Home > "altri" animali, biodiversità, difesa del territorio, grandi foreste, inquinamento, parchi naturali, pianificazione, salute pubblica, società, sostenibilità ambientale > Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha chiesto al Governo di impugnare la legge provinciale trentina che consente di ammazzare Lupi e Orsi.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha chiesto al Governo di impugnare la legge provinciale trentina che consente di ammazzare Lupi e Orsi.


Lupo (Canis lupus)

Lupo (Canis lupus)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (12 luglio 2018) una specifica istanza al Ministro per gli affari regionali e al Ministro per l’ambiente, la tutela del territorio e del mare perché pongano in essere le necessarie attività affinchè il Governo impugni per conflitto di attribuzioni (art. 127 cost.) davanti alla Corte costituzionale la legge provinciale Trento n. 9 dell’11 luglio 2018 che consente l’uccisione di esemplari di Lupo (Canis lupus) e Orso bruno (Ursus arctos) da parte dell’Amministrazione provinciale trentina.

Il Lupo e l’Orso bruno sono specie faunistiche che beneficiano del regime di massima tutela ai sensi della direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, la fauna e la flora e della normativa nazionale di recepimento e può esser solo lo Stato (e per esso il Ministero dell’ambiente) a prevedere eventuali deroghe.

branco di Lupo europeo (Canis lupus lupus)

branco di Lupo europeo (Canis lupus lupus)

Analoga istanza sarà presentata dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus avverso l’analoga normativa provinciale di Bolzano, altra area dall’agricoltura super-protetta da qualsiasi rischio, appena sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige.

In Trentino si stimano (2017) due piccoli branchi (Lessinia, Asiago) e tre coppie (Folgaria, Val di Fassa- Val Badia, Val di Non) di Lupi e 49-66 Orsi(rapporto P.A.T. 2016).   Sono ben noti i casi mal gestiti delle uccisioni degli Orsi Daniza(2014) e K12 (2017).

espansione del Lupo italiano sulle Alpi orientali (2010)

espansione del Lupo italiano sulle Alpi orientali (2010)

Nella Provincia di Trento l’installazione delle recinzioni anti-lupo è gratuita per gli agricoltori, così come sono integrali gli indennizzi per i capi di bestiame predati:[1] risulta proprio assurdo il livòre calibro 12 verso Lupi e Orsi bruni che garantiscono qualità ambientale e, non ultimo, un fortissimo richiamo turistico per la zona.

L’obiettivo della assurda legge provinciale è esplicitato. “al fine di conservare il sistema alpicolturale del territorio montano provinciale”, ma potrebbe esser ottenuto, per esempio, con la lotta al devastante inquinamento da pesticidi, che rende il Trentinoil secondo territorio nazionale dove si trova la maggior quantità di principi attivi per ettaro di superficie agricola utilizzata”, secondo il recente Rapporto nazionale pesticidi nelle acque 2018  dell’I.S.P.R.A. 

Lago di Prà da Stua (Avio, TN), Orso bruno (Ursus arctos)

Lago di Prà da Stua (Avio, TN), Orso bruno (Ursus arctos)

Un’agricolturaavvelenatae danni alla salute, quindi, ma non certo per colpa di Lupi e Orsi.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica che il Governo accolga l’istanza e faccia ricorso alla Corte costituzionale, che, con alta probabilità, farà giustizia di un provvedimento normativo assurdo e incostituzionale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

________________________

[1]  Nel 2017 sono stati 144 gli episodi di predazione da parte degli Orsi e la Provincia autonoma di Trento ha risarcito gli allevatori per 83.000 euro. Per il Lupo, le predazioni sono state 49 e il risarcimento è ammontato a 47.000 euro. Nello stesso anno i danni per altro genere di sinistri sono stati 66 sinistri ed hanno previsto un risarcimento apri a 70.000 euro (intervento in aula del 5 luglio 2018 del consigliere Donata Borgonovo Re).

 

orso-bruno

Orso bruno (Ursus arctos)

(foto da mailing list ambientalista, S.D., archivio GrIG)

 

 

Annunci
  1. capitonegatto
    luglio 14, 2018 alle 12:41 pm

    Ben fatto. Ovviamente dovranno essere trovate altre soluzioni per garantire la sicurezza per l’essere umano, al posto della barbaria di ammazzare gli animali.

  2. agosto 13, 2018 alle 5:50 pm

    A.N.S.A., 13 agosto 2018
    Orsa catturata in Trentino e liberata con radiocollare.
    In val Rendena, sarà monitorata con il Gps come altri 5 plantigradi: http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/animali/2018/08/13/orsa-catturata-in-val-rendena-e-liberata-con-radiocollare_781f60d8-06a3-4b32-a889-6f44fe192ffe.html

  1. luglio 14, 2018 alle 5:26 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: