Home > società > Black bloc, mistero che non convince.

Black bloc, mistero che non convince.


 

In tutto il mondo oggi era la giornata degli Indignados, gli Indignati.  Chi non ne può più del furto di futuro che la grandissima parte dei cittadini deve subire quotidianamente da una classe politica, incapace quando non peggio, e un sistema economico prono alle peggiori speculazioni finanziarie.

E invece è stata – ma solo in Italia – la giornata dei black bloc, i soliti delinquenti miserabili che danneggiano soltanto la gente comune e fanno la felicità di politicanti e speculatori finanziari, da Genova (2001) a Roma (2011).

Ma ci vuole così tanto ad acchiapparne qualcuno e vedere chi cavolo sono davvero?

Stefano Deliperi

 

 

A.N.S.A., 15 ottobre 2011

Corteo indignati a Roma. Black bloc all’assalto: è caos. Scontri e feriti. Auto incendiate, distrutte vetrine. Una ventina di feriti. Manifestanti applaudono cariche Ancora scontri vicino a piazza S. Giovanni. Tentato incendio di una pompa di benzina: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2011/10/12/visualizza_new.html_673282897.html

 

da Il Corriere della Sera on line, 15 ottobre 2011

Indignati, scontri anche a piazza Vittorio. Continuano roghi di auto e bombe carta. I black bloc respinti da piazza San Giovanni si spostano al quartiere Esquilino e costruiscono barricate. Prossimo obiettivo dei violenti potrebbe essere la stazione Termini:  http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_ottobre_15/corteo-indignati-roma-1901831375928.shtml

 

da La Repubblica on line, 15 ottobre 2011

LA DIRETTA. Roma, ore di scontri e terrore durante il lunghissimo corteo degli Indignati. Gruppi incappucciati in azione, contestati dai manifestanti. La polizia interviene con idranti provocando il panico tra la folla: non accadeva da anni. In ospedale protesta dei medici: agenti seguono i feriti.

Indignati, guerriglia black bloc a Roma, la polizia carica, corteo deviato, migliaia in fuga: http://www.repubblica.it/politica/2011/10/15/dirette/indignati_proteste_in_tutto_il_mondo_roma_blindata_attese_200mila_persone-23265312/?ref=HREA-1

 

 

  1. Ryszard Ewiak
    ottobre 15, 2011 alle 10:29 pm

    Quale sarà la fine di questa crisi? La Bibbia dice: “[Il re del nord = Russia] ritornerà nel suo paese con grandi ricchezze [1945], e il suo cuore sarà contro il patto santo [l’ateismo di stato], e agirà [attività in ambito internazionale], e tornerà al suo paese [la disintegrazione dell’Unione Sovietica e del Patto di Varsavia. Le truppe russe restituito alla paese]. Al tempo fissato [il re del nord] tornerà [il terremoto economico-finanziario e politico, il disgregazione dell’Unione europea e della NATO. Le truppe russe tornerà a paesi dell’ex blocco orientale]. Ed entrerà a sud [Georgia], ma non sarà come la prima volta [1921] e come l’ultima volta [2008].” (Daniele 11:28, 29) E poi gli USA attaccherà la Russia. (Daniele 11:30a) Questo sarà una guerra nucleare. (Rivelazione 6:4) “Una grande spada” = una spada nucleare. Questo sarà “l’inizio delle doglie del parto”. (Matteo 24:7, 8)

  2. Mara
    ottobre 15, 2011 alle 10:38 pm

    Non ci vuole molto, credo. Basterebbe volerlo.. Ma allora di che parlerebbero tv, giornali, e politicanti per un giorno intero (e altri a seguire?). Armi di distrazione di massa.

  3. ottobre 16, 2011 alle 9:43 am

    «Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interni … Gli universitari? Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale . Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì».
    Francesco Cossiga – Presidente Emerito della Repubblica Italiana.
    Da Quotidiano Nazionale, 23 ottobre 2008 (http://www.senato.it/notizie/RassUffStampa/081023/jmsra.tif)

  4. Bio IX
  5. ottobre 16, 2011 alle 5:52 pm

    da Il Corriere della Sera on line, 16 ottobre 2011
    «La Rete per smascherare i black bloc» L’appello corre sui social network. Tanti i messaggi che invitano a consegnare foto e video alla polizia, come è successo per le rivolte londinesi: http://www.corriere.it/cronache/11_ottobre_16/smascheraredelinquenti-in%20rete_f4621964-f7ec-11e0-8d07-8d98f96385a3.shtml

    La strategia contro gli Indignati. «Fuoco e rivolte come ad Atene».
    Il piano degli estremisti: cancellare le proteste pacifiche stile Madrid: http://www.corriere.it/cronache/11_ottobre_16/bianconi-strategia-contro-indignati_c7cd906c-f7bb-11e0-8d07-8d98f96385a3.shtml

  6. ottobre 17, 2011 alle 2:33 pm

    ecco il “perfetto” black bloc 😉

    da La Repubblica on line, 17 ottobre 2011
    Il black bloc svela i piani di guerra. “Ci siamo addestrati in Grecia”.
    Parla un “nero”: le armi erano nascoste in piazza, è da un anno che ci prepariamo. E ancora: per noi questa è una guerra, ed è appena l’inizio. (Carlo Bonini, Giuliano Foschini): http://www.repubblica.it/politica/2011/10/17/news/black_bloc_piani-23345453/index.html?ref=HRER3-1

    da Tiscali Notizie, 17 ottobre 2011
    Scontri a Roma: studenti e giovani, ecco i nomi dei 12 arrestati: http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/11/10/17/scontri-roma-nomi-12-arrestati.html

  7. ottobre 17, 2011 alle 6:10 pm

    ed ecco qua il risultato:

    A.N.S.A., 17 ottobre 2011
    Scontri Roma:Viminale studia nuove norme. ‘Nuove misure legislative per meglio prevenire le violenze’: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2011/10/17/visualizza_new.html_671379065.html

  8. ottobre 17, 2011 alle 6:57 pm

    ma sì, facciamo fuori il Tribunale di Milano: il black bloc è già al governo 🙂

    da La Repubblica on line, 17 ottobre 2011
    Berlusconi, telefonate shock a Lavitola “Facciamo fuori il tribunale di Milano” (Giuseppe Caporale, Liana Milella):
    http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/10/17/news/berlusconi_lavitola-23345546/?ref=HRER1-1

  9. ottobre 18, 2011 alle 2:48 pm

    da Il Corriere della Sera on line, 18 ottobre 2011
    Black bloc, arrestato il ragazzo che lanciò l’estintore in piazza S. Giovanni. Ripreso dai fotografi mentre lancia il cilindro rosso: è un giovane di 24 anni con precedenti per droga. Ha tentato di giustificarsi: «Volevo spegnere l’incendio»: http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_ottobre_18/preso-ragazzo-estintore-roma-1901854481689.shtml

    Arrestato il ragazzo con l’estintore: «Pentito, ma non sono un black bloc». Ripreso mentre lancia il cilindro rosso: 24 anni, è noto con il nome di «Er Pelliccia». «Mi sono lasciato trascinare dagli avvenimenti»: http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_ottobre_18/preso-ragazzo-estintore-roma-1901854481689.shtml

    ma che cavolo di Italia stiamo creando per i nostri figli?!

    da L’Unità, 18 ottobre 2011
    Beatrice e Selene, le lacrime del 15 ottobre. (Mila Spicola): http://www.unita.it/italia/beatrice-le-lacrime-del-15-ottobre-1.343456

    dal blog di Beppe Grillo, 18 ottobre 2011
    I black bloc salveranno la Seconda Repubblica?: http://www.beppegrillo.it/2011/10/i_black_bloc_salveranno_la_seconda_repubblica/index.html

  10. Balthier
    ottobre 19, 2011 alle 12:21 am

    Hanno fatto benissimo,a cosa serviva quella protesta mongola con i cartelli che sembrava un carnevale Brasiliano??ai politici quelle proteste fanno ridere!!..ammetto che hanno sbagliato alcuni obiettivi(esempio macchine di gente comune,cittadini innocenti)dovevano distruggere solo le banche(alla fin fine nemmeno la polizia ha tanta colpa,se non di eseguire gli ordini)e distruggere i palazzi politici!!!perché i politici non sono stati sfiorati??non cambierà mai niente perché a quanto pare anche questi gruppi ribelli non hanno cervello!finalmente scendono in campo armati di coraggio e sbagliano obiettivo!se qualcuno di loro può leggere svegliatevi!!

  11. ottobre 30, 2011 alle 1:25 pm

    Un invito a leggere il post pubblicato sul blog http://www.diirittoedemocrazia.wordpress.com

    A riguardo dei black bloc

    Lo scorso 15 ottobre si sono svolte manifestazioni dei cosiddetti “indignati” in 195 città di tutto il mondo: dall’Australia e dalla Nuova Zelanda, passando per l’estremo e il medio Oriente, fino all’Europa e agli Stati Uniti d’America.

    Solo a Roma la manifestazione è degenerata in gravi disordini, devastazioni e violenti scontri con le forze dell’ordine; in nessun’altra città.

    Solo a Roma pochi violenti organizzati sono riusciti ad avere il sopravvento sui molti, moltissimi, cittadini che esprimevano pacificamente le loro idee.

    La domanda allora sorge spontanea: i black bloc sono attirati naturalmente dall’Italia, perché sanno di poter profittare di un clima politico molto confuso, di un governo debole e senza alcuna autorità, della scarsa prevenzione e della discutibile preparazione delle forze di polizia ?

    Oppure, c’è dell’altro, magari poi neanche tanto velato ?

    I più cinici, che per giunta sono anche forniti di memoria lunga, ricordano bene che la storia d’Italia è costellata di periodi drammatici, caratterizzati da momenti di forte tensione sociale.

    Appunto, la “strategia della tensione”, le “stragi di Stato”, con la connivenza, o peggio, di iniziativa dei servizi segreti deviati, la “caccia alle streghe”, prontamente individuate nei “rossi” e negli anarchici. Tanti episodi oscuri, non completamente chiariti in tutte le loro possibili implicazioni, ma che avevano, anche, l’obbiettivo di preparare il terreno e di predisporre le condizioni per favorire i tentativi di svolte autoritarie di stampo fascista.

    Anche questa volta, la prima vittima, diretta, delle azioni dei black bloc è la democrazia.

    I cittadini che intendono proporre legittimamente le loro opinioni, manifestare pacificamente nei luoghi pubblici e che, giustamente, pretendono di essere anche protetti nell’esplicazione dei diritti di democrazia, con palesi strumentalizzazioni e grande mala fede, vengono accomunati ai violenti e agli abbietti motivi di questi ultimi; non sono autorizzati i cortei delle organizzazioni sindacali, nemmeno quelli previsti in occasione dell’esercizio del diritto di sciopero da parte dei lavoratori, garantito e tutelato dalla legge.

    Addirittura, con scarso senso della legalità costituzionale, il Ministro dell’interno ha proposto di condizionare l’organizzazione di pubbliche manifestazioni e pacifici cortei di piazza alla possibilità di offrire solide garanzie patrimoniali per gli eventuali danni che si dovessero verificare !!

    C’è da riflettere, e molto: cui prodest ?

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: