Gasdotti e prese in giro.


Il gasdotto austriaco esplode (un altro!)  e il Ministro dello sviluppo economico Calenda dice che “e’ proprio per questo che ci vuole il TAP“, differenziare le linee di ingresso.

Che sono già differenziate, riceviamo il gas da 4 direttrici diverse (i gasdotti TAG, TEMP, TTPC, GreenStream).

gasdotti esistenti e in progetto (elaborazione A.N.S.A. – Centimetri, 2017)

La SNAM dice che non ci sono problemi, abbiamo enormi riserve (è vero, ben 17 miliardi di metri cubi, l’Italia è un paese esportatore di gas).

Però, in seguito all’incidente, il prezzo del gas è aumentato all’istante. Come mai?

Ci stanno prendendo per i fondelli oppure ci stanno prendendo in giro?

I metanodotti della Snam esplodono a intervalli piuttosto regolari, qua e là per il Paese. Gli incidenti avvengono spesso in seguito a banali movimenti del terreno, piccoli smottamenti, ecc.

Se la logica non è un esercizio ludico ricreativo, questo indica che i gasdotti è meglio farli in pianura, dove è più difficile, se non proprio impossibile, che i terreni franino.

Ecco l’assurdità del progetto di gasdotto “Rete Adriatica”.

L’idea che un supermetanodotto di queste dimensioni, una vera “grande opera” italiana (all’italiana?) debba essere fatta passare sui crinali dell’Appennino per centinaia di chilometri, producendo in tal modo il maggior danno possibile all’ambiente e manomettendo il già precario equilibrio idrogeologico della penisola è a dir poco incomprensibile.

L’idea che un supermetanodotto di queste dimensioni debba infilare in modo sistematico le aree più sismiche d’Italia e probabilmente d’Europa (Islanda esclusa), con un’attività tellurica spasmodica e tuttora in atto, solleva dubbi sulle capacità di raziocinio dei proponenti e dei loro sostenitori. In alternativa, solleva dubbi sull’interesse di costoro nei confronti dei cittadini, dell’ambiente in cui vivono e del paese in generale.

tracciato progetto gasdotto “Rete Adriatica” e rischio sismico (elaborazione Il Fatto Quotidiano su dati I.N.G.V.)

In quasi 15 anni di avversione a questo progetto di ecomostro abbiamo visto passare tanti governi (i vari Berlusconi, Prodi, Letta, Renzi, Gentiloni) con tanti sottosegretari e ministri, tanti Calenda di partiti diversi che però hanno sempre espresso il medesimo pensiero (avanti tutta) e, a nostro avviso, messo davanti a tutto gli interessi della “nostra” multinazionale e del “governo” di turno.

Alla fine l’impressione è che i governi se li scelgano direttamente la Snam e/o l’ENI  e che di fatto non vi siano differenze apprezzabili tra i vari, a parte il nome del ministro o del sottosegretario di turno.

Aldo Loris Cucchiarini, Gruppo d’Intervento Giuridico onlus – Marche, Comitato “No Tubo”

 

Umbria, Appennino sotto la neve

(foto S.L., archivio GrIG)

Annunci
  1. Mara
    dicembre 16, 2017 alle 9:02 am

    Sempre i soldi, i maledetti indispensabili soldi, che dirigono le attività dell’uomo. Ad alcuni non bastano mai, se ne imbottiranno la cassa da morto per riposare “da ricchi”? Chi governa dovrebbe avere come ideale primario il benessere dei cittadini e del loro ambiente: non è quasi mai così. Schifosi.

  2. febbraio 19, 2018 alle 2:50 pm

    nuovi scenari sul gas naturale nel Mediterraneo.

    da La Stampa, 19 febbraio 2018
    Giacimenti di gas, il Mediterraneo orientale è a un bivio: pace economica o nuovi conflitti. (Giordano Stabile): http://www.lastampa.it/2018/02/19/esteri/speciali/le-mappe-della-crisi/i-nuovi-giacimenti-di-gas-e-la-chance-per-una-pace-economica-nel-mediterraneo-orientale-ZGKJgNvNv9mXfVq7p0qhMJ/pagina.html

  1. dicembre 17, 2017 alle 1:20 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: