Stop all’impianto di produzione di biometano a Ponzano Romano!


paesaggio agrario

paesaggio agrario (foto Benthos)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (28 giugno 2018) un atto di intervento con “osservazioni” nel procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) relativo al progetto “Impianto per il compostaggio e la digestione anaerobica di rifiuti organici di natura agro-industriale da raccolta differenziata con produzione di biometano e CO2” della Sogliano Ambiente s.p.a. in località Brecceto, in Comune di Ponzano Romano (RM).

La richiesta è chiara e netta: la dichiarazione di improcedibilità o di diniego di compatibilità ambientale per evidente contrasto con le misure di tutela ambientale esistenti per il paesaggio agricolo a ridosso del Fiume Tevere.

Coinvolta la Regione Lazio (titolare del procedimento di V.I.A.), il Ministero per i beni e attività culturali e il turismo, la Città metropolitana di Roma Capitale.

centrale a biomassa

centrale a biomassa

Secondo le dichiarazioni della Società energetica, l’impianto sarebbe basato sul processo di digestione anaerobica di rifiuti organici di natura agro-industriale prodotti dalla raccolta differenziata con produzione di compost di qualità e biometano da immettere nella rete di distribuzione nazionale con recupero di CO2: la capacità di trattamento dichiarata è di 130.000 tonnellate/anno di cui 105.000 FORSU e 25.000 VERDE,  con la produzione dichiarata di 4.986.000 Nmc/anno di biometano, di 19276 Tons/anno di compost di qualità, di 4.986.000 Nmc/anno di CO2.

Numerose le disposizioni di legge a salvaguardia dell’area agricola (e così classificata nello strumento urbanistico comunale) a due passi dal Tevere: si tratta di un’area a uso civico, appartenente al demanio civico (legge n. 1766/1927 e s.m.i., regio decreto n. 332/1928 e s.m.i., legge n. 168/2017) di Ponzano Romano, tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e dal piano territoriale paesaggistico regionale (P.T.P.R.) – Ambito territoriale n. 4 “Valle del Tevere”, con disposizioni che vietano ogni insediamento industriale.   La zona è contigua al sito archeologico di Monte Ramiano, tutelato con vincolo storico-culturale (artt. 10 e ss. del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.).

La campagna romana lungo il Tevere non può essere sede di ulteriori insediamenti industriali inquinanti.  Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus è al fianco del Comitato per la tutela della Valle del Tevere e delle amministrazioni locali che si battono per la difesa del patrimonio ambientale e storico-culturale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

campo di mais

campo di mais

(foto da mailing list ambientalista, Benthos, S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. giugno 28, 2018 alle 9:19 pm

    da Sabina TV, 28 giugno 2018
    CENTRALE A BIOGAS DI PONZANO, RICHIESTA UFFICIALE SULLA VALUTAZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE: http://www.sabiniatv.it/centrale-a-biogas-di-ponzano-richiesta-ufficiale-sulla-valutazione-dellimpatto-ambientale-42547/

    ________________________

    dal blog di Salviamo il Paesaggio Roma, 28 giugno 2018
    Impianto di Biometano a Ponzano Romano, le associazioni chiedono lo stop: http://www.salviamoilpaesaggio.roma.it/2018/06/impianto-di-biometano-a-ponzano-romano-le-associazioni-chiedono-lo-stop/

  1. giugno 28, 2018 alle 4:55 pm
  2. giugno 29, 2018 alle 1:07 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: