Home > "altri" animali, alberi, aree urbane, biodiversità, difesa del territorio, difesa del verde, inquinamento, Italia, paesaggio, salute pubblica, società, sostenibilità ambientale > Stop alla capitozzatura degli alberi, stop a tagli e potature durante la nidificazione!

Stop alla capitozzatura degli alberi, stop a tagli e potature durante la nidificazione!


Cagliari, Terrapieno, albero capitozzato e vandalizzato (ott. 2013)

Finalmente, era ora!

Il D.M. Ambiente 10 marzo 2020 (“Criteri ambientali minimi per il servizio di gestione del verde pubblico e la fornitura di prodotti per la cura del verde”) è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, serie generale, n. 90 del 4 aprile 2020 ed entrerà in vigore il 2 agosto 2020.

Fra le tante disposizioni d’interesse per la difesa del nostro verde pubblico (regolamento comunale per il verde pubblico, professionalità degli operatori, ecc.), una è di particolare interesse, il sostanziale divieto di capitozzatura dei poveri alberi cittadini.

Veggiano, albero

Fra i Criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di gestione e manutenzione del verde pubblico (lettera E dell’Allegato) è affermato chiaramente (punto 11) che chi effettua le operazioni di gestione del verde pubblico deve “evitare di praticare la capitozzatura, la cimatura e la potatura drastica perché indeboliscono gli alberi e possono creare nel tempo situazioni di instabilità che generano altresì maggiori costi di gestione”, intendendo per “capitozzatura” il “drastico raccorciamento del tronco o delle branche primarie (sbrancatura) fino ad arrivare in prossimità di questi ultimi (Fonte linee guida per la gestione del verde urbano e prime indicazioni per una pianificazione sostenibile a cura del Comitato per lo sviluppo del verde urbano)”.

nido Verdoni (Carduelis chloris chloris)

Tutti i criteri ambientali minimi (CAM), poi, sono improntati alla salvaguardia della fauna selvatica: “le attività di manutenzione, soprattutto dei parchi suburbani e di aree a forte valenza ambientale, devono essere eseguite creando il minore disturbo e danno alla fauna presente nell’area”.

Basta, quindi, anche con i tagli e le potature di alberi, arbusti e siepi nel periodo della nidificazione (marzo – agosto), già vietati per legge (art. 5 della direttiva n. 2009/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica, esecutiva in Italia con la legge n. 157/1992 e s.m.i.).

Norme di civiltà ambientale tanto attese.                                                     

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

albero in autunno

(foto M.F., E.R., S.D., archivio GrIG)

  1. donatella
    aprile 9, 2020 alle 5:54 pm

    Fino al 2 agosto 2020 anche questa Primavera sarà all’insegna di capitozzature e tagli indiscriminati per i “poveri” Alberi ,senza alcun rispetto delle leggi per la tutela della riproduzione degli animali selvatici, leggi che esistono da tanti anni eppure nessuno le rispetta. Continuerà tutto come se niente fosse ? Fatte le leggi, trovato l’inganno. Speriamo in una coscienza nuova di rispetto .

  2. Linda Guerra
    aprile 11, 2020 alle 10:11 pm

    Questo comunicato è stato inviato al premier Conte? Spero di sì, è urgente e importante.

  3. Roberta servidori
    aprile 12, 2020 alle 10:11 pm

    Assurdo in piena stagione calda quando gli uccelli nidificano… il male conclamato

  1. agosto 28, 2020 alle 1:27 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: