In corso di revisione la direttiva comunitaria sulla valutazione di impatto ambientale.


Grifoni (Gyps fulvus) e Volpe (Vulpes vulpes), foto di Domenico Ruiu (www.domenicoruiu.it)

Grifoni (Gyps fulvus) e Volpe (Vulpes vulpes), foto di Domenico Ruiu (www.domenicoruiu.it)

La Commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare del Parlamento europeo ha approvato a maggioranza la relazione “sulla proposta di direttiva del Paramento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2011/92/UE concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati” dell’ on. Andrea Zanoni (A.L.D.E.).

Ora, come previsto dalla procedura di adozione definitiva della direttiva, il testo andrà al vaglio dell’Assemblea plenaria del Parlamento europeo e successivamente all’esame degli Stati membri riuniti nel Consiglio dell’Unione europea

Comunque sarà una direttiva V.I.A. molto più efficace per la concreta difesa dell’ambiente e delle risorse naturali.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Appennino, boschi dell'Umbria

Appennino, boschi dell’Umbria

La Commissione Ambiente ENVI approva una nuova direttiva VIA più verde.

La Commissione Ambiente (ENVI) del Parlamento europeo approva il testo della nuova Direttiva di Valutazione d’Impatto Ambientale di Andrea Zanoni (ALDE). Maggior coinvolgimento dei cittadini, VIA obbligatoria per il gas di scisto (shale gas), lotta al conflitto d’interessi, monitoraggio ex post, sanzioni e protezione della biodiversità.

Zanoni: “Passo fondamentale verso una maggior protezione dell’ambiente e della nostra salute in tutta Europa

La commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare ha approvato (48 voti a favore e 15 contrari) la relazione “sulla proposta di direttiva del Paramento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2011/92/UE concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati” (ad esempio autostrade, discariche, cave, ponti, cementifici e inceneritori) di cui è relatore per il Parlamento europeo l’eurodeputato ALDE Andrea Zanoni. “Con questo testo viene stravolta l’attuale direttiva VIA, viene data più voce ai cittadini nel processo decisionale, viene inserita una norma contro il conflitto d’interessi che troppo spesso vede coincidere il committente di un progetto e la persona che deve valutare la sostenibilità ambientale nonché si risponde in modo efficace alle sfide globali del XXI secolo come l’esplorazione e l’estrazione di gas di scisto”, ha commentato Zanoni. Il testo finale ha visto l’approvazione delle proposte presentate da Zanoni volte a rafforzare la tutela ambientale della direttiva.

Ho chiesto e ottenuto un maggior coinvolgimento dei cittadini interessati nel processo decisionale, la lotta al conflitto di interessi, l’inclusione nell’allegato I, ovvero tra le opere per le quali la VIA è obbligatoria, dei progetti sui gas non convenzionali come il gas di scisto, misure correttive in caso il monitoraggio ex-post di un progetto riveli eventuali effetti negativi e sanzioni proporzionate e dissuasive in caso di violazione alle norme nazionali che derivano da questa direttiva”, spiega Zanoni.

Bene, e pertanto approvata, la proposta originale della Commissione che ha introdotto la biodiversità, l’uso efficiente delle risorse naturali e i rischi di catastrofi naturali e di origine umana tra i fattori sui quali si devono valutare gli impatti di un progetto, nonché una maggior attenzione all’effetto cumulativo dell’impatto ambientale di più progetti nella stessa zona e contro il cosiddetto “salami slicing” ovvero la valutazione ambientale di parte separate di un singolo progetto“, aggiunge l’eurodeputato.

Questa è solo la prima tappa. Adesso il testo verrà votato dall’intero Parlamento europeo, verosimilmente tra settembre e ottobre, dove mi auguro troverà un largo consenso. La tutela dell’ambiente e della nostra salute vengono prima di ogni altro interesse”, conclude l’eurodeputato.

Firenze, Campo di Marte, ingresso del tunnel dell'alta velocità ferroviaria

Firenze, Campo di Marte, ingresso del tunnel dell’alta velocità ferroviaria

BACKGROUND

La votazione di oggi si iscrive nel processo di revisione della Direttiva 2011/92/UE sulla valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, un testo che non è stato modificato negli ultimi 28 anni. Circa 200 tipologie di progetti rientrano nel suo campo d’applicazione, dalla costruzione di ponti, porti, autostrade, discariche di rifiuti, fino agli allevamenti intensivi di pollame o suini. Nei suoi 28 anni di applicazione, la normativa ha ricevuto solo 3 modifiche marginali. Un suo radicale aggiornamento era necessario alla luce della strategia per la protezione del suolo, la tabella di marcia per un’Europa efficiente nell’impiego delle risorse e la strategia Europa 2020, insomma dotare l’Unione europea a di uno strumento operativo fondamentale per rispondere alle sfide globali del XXI secolo.

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV

Molentargius, impianti salinieri

Molentargius, impianti salinieri

(foto Domenico Ruiu, E.R., S.L., S.D., archivio GrIG)

  1. Occhio nudo
    luglio 15, 2013 alle 8:11 am

    Bellissima foto, grande colpo di fortuna!

  2. luglio 15, 2013 alle 9:27 am

    Sì, bellissima foto ma importantissima la notizia! Ciao. Osv.

  3. Mara
    luglio 15, 2013 alle 11:57 am

    Un GRAZIE sentito all’Onorevole Zanoni. Lui sì che può fregiarsi del titolo…

  4. Nico
    luglio 15, 2013 alle 3:36 PM

    spero che la nuova direttiva sia una conquista per la gente comune e non per i soliti interessi forti

  5. luglio 16, 2013 alle 2:57 PM

    dal sito web di Andrea Zanoni, 15 luglio 2013
    Vi presento la nuova Valutazione d’Impatto Ambientale: http://www.andreazanoni.it/it/news/vi-presento-la-nuova-valutazione-d-impatto-ambientale.html

  6. luglio 18, 2013 alle 10:06 am

    L’ha ribloggato su Fabio Argiolas.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: