noti interventi di taglio boschivo in parte già effettuati e nel resto previsti nella Foresta demaniale del Marganai, oggetto di procedimento penale proprio per l’assenza di autorizzazione paesaggistica [1]. Leggi tutto…

In pericolo la Foresta di Bialowieza!


La Foresta di Białowieża, fra Polonia e Bielorussia, è una delle aree naturali più importanti a livello europeo ed è in pericolo. Leggi tutto…