Archivio

Posts Tagged ‘protesta’

Germania, nera come il carbone.


miniera Hambac

Hambach, la miniera di lignite “mangia” la foresta (2018)

Al di là di quello che si pensa e di come le cose vengano descritte, spesso e volentieri la realtà e ben diversa.

Per esempio, siamo portati a pensare che la Germania sia anni luce avanti l’Italia per quanto concerne le politiche ambientali. Leggi tutto…

Annunci

Sulmona insorge contro il gasdotto Rete Adriatica.


Sulmona, i cittadini occupano l'ufficio del sindaco (28 dicembre 2015)

lo Sulmona, i cittadini occupano l’ufficio del sindaco (28 dicembre 2015)

Il Consiglio dei Ministri sta per approvare definitivamente il progetto di gasdotto Snam s.p.a. “Rete Adriatica”, lungo l’Appennino, nelle zone a maggior rischio sismico d’Italia, ricche di valori naturalistici e paesaggistici.

Potrebbe danneggiare gravemente turismo e prodotti tipici locali (il tartufo umbro-marchigiano, per esempio).   In più non serve, visto che interessa zone già servite da metanodotti e il consumo in Italia diminuisce da anni. Leggi tutto…

Come la Qatar Holding ci sta per regalare un paradiso di cemento.


Ginepro (Juniperus communis) sul mare

Ginepro (Juniperus communis) sul mare

All’Ufficio tecnico del Comune di Arzachena, in fila come tanti cammelli, sono arrivati in ordinata carovana tanti progetti per trasformare caratteristici stazzi galluresi (diversi dei quali vincolati) in esclusive ville con piscina da destinare alla clientela internazionale.

Si tratta di ben ventisette istanze per la realizzazione della prima parte di quell’investimento immobiliare della Qatar Holding, che la classe politica isolana – in primis il Presidente della Regione autonoma della Sardegna Ugo Cappellacci – vuol gabellarci come la panacèa per la disoccupazione e la strada per il benessere economico-sociale. Leggi tutto…

Black bloc, mistero che non convince.


 

In tutto il mondo oggi era la giornata degli Indignados, gli Indignati.  Chi non ne può più del furto di futuro che la grandissima parte dei cittadini deve subire quotidianamente da una classe politica, incapace quando non peggio, e un sistema economico prono alle peggiori speculazioni finanziarie.

E invece è stata – ma solo in Italia – la giornata dei black bloc, i soliti delinquenti miserabili che danneggiano soltanto la gente comune e fanno la felicità di politicanti e speculatori finanziari, da Genova (2001) a Roma (2011).

Ma ci vuole così tanto ad acchiapparne qualcuno e vedere chi cavolo sono davvero?

Stefano Deliperi Leggi tutto…