Home > biodiversità, coste, difesa del territorio, mare, paesaggio, parchi naturali, pianificazione, società, sostenibilità ambientale > Il Comune di Alghero afferma che chioschi e servizi balneari non possono esser realizzati su dune e fasce di rispetto al Porticciolo di Alghero.

Il Comune di Alghero afferma che chioschi e servizi balneari non possono esser realizzati su dune e fasce di rispetto al Porticciolo di Alghero.


Giglio di mare (Pancratium maritimum)

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

Il Comune di Alghero (Settore II – Servizio Demanio marittimo), con determinazione n. 1379 dell’8 luglio 2016, ha affermato chiaramente che “in nessun modo le superfici eventualmente occupate da dune e compendi dunali, compresa la fascia di rispetto distante, di norma, 5 m dal piede del settore dunale (rif. art.21 delleLinee Guida per la predisposizione del Piano di Utilizzo dei Litorali con finalità turistico ricreativa’)” potranno esser interessati da chioschi e servizi balneari al Porticciolo e, ovviamente, lungo tutto il litorale algherese.

Solo così, per la stagione balneare 2016, potrà esser rilasciata la concessione demaniale marittima sulla spiaggia del Porticcioloper una superficie che verrà determinata solo dopo la presentazione di nuova planimetria in cui non si preveda l’occupazione del sistema dunale”.

Alghero, Il Porticciolo, chiosco e servizi balneari (luglio 2015)

Alghero, Il Porticciolo, chiosco e servizi balneari (luglio 2015)

Al di là delle contestazioni, spesso fuori luogo, e di puerili e scorrette iniziative per scaricare su associazioni ecologiste e privati cittadini la colpa della mancata installazione dei servizi balneari, la Porticciolo s.r.l. sa che cosa deve fare per ottenerla.

Sono state considerate “non accoglibili ed in parte non pertinenti” le osservazioni presentate dalla stessa Porticciolo s.r.l. in seguito al provvedimento n. 23055 del 22 aprile 2016,[1] con cui il S.U.A.P. del Comune di Alghero ha dichiarato l’improcedibilità dell’istanza della Porticciolo s.r.l. per il rilascio della concessione demaniale marittima per chiosco e servizi balneari.

La motivazione del provvedimento di dichiarazione di improcedibilità è stata estremamente chiara: “…si rileva che le strutture e l’area oggetto di richiesta insistono effettivamente ancora sul sistema dunale … per quanto sopra, non sussistono i presupposti per il rilascio della Concessione Demaniale Marittima”.  Ciò in base ai pareri dell’Azienda speciale Parco naturale regionale di Porto Conte (note nn. 282 del 9 marzo 2016 e 305 del 15 marzo 2016) e del Servizio valutazioni ambientali (S.V.A.) della Regione autonoma della Sardegna (nota n. 5541 del 17 marzo 2016), resi in sede di conferenza di servizi (23 marzo e 20 aprile 2016).

dune

dune

Riguardo alla conferenza di servizi del 15 giugno 2016, richiesta dalla Società turistica, pur avendo registrato esito favorevole per gli altri distinti pareri endoprocedimentali, si precisa e specifica quanto segue: ‘il rilascio del provvedimento unico è condizionato alla acquisizione della concessione demaniale marittima di competenza dell’Ufficio Demanio Comunale”.

Chioschi e servizi balneari non si possono mettere sulle dune: è scritto chiaramente nell’art. 3 dell’Ordinanza balneare regionale 2016.

Il Comune di Alghero ha rispettato la legge ed è quanto il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus chiede sistematicamente da tempo.

E’ ovvio, infine, che le spiagge debbano esser pulite[2], così com’è ovvio che i bagnanti non debbano sporcarle.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

________________

[1] La motivazione del provvedimento di dichiarazione di improcedibilità è stata estremamente chiara: “…si rileva che le strutture e l’area oggetto di richiesta insistono effettivamente ancora sul sistema dunale … per quanto sopra, non sussistono i presupposti per il rilascio della Concessione Demaniale Marittima”.  Ciò in base ai pareri dell’Azienda speciale Parco naturale regionale di Porto Conte (note nn. 282 del 9 marzo 2016 e 305 del 15 marzo 2016) e del Servizio valutazioni ambientali (S.V.A.) della Regione autonoma della Sardegna (nota n. 5541 del 17 marzo 2016), resi in sede di conferenza di servizi (23 marzo e 20 aprile 2016).

[2] La competenza per la pulizia delle spiagge è dei Comuni territorialmente interessati, ai sensi dell’art. 2, comma 1°, dell’ Ordinanza balneare regionale 2016, che testualmente dispone: “nelle spiagge libere, ovvero nei tratti di spiaggia libera, l’accesso agli utenti diversamente abili, l’igiene, la pulizia, i servizi igienici e di primo soccorso devono essere assicurati dalle Amministrazioni comunali“.

 

Alghero, Bastioni e centro storico

Alghero, Bastioni e centro storico

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

 

Advertisements
  1. luglio 10, 2016 alle 12:20 pm

    La ragione prevale, finalmente! Grazie GrIG!

    • luglio 10, 2016 alle 12:26 pm

      🙂

      • luigi picinelli
        agosto 4, 2016 alle 7:02 pm

        E si : grazie grig , avete preso proprio un bel granchio , voi ed il comune di Alghero . Adesso chi ne pagherà le conseguenze, se la porticciolo srl avrà diritto ad un risarcimento danni ?

      • agosto 4, 2016 alle 9:57 pm

        buonasera sig. Picinelli, se vuol trovare granchi, vada a cercarli in mare, fra gli scogli.
        Noi del GrIG abbiamo chiesto il rispetto delle normativa a tutela delle dune esplicitamente disposta fra l’altro dall’art. 3 dell’Ordinanza balneare regionale sarda (“E’ sempre vietata la sosta e/o l’occupazione, ancorché temporanea, il calpestio delle dune e della relativa vegetazione. Per dune si intendono accumuli sabbiosi situati nell’area retrostante la spiaggia, disposti parallelamente alla linea di costa, di forma irregolare dipendente dalla direzione dei venti dominanti.”, vds. https://www.regione.sardegna.it/documenti/1_38_20160518111626.pdf).
        Norma che vale al Porticciolo, lungo tutto il litorale algherese, lungo tutte le coste sarde.
        Suppongo che lei sappia che le associazioni ecologiste, come qualsiasi cittadino, hanno poteri di impulso, di segnalazione, diritti all’informazione ambientale, ma non fanno provvedimenti amministrativi. Non è il loro ruolo.
        Se si riferisce all’ordinanza T.A.R. Sardegna, Sez. I, 4 agosto 2016, n. 192 (vds. https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/AmministrazionePortale/DocumentViewer/index.html?ddocname=XPACTNSYV5BPOIXMSZBZ2QXET4&q=) che sospende il provvedimento del Comune di Alghero che chiedeva un nuovo progetto per il chiosco del Porticciolo che a lei sta tanto a cuore, saprà che è un provvedimento cautelare, non esaurisce il giudizio e non da diritto ad alcun risarcimento del danno. In questa sede compensa anche le spese.
        Ovviamente non dice – e non può dire – che chiosco e ombrelloni si posson mettere sulle dune.
        Buona serata.

        Stefano Deliperi

      • luigi picinelli
        agosto 4, 2016 alle 10:38 pm

        Buonasera a Lei sig. Deliperi , dal commento acido deduco che di aver colpito nel segno . Per quello che riguarda i granchi posso sicuramente ( visto che provengo da una famiglia che da generazioni pratica la pesca ) insegnarle come si pescano , si cucinano e sopratutto si mangiano. Per quello che riguarda la questione in oggetto il tar ha sospeso il provvedimento, quindi ha sconfessato , di fatto , l’operato del comune , non giriamoci attorno. Una delle cose che sta a cuore a me , è che i soldi pubblici siano spesi bene , perché vede , a me il lavoro costa fatica e se le le mie tasse vengono usate per pagare avvocati , come in questo caso , sapendo bene che si perde , allora la cosa mi fa adirare , e molto . Adesso mi permetta di darle un consiglio : la smetta di denigrare chiunque esprime una posizione che si discosta dalla sua , fa un torto a quel bambino che Lei un tempo è stato.

      • agosto 4, 2016 alle 11:02 pm

        nessun “commento acido”, sig. Picinelli. Dati di fatto.
        Non denigro e non voglio insegnare nulla a nessuno, tantomeno a lei come si prendono i granchi e tutto quanto vi gira intorno.
        Le dico e ribadisco una cosa semplice semplice: sulle dune non si possono realizzare i chioschi. Non perchè lo diciamo noi, perchè lo dicono le norme di salvaguardia ambientale.
        Se le legga e converrà.
        Il resto, se permette, sono opinioni e chiacchiere.

        Stefano Deliperi

        P.S. Sono d’accordo con lei: i soldi pubblici vanno spesi bene. A essi contribuiscono anche le mie tasse, se non lo sa.

      • luigi picinelli
        agosto 4, 2016 alle 11:16 pm

        Se non si possono posizionare chioschi , tantomeno si possono erigere ospedali. Quindi buttiamo giù l’ospedale traumatologico di Alghero che è costruito sulla duna di Maria Pia. . ( ovviamente scherzo ). Però l’ospedale è veramente sulla duna.

      • agosto 4, 2016 alle 11:23 pm

        bella battuta, la norma relativa alle dune mi pare però successiva.
        Buona serata.

        Stefano Deliperi

      • luigi
        ottobre 1, 2016 alle 7:00 pm

        Pare che il comune di Alghero , un mese e mezzo fa , abbia cambiato idea

      • ottobre 1, 2016 alle 7:19 pm

        si è adeguato a provvedimenti cautelari del T.A.R. Sardegna, il che è diverso.

  2. Carlo Forte
    luglio 11, 2016 alle 3:34 pm

    A Carloforte ci vanno le ville.Perche’ li non intervenite?

    • luglio 12, 2016 alle 12:24 am

      perchè a Carloforte siamo intervenuti millanta volte.
      Lo sanno anche le pietre. Se non ci credi, chiedi all’attuale Sindaco oppure al precedente, è uguale.
      Se hai casi da segnalare, scrivi con foto, atti, ecc. a grigsardegna5@gmail.com.

    • luglio 12, 2016 alle 12:46 am

      Carlo Forte, il GrIG non può intervenire più di quanto stia già facendo. Toccherebbe anche alle popolazioni locali protestare un poco, magari con un bel comitato locale come quelli contro le centrali termodinamiche ed eoliche. Quando servono ‘sti comitati non ci sono mai!

  3. Tore Scala
    luglio 12, 2016 alle 5:27 pm

    Le regole a tutela dell’ambiente o di qualsiasi altro interesse individuale o collettivo certo limitano le attività umane. Spesso perciò si cercano vie elusive per non applicarle correttamente.

    • luigi picinelli
      luglio 25, 2016 alle 12:48 pm

      Anche fare il fuoco direttamente sugli scogli non si deve fare , come agli scogli piatti l’altra sera . Ah già , però voi siete ambientalisti e quindi a voi è tutto concesso.

      • luglio 25, 2016 alle 4:10 pm

        mi scusi sig. Picinelli, perché non ha chiamato la Polizia municipale o il Corpo forestale?
        Cosí avremmo potuto sapere chi erano davvero, se i pretesi “ambientalisti” oppure “imprenditori turistici” ovvero “idraulici” in vena di bisboccia. O, magari, qualcun altro ancora.
        Buona serata.

        Stefano Deliperi

      • luigi picinelli
        luglio 25, 2016 alle 4:59 pm

        Il signor Tore Scala, sedicente ambientalista ha partecipato , io ho visto le foto su fb

      • luglio 25, 2016 alle 5:17 pm

        ammesso e non concesso, che c’entra con l’oggetto dell’articolo?

        Stefano Deliperi

      • Carlo Forte
        agosto 5, 2016 alle 10:13 am

        Mi scusi signor picinelli,ma a carloforte I chioschi oltre che esseresulle dune hanno le basi di cemento.Certi li chiudono,altri rimangono aperti.Saranno mica ambientalisti quelli aperti,visto che a loro tutto è concesso?

    • luigi picinelli
      luglio 25, 2016 alle 6:05 pm

      Certamente non c’entra nulla , come nulla c’entra la questione di Carloforte , . Volevo solo sottolineare che se una persona si dichiara ambientalista e chiede che vengano rispettate le regole , deve essere lui il primo a rispettarle , non crede?

      • luglio 25, 2016 alle 6:14 pm

        assolutamente sì.
        Riguardo Carloforte si parlava comunque di dune (ville sulle dune). In questo caso lei parla di qualcosa che non riguarda nemmeno le dune…..

        Stefano Deliperi

      • luigi picinelli
        luglio 25, 2016 alle 7:50 pm

        Messa così , ha ragione . Io avevo capito che si parlava di ambiente in generale e dell’uso impropio , vero o presunto , che l ‘uomo ne fa .

      • luigi picinelli
        agosto 6, 2016 alle 10:48 am

        Signor Carlo Forte ,non conosco la situazione di Carloforte , quindi evito di dare risposte . Però riguardo alla sua domanda qualcuno prima di me ha detto : ” a pensare male , si commette peccato , però molte volte si azzecca “

      • agosto 6, 2016 alle 4:31 pm

        sarebbe davvero interessante conoscere gli “ambientalisti” con i chioschi a Carloforte 😉

      • luigi picinelli
        agosto 6, 2016 alle 7:03 pm

        Certamente il sig. Carlo Forte conosce nomi e cognomi dei propietari degli stabilimenti , io , ripeto , non conoscendo le cose , evito di commentare.

  4. Juri
    luglio 14, 2016 alle 8:29 pm

    Strepitoso articolo della Nuova Sardegna sulla questione.
    È ispirato al noto principio italico del “giusto rispettare le regole e ci mancherebbe altro però se poi le si fanno rispettare davvero non va più bene”.
    Dato l’alto tasso di amenità, mi chiedo se l’autore dell’articolo sappia di cosa parla oppure se si è soltanto incaricato di fare uno spottone a chi nelle aree demaniali marittime vorrebbe fare ciò che gli pare.

    Aree dunali di Alghero vietate a chioschi e stabilimenti balneari
    Nuova ordinanza del sindaco, la protesta della Confcommercio
    di Gian Mario Sias

    http://lanuovasardegna.gelocal.it/alghero/cronaca/2016/07/14/news/aree-dunali-di-alghero-vietate-a-chioschi-e-stabilimenti-balneari-1.13816658

  5. luglio 17, 2016 alle 11:36 pm

    da La Nuova Sardegna, 14 luglio 2016
    Aree dunali di Alghero vietate a chioschi e stabilimenti balneari.
    Nuova ordinanza del sindaco, la protesta della Confcommercio. (Gian Mario Sias): http://lanuovasardegna.gelocal.it/alghero/cronaca/2016/07/14/news/aree-dunali-di-alghero-vietate-a-chioschi-e-stabilimenti-balneari-1.13816658?ref=hfnsalec-1

    ___________

    da Alghero news, 13 luglio 2016
    Dune spiaggia: stop chioschi. Bufera: http://www.algheronews.it/dune-spiaggia-stop-chioschi-bufera/

    ————–

    Stop chioschi: fate finire la stagione: http://www.algheronews.it/stop-chioschi-fate-finire-la-stagione/

    ——————-

    11 luglio 2016
    Porticciolo: denuncia e richiesta danni: http://www.algheronews.it/porticciolo-denuncia-richiesta-danni/

  6. agosto 6, 2016 alle 6:12 pm

    da La Nuova Sardegna, 6 agosto 2016
    Servizi in spiaggia, il Tar dà ragione alla “Porticciolo srl”.
    Alghero, orevisto un punto di ristoro e il salvamento a mare. Il Comune aveva respinto la richiesta di concessione. (Gianni Olandi): http://lanuovasardegna.gelocal.it/alghero/cronaca/2016/08/06/news/servizi-in-spiaggia-il-tar-da-ragione-alla-porticciolo-srl-1.13925808

  7. dicembre 27, 2016 alle 10:30 pm

    un po’ di buon senso.

    A.N.S.A., 27 dicembre 2016
    Alghero,riqualificazione litorale Mugoni.
    Passerelle, staccionate e cartelloni per ricostruire l’area: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2016/12/27/algheroriqualificazione-litorale-mugoni_7f68425f-4f59-445c-9092-ce9b36365f90.html

    ___________________

    da Alguer.it, 27 dicembre 2016
    Passerelle, staccionate e cartelloni per ricostruire l’area. Prima dell’estate 2017 sono previsti una serie di interventi rivolti alla tutela del litorale attraverso azioni mirate principalmente alla ridistribuzione del carico antropico.
    100mila euro per riqualificare il litorale di Mugoni: http://notizie.alguer.it/n?id=117351

    __________________

    da L’Unione Sarda, 27 dicembre 2016
    Alghero, passerelle amovibili in legno per tutelare le dune sabbiose delle spiagge: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/12/27/alghero_passerelle_amovibili_in_legno_per_tutelare_le_dune_sabbio-68-555980.html

  1. luglio 13, 2016 alle 11:06 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: