Che cosa si può fare contro gli incendi boschivi.


Ogni anno sono decine e decine di migliaia i terreni percorsi dal fuoco in Italia.

Boschi, pascoli, zone coltivate, periferie urbane vanno letteralmente in fumo per una cattiva gestione del territorio, scarsa prevenzione, difetti negli apparati antincendio, cittadini disattenti e, purtroppo, tanti autentici criminali incendiari.

Che fare per migliorare la prevenzione, come intervenire per favorire il recupero naturale, quali possono essere gli aspetti sanzionatori da rendere più efficaci.

Nel 2021  la disastrosa stagione del fuoco ha visto oltre 153 mila ettari di bosco e macchia andare in fumo a causa degli incendi e degli incendiari, secondo i dati elaborati dall’European Forest Fire Information System (EFFIS) della Commissione europea, superando anche il terribile record di 141 mila ettari del 2017.

E’ necessario agire concretamente.

Con questo spirito è nata la Rete Nazionale Basta Incendi, che si presenta pubblicamente sabato 16 ottobre 2021, alle ore 10.30, presso l’Hotel Orlando, loc. Santa Barbara, Villagrande Strisaili (NU).

Gruppo d’Intervento Giuridico odv

(locandina evento)

  1. samuele lecca
    ottobre 15, 2021 alle 7:59 am

    Buongiorno…che cosa si può fare ancora contro gli incendi autoinnescati!!!! Bhe la risposta scientifica che nessuno vuole sentire… è che ci sono troppe onde elettromagnetiche 4/5/6Gche aumentano insieme ai satelliti con loro specchi gli incendi autoinnescati estivi e nessuno farà mai niente anzi verrà fatto il contrario aumentando la videosorveglianza wireless che peggiorerà la situazione e il clima…. siamo nelle mani di imbecilli e criminali…un saluto a voi del Grig e buon lavoro

  2. capitonegatto
    ottobre 15, 2021 alle 10:15 am

    Forse , e in maniera piu’ umana, il controllo dovrebbe essere fatto in modo piu’ capillare e tecnologico dal nostro corpo forestale, di cui si conosce il congruo numero di addetti, ma nulla si sa sulla loro efficienza e metodi di prevenzione : conoscenza di chi vive nelle loro zone di competenza, strutture di avvistamento fisse , sorveglianza con droni o mediante riprese da palloni aereostatici.
    O vogliamo dare il compito al sito What on heart ?

  3. raniero massoli novelli
    ottobre 15, 2021 alle 11:33 am

    Speriamo …

  4. giulio
    ottobre 15, 2021 alle 4:02 PM

    ???
    perchè date parola a idioti complottisti?

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: