Archivio

Posts Tagged ‘cacciatore’

Il contrappasso venatorio.


Cinghiale (Sus scrofa meridionalis)

Attaccato da un Cinghiale durante una battuta di caccia, un cacciatore è stato ferito e ricoverato in ospedale. Leggi tutto…

“Non mi fai entrare nel tuo terreno per cacciare? Allora ti sparo!”


cartello “fondo chiuso – divieto di caccia”

Alla faccia dei pretesi rapporti idilliaci fra cacciatori e agricoltori di cui spesso si parla.

Mario Decandia, cacciatore ottantacinquenne di Olbia, è stato arrestato dai Carabinieri su disposizione della Magistratura in quanto avrebbe sparato ad altezza d’uomo contro un proprietario terriero di Loiri Porto S. Paolo che il giorno prima gli aveva impedito di entrare nei suoi terreni per andare a caccia. Leggi tutto…

“Idioti e criminali” armati.


pubblicità Federcaccia 2009

pubblicità Federcaccia 2009

Idioti e criminali grida su un social network una donna di Scano di Montiferro (OR) nei confronti di un cacciatore che ha sparato e ha colpito la scala esterna di casa sua, alla periferia del paese.

Un proiettile si è conficcato nel parapetto, a breve distanza da dove giocavano i propri figli. Leggi tutto…

Buona caccia!!!


Buona caccia! Leggi tutto…

Il cacciatore ha paura del Lupo cattivo.


Lupo italiano o appenninico (Canis lupus italicus)

Lupo italiano o appenninico (Canis lupus italicus)

Un branco di Lupi (Canis lupus italicus) avrebbe aggredito…..a distanza un cacciatore nelle scorse settimane nei boschi del Senese, secondo quanto raccontato sull’edizione del 4 dicembre 2014 del quotidiano La Nazione.

L’articolo è il degno seguito della favola di Cappuccetto Rosso: nel buio della sera, “il nostro cacciatore”, dopo aver avvertito la presenza del branco di Lupi prima a una distanza di 250 metri e poi di un centinaio, è salito sul tetto di un rifugio e “sul tetto della capanna ci è rimasto oltre due ore, circondato da una quindicina di lupi. Leggi tutto…

Cacciatori che si vantano d’aver ammazzato e cucinato un cinghialino.


piccolo di Cinghiale (Sus scrofa meridionalis) morto (da Facebook)

piccolo di Cinghiale (Sus scrofa meridionalis) morto (da Facebook)

Le associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno segnalato (3 dicembre 2014) per le iniziative di competenza al Corpo forestale e di vigilanza ambientale il contenuto delle dichiarazioni e commenti presenti in una discussione presente nella pagina Facebook di un cacciatore dove emerge l’uccisione di un piccolo di Cinghiale (Sus scrofa meridionalis) nel corso di una battuta di caccia non meglio identificata (“…tutto nasce in una domenica di caccia, questo piccolo esserino è stato sparato per sbaglio perché sembrava una lepre, correva così tanto”, ricorda il cacciatore). Leggi tutto…

Assassini di “altri” animali.


cane morto d'inedia nella neve

Non ci sono molte parole.

Raimondo Silveri è una guardia venatoria, rappresentante della Lega per l’Abolizione della Caccia a Grosseto, in Toscana.

Nei giorni scorsi ha trovato parecchi cani da caccia, di un cacciatore.

Morti, stremati dalla fame, dalla sete e dal freddo.

Altri moribondi.

Sono intervenuti i Carabinieri e il Servizio veterinario della A.S.L. n. 9 di Grosseto.

E’ risultato che il “padrone” aveva intestati ben 26 cani. Ne mancano all’appello almeno una quindicina. Leggi tutto…