Aggiornato il piano antincendi in Sardegna.


parco naturale Molentargius – Saline, incendio notturno (luglio 2019)

Con deliberazione Giunta regionale n. 22/3 del 23 aprile 2020 (+ allegato) è stato aggiornato il Piano antincendio 2020-2022 per la Sardegna, con disposizioni per fronteggiare il rischio di incendi in vigore dall’1 giugno 2020 al 31 ottobre 2020.

Purtroppo tuttora ben 46 Comuni sono privi del necessario Piano comunale di protezione civile contro il rischio incendi.

Ricordiamo tutti che ognuno può e deve fare la sua parte contro gli incendi: il numero verde 1515 mette in collegamento con la sala operativa del Comando Unità Carabinieri per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare (già Corpo forestale dello Stato) e del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Sardegna, analogamente agli analoghi Corpi delle altre Regioni e Province autonome.

La rapidità della comunicazione delle informazioni e degli interventi contribuisce a salvare boschi, pascoli, coste e vite umane minacciate dagli incendi, non dimentichiamolo mai!

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Cagliari, Molentargius, effetti dell’incendio a Medau su Cramu

A.N.S.A., 24 aprile 2020

Incendi: pronto piano Regione per prevenzione e lotta attiva.

Valido anche in poligoni. 46 Comuni ancora senza pianificazione.

La Giunta regionale ha varato l’aggiornamento del piano antincendi 2020-2022 che prevede, come ogni anno, dall’1 giugno al 31 ottobre una serie di limitazioni e di indicazioni per tutto il periodo di “elevato pericolo di incendio boschivo”. Vietato quindi accendere fuochi, smaltire braci; gettare dai veicoli, o comunque abbandonare sul terreno, fiammiferi, sigari o sigarette o fermare gli automezzi con la marmitta catalitica a contatto con sterpi e materiale vegetale secco. Prescrizioni anche per le basi e i poligoni militari, che dovranno dotarsi di un piano dedicato, e per condomini e comunioni private nonché titolari di hotel e discoteche confinanti con aree boscate, cespugliate o arborate.

“Il forte impegno per l’emergenza Covid-19 non può far trascurare la programmazione delle azioni della Regione su altri fronti, come quello dell’antincendio che da anni la vede impegnata per salvaguardare il patrimonio boschivo isolano, grazie all’impegno di lavoratori e volontari che con forte senso di responsabilità costituiscono la fondamentale organizzazione che affronta questa terribile piaga”, osserva il presidente della Giunta regionale, Christian Solinas.

“Anche questa estate la Regione sarà in prima fila nella lotta agli incendi per conservare e difendere il patrimonio ambientale sardo, bene insostituibile per la qualità della vita dei cittadini – ha evidenziato l’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis, con delega alla Protezione civile – Nonostante il periodo emergenziale, abbiamo voluto anticipare i tempi di approvazione delle prescrizioni rispetto agli anni precedenti (9 maggio nel 2019; 4 maggio nel 2018) a riprova dell’impegno quotidiano dell’Assessorato che pone al primo posto la sicurezza dei Sardi e il futuro della Sardegna”.

La macchina organizzativa regionale prevede come sempre la partecipazione di donne e uomini della Protezione civile, del Corpo forestale, dell’agenzia regionale Forestas e dei Vigili del fuoco. Inoltre, i Comuni, provvisti di piano comunale di protezione civile per il rischio incendi (331 su 377, ndr), “potranno avvalersi del personale e dei mezzi delle organizzazioni di volontariato di protezione civile e delle Compagnie barracellari”, conclude Lampis.

Sardegna, incendio

(foto J.I., S.D., archivio GrIG)

  1. G.Maiuscolo
    aprile 29, 2020 alle 8:57 am

    Avrei gradito un allegato, con la carta delle “zone a rischio incendio”, ma COLORATA, ( al di là della evidenziazione delle stesse) , con i livelli di pericolosità; e anche la segnalazione dei 46 comuni ancora sprovvisti di pianificazione.

    Spero il mio comune non faccia parte dei 46; me lo auguro perché sono praticamente dieci anni circa o forse di più che, ringraziando il Cielo, non subiamo questa piaga; anche se qualche idiota, di tanto in tanto ci prova.

    Serena giornata a tutti🤞

  2. Porico
    aprile 29, 2020 alle 5:09 pm

    Gli incendiari non sono solo idioti ,sono pure dei pazzi criminali. Distruggono l’ambiente , uccidono bestiame e selvaggina e, talvolta, anche esseri umani .Gli antichi Sardi-vedasi la “Carta de logu ” per esempio , punivano questo reato con pene severissime. Oggi, multe e giri di valzer con gli Avvocati , nel ginepraio del nostro mostruoso parco -leggi. Qualche volte arrivano- raramente- condanne virtuali scritte sulla carta.

  3. G.Maiuscolo
    aprile 29, 2020 alle 11:26 pm

    Lo so bene Porico, che gli incendiari sono innanzitutto criminali; quando parlavo di idiozia mi riferivo al fatto che, non considerando la gravità del loro gesto e soprattutto le conseguenze del loro gesto, costoro dimostrano di non avere alcun rispetto e men che meno attenzione per la propria vita e per quella della comunità; perché spesso essi vivono nello stesso territorio che intendono devastare e rovinando l’ambiente in cui vivono, finiscono per rendere insostenibile la loro esistenza. Chi può essere indotto a mettere in atto un simile piano, se non un demente?

    Sulle condanne virtuali, ho qualche perplessità; non sarei così pessimista o scettica, francamente; ho conosciuto una persona, anzi per meglio dire, questa persona era nota nel territorio e dopo essersi macchiata di questo orribile delitto nei confronti del territorio e dell’ambiente, credo abbia scontato anche un po’ di galera, non ricordo con precisione, ed oggi, per quel che ne so, è un’ISOLATO, uno che è …guardato a vista, con indifferenza e forse con disprezzo, non solo con attenzione, dagli altri; anche inviso.

    Insomma non è certo da invidiare ed io immagino che anche la sua vita non sia semplice, o non lo sia stata, semplice, da quell’orribile momento.

    Quanto alla “Carta De Logu”… se vuoi possiamo anche tornare indietro nel tempo, un po’ più in là, alla Preistoria, all’uomo della caverna e della clava…e, in tutti i casi, la tua ironia riferita ai ” giri di valzer con gli Avvocati”, mi fa un po’ tristezza perché dimostra quanto il cittadino, specie se onesto e corretto, abbia serie perplessità sulla efficacia del nostro ordinamento giuridico e sulle stesse leggi dello Stato che, va detto, sono state elaborate e votate per tutelare i diritti dei cittadini. (“nel ginepraio del nostro mostruoso parco -leggi. Qualche volte arrivano- raramente- condanne virtuali scritte sulla carta.”).

    Cordialità, amare.

  4. maggio 12, 2020 alle 10:47 am

    s’inizia.

    da Sardinia Post, 10 maggio 2020
    Riparte la stagione dei roghi nell’Isola: due incendi a Santa Giusta e Segariu: https://www.sardiniapost.it/cronaca/riparte-la-stagione-degli-incendi-nellisola-due-roghi-a-santa-giusta-e-segariu/

  5. giugno 6, 2020 alle 7:38 pm

    da L’Unione Sarda, 6 giugno 2020
    GIORNATA DI FUOCO. Diciotto roghi in poche ore. A Quartucciu interviene anche l’elicottero.
    Superlavoro per le squadre regionali anti-incendio in diverse zone dell’Isola: https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/provincia-cagliari/2020/06/06/diciotto-roghi-in-poche-ore-a-quartucciu-interviene-anche-l-elico-136-1026480.html

    ————–

    IN LAGUNA. Fiamme nella notte tra i canneti dello stagno di Cabras.
    L’incendio scaturito dalla vegetazione secca: https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/oristano-provincia/2020/06/06/fiamme-nella-notte-tra-i-canneti-dello-stagno-di-cabras-136-1026377.html

    • G.Maiuscolo
      giugno 6, 2020 alle 8:25 pm

      Si mancada fetti su fogu…e seusu a postu! ( Ci manca soltanto il fuoco e …siamo sistemati!)😢

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: