Cagliari, noi speriamo che ce la caviamo…


Cagliari, Università degli Studi, complesso Sa Duchessa (foto Dietrich Steinmetz)

Un intero edifico del polo universitario cagliaritano di Sa Duchessa è venuto giù nella serata di martedi 18 ottobre 2022.

Solo qualche ora prima era pieno di studenti, docenti, personale ausiliario.

Per fortuna nessuna vittima.

Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari, poco dopo essersi recato sul posto, ha affermato che il “crollo è avvenuto quando le lezioni erano già concluse”.

Meno male che ci ha reso edotti tutti, da soli non ci saremmo mai arrivati.

Il suo pensiero è stato chiaro e lapidario: “il Signore ci ha graziati”.

Ha pienamente ragione.

Cagliari, Università degli Studi, complesso Sa Duchessa, struttura crollata (ott. 2022, foto Dietrich Steinmetz)

I Cagliaritani e chi frequenta la Città per ragioni di lavoro, di studio, turistiche sono esclusivamente nelle mani di Dio.

Chi gestisce la res publica in questa Città, lì, nell’Isola alla deriva nel Mediterraneo occidentale, lo fa a sua insaputa e, quando lo sa, spesso a sua incapacità.

Il sindaco Truzzu ce lo fa capire quotidianamente, fra strade strette dominate da sciagurate piste ciclabili scarsamente frequentate e impuniti parcheggi in doppia fila o con piste ciclabili destinate a sprecar soldi pubblici e a far lievitare il numero degli incidenti stradali ovvero con campagne pubblicitarie degne di Nosferatu e con la sua voglia di passare alla storia cambiando i connotati a veri e propri simboli della Città.

Sempre a Cagliari, qualche anno fa il crollo di un soffitto nel Liceo “G.M. Dettori”, oltre alla chiusura per lungo tempo della scuola, portò alla luce una situazione assurda: nella Provincia solo 5 scuole superiori su 75 avevano il certificato di agibilità, pur essendo disponibili ben 170 milioni di euro.

Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari Francesco Mola, docente di statistica, ha affermato sconcertato che si è trattato di “un fulmine a ciel sereno”, aggiungendo che “non c’è stato nessun segnale che si potesse verificare quanto accaduto. Gli edifici delle nostre facoltà vengono ispezionati regolarmente. Nell’aula crollata l’ultima manutenzione ordinaria era stata effettuata tre o quattro anni fa. Non c’è stata nessuna avvisaglia, nessuna crepa o un rumore che potesse far pensare a un simile cedimento”.

In realtà, crepe e filature erano state recentemente fotografate nell’edificio crollato da vari studenti.

E, statisticamente, forse un dubbio poteva venire.

Chi vive e frequenta Cagliari è davvero nelle mani di Dio, anche e soprattutto per incapacità umane.

Ne sono un eloquente segnale, a puro titolo di esempio, gli incidenti stradali e i pedoni investiti nella trafficata Via Cadello: solo nei primi sei mesi del 2022, fra i tanti, un bimbo di 15 mesi venne travolto e ucciso sulle strisce pedonali l’1 febbraio scorso, il 28 aprile venne sfondata una vetrina con un’auto, il 19 agosto un ubriaco tamponava un altro veicolo. Non si contano incidenti e investimenti avvenuti in questi ultimi anni, fra morti e scontri frontali.  

Basterebbe inserire sulla sede stradale alcuni dissuasori o attraversamenti rialzati per moderare la velocità, prima causa degli incidenti in una strada troppo spesso scambiata per un circuito di Formula 1.

Tante richieste, un’esigenza pressante, nessun intervento.

Cagliari, Via Asti, attraversamento rialzato

In compenso l’attraversamento rialzato è giunto in Via Asti, strada angusta dove nessun’auto s’azzarda a correre e dove non si ricorda un investimento di malcapitati pedoni negli ultimi 500 anni.

Sì, chi vive e frequenta Cagliari è davvero nelle mani di Dio, però la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari vuol verificare se esistano responsabilità nel crollo dell’edificio universitario e ha messo l’intero complesso sotto sequestro.          

Perché aiutati che Dio t’aiuta.

Stefano Deliperi, Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG)

Cagliari, Palazzo di Giustizia

(foto Dietrich Steinmetz, S.D., archivio GrIG)

  1. Francesco Utzeri
    ottobre 20, 2022 alle 5:04 am

    Meno male che il Signore misericordioso tende la sua “generosa” mano, in soccorso del suo devoto sindaco, per cui nulla di tragico ci puo’ capitare, neanche una possibile catastrofe causata da “un fulmine a ciel sereno”. Egli veglia su di noi, e il suo debvito pastore Paolo ne testimonia l’infinita bontà. Amen.

    • giulio
      ottobre 20, 2022 alle 10:36 am

      Amen
      🙂

  2. ottobre 20, 2022 alle 2:58 PM

    A.N.S.A., 20 ottobre 2022
    Crollo Università: Polizia sequestra atti lavori edificio.
    Sentiti studenti e docenti che hanno fatto lezione il 18: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/10/20/-crollo-universita-polizia-sequestra-atti-lavori-edificio-_85cacec1-ff38-4c37-a905-df966a1c7373.html

    _________________________

    da L’Unione Sarda, 20 ottobre 2022
    Il crollo all’Università di Cagliari: “Quelle crepe e quei rumori inquietanti”, indaga la Procura.
    Aperto un fascicolo che ipotizza il crollo e il disastro colposi, sigilli a tutta l’area: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/il-crollo-alluniversita-di-cagliari-quelle-crepe-e-quei-rumori-inquietanti-indaga-la-procura-jqz0lmr9

    ——————

    LA SVOLTA. Cagliari, quattro indagati per il crollo all’Università.
    Gli avvisi di garanzia sono atti dovuti per consentire la nomina di periti di parte: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/cagliari-quattro-indagati-per-il-crollo-alluniversita-u8ir69hj

    —————–

    Cagliari, nell’aula crollata rumori e scricchiolii durante l’ultima lezione. L’audio choc: “Speriamo non cada niente”.
    Secondo gli investigatori che indagano per disastro e crollo colposo qualcosa di pericoloso nella palazzina universitaria stava per accadere già dal pomeriggio di martedì, quando a lezione c’erano più di cento studenti: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/cagliari-nellaula-crollata-rumori-e-scricchiolii-durante-lultima-lezione-laudio-choc-speriamo-non-cada-niente-wyjovywu

  3. ottobre 21, 2022 alle 2:53 PM

    forse si sta iniziando ad abusare della protezione divina.

    da Sardinia Post, 21 ottobre 2022
    Ancora un crollo a Cagliari: cede il tetto nella sede degli Erasmus: https://www.sardiniapost.it/cronaca/cagliari-crolla-parete-di-cartongesso-nella-sede-erasmus-due-impiegati-illesi/

    _______________

    da L’Unione Sarda, 21 ottobre 2022
    VIA SAN GIORGIO. Crolla un soffitto di cartongesso nella sede degli uffici Erasmus: paura a Cagliari.
    Due impiegati presenti quando si è verificato il cedimento. L’accesso al locale è interdetto, verifiche in corso: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/crolla-una-parte-di-cartongesso-nella-sede-degli-uffici-erasmus-paura-a-cagliari-k0ndod1a

  4. ottobre 23, 2022 alle 4:59 PM

    Meno male che mia figlia è tornata casa. Era lì due ore prima. E la grande si trovava al Dettori quando il soffitto aveva cominciato a sgretolarsi. Lo stato di degrado in cui versano scuole università pubbliche è inversamente proporzionale alla considerazione di chi ci ha governato finora (non voglio neanche immaginare che cosa accadrà con chi si appresta a farlo adesso) nei confronti del diritto allo studio.

  5. ottobre 24, 2022 alle 2:44 PM

    A.N.S.A., 24 ottobre 2022
    Crollo Università: studenti, scricchiolii già giorni prima.
    Acquisiti dalla Squadra Mobile di Cagliari altri audio e video. (https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/10/24/crollo-universita-studenti-scricchiolii-gia-giorni-prima_06f27d26-ba18-4d1e-be5b-ce5ed04385bb.html)

    Un cedimento annunciato? La risposta arriverà dalle perizie che stanno effettuando gli esperti della Procura e quelli di parte nell’inchiesta sul crollo dell’edificio che ospitava la Facoltà di Lingue all’interno del complesso universitario di Sa Duchessa, a Cagliari.

    Oltre alle foto che documentano crepe sul soffitto e sui muri dello stabile collassato, alcuni studenti hanno raccontato agli investigatori della Squadra Mobile, che si stanno occupando dell’indagine, di aver udito degli scricchiolii durante le lezioni parecchi giorni prima del 18 ottobre, quando poco prima delle 22 si è verificato il crollo, fortunatamente con le aule vuote.

    Tutte le testimonianze, così come gli audio e i video dei ragazzi, sono già stati acquisiti dalla Mobile, coordinata dal dirigente Fabrizio Mustaro, e saranno trasferiti sul tavolo del pm titolare dell’inchiesta, Giangiacomo Pili. Quattro al momento gli indagati per crollo colposo di edificio e distastro colposo, un atto dovuto per consentire la nomina dei periti di parte negli atti urgenti disposti dalla Procura. Gli avvisi di garanzia hanno raggiunto il rettore Francesco Mola, il direttore generale dell’Ateneo Aldo Urru, la dirigente del settore manutenzioni, investimenti e impianti, Antonella Sanna, e Agostino Zirulia, tecnico nello stesso ufficio.
    Nel frattempo, prosegue la verifica su tutta la documentazione sequestrata dalla Polizia negli uffici dell’Università e relativa ai lavori effettuati nella struttura crollata: i periti dovranno visionare i progetti, i capitolati e le comunicazioni con le ditte che si sono occupate degli interventi in questi ultimi anni. Alcuni studenti hanno parlato di un restyling delle aule e degli arredi terminato proco prima della ripresa delle lezioni. Dichiarazioni che ora dovranno trovare riscontro nei documenti.

  6. ottobre 24, 2022 alle 10:36 PM

    da Sardinia Post, 24 ottobre 2022
    Università, lezioni sospese al Magistero per nuove verifiche. In Procura le testimonianze degli studenti: https://www.sardiniapost.it/cronaca/universita-lezione-sospese-al-magistero-per-nuove-verifiche-in-procura-le-testimonianze-degli-studenti/

  7. novembre 2, 2022 alle 10:04 PM

    A.N.S.A., 2 novembre 2022
    Crollo all’Università di Cagliari, altri sette indagati.
    Inchiesta della Procura per disastro colposo e crollo colposo: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/11/02/crollo-alluniversita-di-cagliari-altri-sette-indagati_a7e6b3d1-d1cb-49bb-ae88-95b5dcf057c3.html

  8. novembre 16, 2022 alle 7:03 PM

    da L’Unione Sarda, 16 novembre 2022
    IL SOPRALLUOGO. Cagliari, crollo all’Università: vigili e tecnici al lavoro tra le macerie, chiusa la facoltà di Sa Duchessa.
    Niente lezioni né lauree, proseguono le indagini sulle cause del cedimento che poteva causare una strage: https://www.unionesarda.it/news-sardegna/cagliari/cagliari-crollo-alluniversita-vigili-e-tecnici-al-lavoro-tra-le-macerie-chiusa-la-facolta-di-sa-duchessa-tatrvrnl

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: