No e ancora no allo scempio della Tuscia!


Tuscania, simulazione inserimento centrale eolica nel territorio

Altura, Amici della Terra, Assotuscania, Forum Ambientalilsta, GRIG, Italia Nostra, Lipu, Mountain Wilderness, hanno presentato al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) le osservazioni allegate per dire no allo scempio eolico nella Tuscia, contro il progetto che mira ad installare nel comune di Tuscania (VT) 16 mega pale eoliche alte 250 metri, le più alte mai viste in Europa, destinate a stravolgere per sempre il paesaggio di tutto il comprensorio.

L’impianto verrebbe realizzato in un territorio di grande pregio paesaggistico e faunistico, danneggiandone il valore.

L’area ospita infatti una delle popolazioni più importanti del Lazio di un rapace, l’Albanella minore (Circus pygargus), e una delle colonie riproduttive del Lazio di due chirotteri, il Ferro di cavallo euriale (Rhinolophus euryale) e Vespertilio smarginato (Myotis emarginatus), tutte specie di interesse comunitario.

centrale eolica

Si tratta dell’impianto proposto dalla WPD San Giuliano S.r.l. che prevede 10 turbine in località “Mandria Casaletto” a nord del centro urbano di Tuscania, e 6 turbine in località “San Giuliano” a sud della cittadina, con aerogeneratori da 5,625 MW, potenza complessiva pari a 90 MW, collegati tra di loro mediante un cavidotto in media tensione interrato e una stazione di utenza ubicata nel territorio di Arlena di Castro (VT), in località “Cioccatello”.

In particolare la produttività annua degli impianti riportata dai proponenti appare esagerata: anziché 324.211,8 MWh/anno, in base ai dati del GSE si ritiene molto più verosimile che gli impianti possano produrre una quantità di energia annua pari a 170.000 MWh, a fronte di un danno irreparabile che verrebbe provocato alla natura e al paesaggio di questo straordinario territorio.

Tuscia, paesaggio agrario

Le Associazioni che hanno inviato le osservazioni al MATTM auspicano che le amministrazioni locali che avranno voce in capitolo nel procedimento partecipato della VIA, prendano posizione contro questo progetto, senza farsi confondere da promesse compensative illusorie e che comunque non potrebbero mai bilanciare la rovina del territorio che le pale eoliche provocherebbe (vedere il rendering per rendersi conto!).

Tuscania, Duomo

Si fa inoltre notare, che l’area  interessata  dal  progetto  è  sostanzialmente  la  medesima che doveva ospitare l’impianto fotovoltaico a terra della potenza di circa 150 MWp proposto dalla DCS S.r.l., in località Pian di Vico, riguardo al quale il Governo, con delibera dell’11 giugno 2020, ha accolto l’opposizione del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo (avverso all’autorizzazione della Regione Lazio) in considerazione proprio dell’impatto dell’impianto sul contesto paesaggistico-ambientale e storico-culturale. Le Associazioni dichiarano fin da ora il loro totale sostegno alle azioni che la Soprintendenza e il MiBACT vorranno intraprendere.

Altura

Amici della terra

AssoTuscania

Forum ambientalista

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus – GrIG

Italia Nostra

LipuBirdLife Italia

Mountain Wilderness

Tuscania, rosone del Duomo romanico

(simulazione progettuale, foto S.D., archivio GrIG)

  1. ottobre 4, 2020 alle 10:30 am

    Jannik Splidsboel, il regista danese del film-documentario “Days in Maremma” (che consiglio vivamente di vedere) aveva anticipato nel lontano 2013, dopo due anni di lavoro, cosa sarebbe accaduto al paesaggio e alle economie tradizionali presenti in un territoriio e un paesaggio veramente straordinari anche storicamente.
    Ora, contro la Costituzione e persino la logica economica, continua l’opera predatoria che va dai chilometri quadrati di pannelli solari a queste pale da cui si potrà anche vedere Roma per arrivare alla famigerata Autostrada tirrenica che nel tratto da Civitavecchia a Tarquinia ha sostituito la SS 1 Aurelia con un inutile (per i cittadini) tratto a pagamento ma prezioso in prospettiva per i percettori della rendita finanziaria.
    Nel frattempo, la Maremma che ha perso con Nicola Caracciolo un autentico difensore e protagonista di battaglie e convegni dal nucleare al carbone, dalla SAT al geotermico dell’Amiata, all’eolico insensato e si ritrova con una classe politica che, a prescindere da qualche non apprezzabile differenza di colore, rimane la protagonista dello scempio in corso affiancata da pseudoimprenditori di nuove barbarie incentivate persino dallo Stato.

  2. ottobre 4, 2020 alle 12:53 pm

    da New Tuscia, 5 ottobre 2020
    Contro il mega impianto eolico, Assotuscania passa all’azione: http://www.newtuscia.it/2020/10/05/mega-impianto-eolico-assotuscania-passa-allazione/

    ______________

    da Tuscia Web, 5 ottobre 2020
    No all’eolico, presentate le osservazioni al ministero dell’Ambiente:http://www.tusciaweb.eu/2020/10/no-alleolico-presentate-le-osservazioni-al-ministero-dellambiente/

    _________________

    da Tuscia Up, 4 ottobre 2020
    Inviate al Ministero dell’Ambiente le osservazioni contro ulteriori pale eoliche a Tuscania: https://www.tusciaup.com/inviate-al-ministero-dellambiente-le-osservazioni-contro-ulteriori-pale-eoliche-a-tuscania/176050

    __________________

    da La Fune, 4 ottobre 2020
    Inviate al Ministero dell’Ambiente le osservazioni contro le pale eoliche giganti a Tuscania: https://www.lafune.eu/inviate-al-ministero-dellambiente-le-osservazioni-contro-le-pale-eoliche-giganti-a-tuscania/

    ________________________

    da La Città, 4 ottobre 2020
    Inviate al Ministero dell’Ambiente le osservazioni contro ulteriori pale eoliche a Tuscania: http://www.lacitta.eu/cronaca/56040-inviate-al-ministero-dell-ambiente-le-osservazioni-contro-ulteriori-pale-eoliche-a-tuscania.html

    ________________

    da On Tuscia, 4 ottobre 2020
    Italia Nostra su impianto pale eoliche a Tuscania: “La Tuscia ha davvero bisogno di nuove installazioni da fonti rinnovabili?”: https://www.ontuscia.it/economia/italia-nostra-su-impianto-pale-eoliche-a-tuscania-la-tuscia-ha-davvero-bisogno-di-nuove-installazioni-da-fonti-rinnovabili-326867

    _______________

    da Per il Bene di Tarquinia, 3 ottobre 2020
    Eolico: A Tuscania il progetto di un impianto con aerogeneratori tra i più grandi del mondo le associazioni ambientaliste inviano le osservazioni alla VIA Nazionale: http://www.perilbeneditarquinia.it/2020/10/03/eolico-a-tuscania-il-progetto-di-un-impianto-con-aerogeneratori-tra-i-piu-grandi-del-mondo-le-associazioni-ambientaliste-inviano-le-osservazioni-alla-via-nazionale/

  3. tophet
    ottobre 4, 2020 alle 6:10 pm

    Come in Sardegna

  4. Giorgio Pelosio
    ottobre 4, 2020 alle 11:15 pm

    Oltre all’ aspetto devastante dal punto di vista paesaggistico ambientale non viene preso in considerazione un altro fattore fondamentale : le pale eoliche generano gli infrasuoni fino a km di distanza che possono allontanare gli animali presenti infatti negli USA li hanno vietati nei parchi

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: