Cosa puoi fare


Aquila reale (Aquila chrysaetos)

Diventa nostro socio!

Il Gruppo d’Intervento Giuridico è un’associazione indipendente che opera in via autonoma, e la maggior parte delle nostre iniziative è partita grazie alle vostre segnalazioni, ed alle vostre richieste: solo nell’ultimo anno le segnalazioni pervenute e, naturalmente, vagliate, sono state circa 2.500 e, di queste, 212 hanno portato ad altrettante richieste di informazioni/esposti/denunce rivolte alle pubbliche amministrazioni interessate.

Abbiamo fatto tanto, ottenendo dei buoni risultati ma gli attentati al nostro ambiente non sono finiti e noi abbiamo ancora bisogno del vostro sostegno, per portare avanti le battaglie che ci aspettano nel futuro, per sensibilizzare, per informare, per migliorare questo mondo, per vigilare.

Per questo vi chiediamo di sostenere il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, attraverso la vostra partecipazione attiva, diventando nostri soci, con un versamento minimo di € 15,50 sul conto corrente postale n. 22639090 intestato a “associazione Gruppo d’Intervento Giuridico“ oppure con un bonifico bancario del medesimo importo con il codice IBAN IT39 G076 0104 8000 0002 2639 090.     Il codice BIC/SWIFT è BPPIITRRXXX.

Grazie!

***

Hai voglia di impegnarti? Diventa una sentinella del GrIG!

Le battaglie ambientali vinte e il sostegno di tante persone ci spronano ad impegnarci quotidianamente, non senza difficoltà, per vivere in un mondo migliore e pensiamo che in tutta Italia ci siano persone disposte a battersi per lo stesso scopo. Noi cerchiamo quelle persone, perché solo unendo le nostre forze è possibile difendere la Terra che ci ospita.

Se hai voglia di diventare una sentinella dell’ambiente, ti chiediamo di diventare referente del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus nel luogo in cui abiti, non è richiesta alcuna preparazione particolare, servono soltanto voglia di fare, passione, coraggio e, soprattutto, amore per la Terra, puoi contattarci a questi indirizzi di posta elettronica: grigsardegna@tiscali.itgrigsardegna5@gmail.com . Ti aspettiamo!

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

(foto J.I., archivio GrIG)

  1. Francesco
    maggio 19, 2011 alle 8:02 am

    Leggo sull’Unione Sarda di oggi 19/05/11, Provincia del Medio Campidano, l’articolo: ARBUS.Parco per le dune. Dibattito sulla proposta di due imprenditori; Se ne parlerà in Consiglio comunale il 26 maggio.
    GULP! Non per mettere il carro davanti ai buoi, ma la cosa mi sa che puzza di cemento…
    Occhio ragazzi! perchè non vorrei che uno degli angoli ancora integri della nostra regione finissero sacrificati sull’altare dello “sviluppo”.
    Un caro saluto e complimenti per il vostro impegno.

  2. pino di torino -mateuladino
    settembre 5, 2011 alle 11:56 pm

    gravissimissimiiiiii

  3. claudio t.
    ottobre 14, 2011 alle 1:00 am

    Salve, sono uno studente di Giurisprudenza dell’ Università di Pisa. Come posso aiutare il vostro progetto? Potrei sapere come contattare la sede toscana?
    Grazie.

  4. Angelo Cardellicchio
    febbraio 29, 2012 alle 12:25 pm

    Salve sono Angelo Cardellicchio sono di Taranto la città più inquinata d’ITALIA in questi giorni si sta tenendo il processo contro l’ILVA dovuto al grave inquinamento che sovrasta la nostra città…ILVA ENI e CEMENTIR inquinano da piu di 30 anni la nostra città che procuce il 92% della diossina Italiana..nonostante tutto ciò comune e provincia autorizzano raddoppi della raffineria e nuovi inceneritori per non parlare delle discariche che ospitano la spazzatura di Napoli. Per non parlare dell’AIA regalata all’ILVA dall’ex minstro Prestigiacomo. Siamo la città della cuccagna dove tutto è permesso noi non ce la facciamo piu le malattie sono al di sopra della media specialmente per quel che riguarda i tumori e i tumori infantili. VI prego aiutateci !!! angelocardellicchio@yahoo.it

  5. marzo 7, 2015 alle 11:59 am

    Problemi nuova s.s.554 e orientale sarda
    Avrete tutti notalo come nel raccordo fra la vecchia S.S. 125 e l’opera di recente fattura (nuova S.S. 125), ci siano continui lavori in corso. a causa di problemi di subsidenza della carreggiata. Si presuppone che i piloni che sostengono il lungo viadotto siano stati impiantati su un substrato non adatto a sostenere la pressione esercitata sia dall’opera che dal continuo passaggio di mezzi motorizzati. L’Anas o chi per lei. continua con lavoro di rattoppo che sistematicamente puntualmente si rivelano inutili. Il fenomeno si verifica in diversi settori sino a Tortoli. Dobbiamo aspettare che ci scappi il morto.

  6. pizziolo
    dicembre 17, 2015 alle 11:27 am

    grazie, con Franca Leverotti e con il centro Cervati (di cui sono presidente) abbiamo già aderito ai GRIG.
    Dunque rimaniamo in contatto.
    saluti ,
    Giorgio Pizziolo

  7. Piergiorgio lara
    gennaio 21, 2016 alle 3:55 pm

    Salve, mi interessa essere una sentinella.dell ambiente. Grazie.

  8. Giovanni Fara
    agosto 26, 2016 alle 8:27 am

    Non distruggere l’ ambiente per inutili interessi economici, è un dovere è un piacere

  9. Michele
    febbraio 10, 2017 alle 11:45 am

    Salve. Vorrei sapere se il residence situato nell’area protetta di Arbus ha regolari autorizzazioni. Non capisco come un ente che gestisce una zona protetta possa aver consentito la costruzione di un complesso con oltre 15 bungalows in muratura, ristorante e servizi vari in mezzo a un paradiso naturale a poche centinaia di metri da una spiaggia.

    • Michele
      febbraio 10, 2017 alle 11:46 am

      Preciso che si tratta del Residence Sabbie d’Oro a Torre dei Corsari.

  10. antonio stola
    marzo 19, 2017 alle 6:57 pm

    in questi ultimi anni,non so se il dragaggio dei 2 mari, dove sono state trovate diverse auto e dove giacciono affondati, dei relitti pericolosi, dicevo,il dragaggio dei 2 mari, non so se è stat effettuato, puntualmente.tale operazione, è igienicamente, molto importante, per liberare i citri, sorgenti sotterranee, da sabbia e detriti, aiutandoli a fornire acqua dolce, fresca e pulita.non molto lontano da taranto, c’è una piccola ma importante pineta, che un tempo era parte di una batteria contraerea,della quale restano dei ruderi, e che,si vocifera,possa subire una lottizzazione edilizia,in parte,gia’ in atto,con capannnoni, di una scuola edilizia,oggi,. inutile, capannoni, che hanno sottratto, verde, a noi,che abitiamo li’ vicino, che frenano i venti, che tolgono, a noi, una parte del bel panorama che si ammirava, un tempo.piu’ a sud,a pulsano, un incendio, ha tolto, a noi, la possibilita’ di ammirare,una bella pineta.sotto un posteggio, in una citta’ di giocatori di golf,con gli occhi sempre verso terra,che si credono, alzatori di volley,che si esercitano per una vita a trovare esatte traiettorie,aeree, dicevo, sotto un posteggio, teatro romano,dal 1860,circa.

  11. Sry
    luglio 1, 2017 alle 1:28 pm

    Che combinano in Cugnana i palazzinari?

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: