La Saras non molla, noi nemmeno.


Cagliari, manifestazione contro il "progetto Eleonora" (29 luglio 2014)

Cagliari, manifestazione contro il “progetto Eleonora” (29 luglio 2014)

Com’era prevedibile, la Saras s.p.a. non molla la presa sulla piana, le zone umide, la costa di Arborea.

Altro che disponibile a ritornare sui suoi passi, vuol realizzare a tutti i costi, sfacciatamente, il progetto di perforazione esplorativa per la ricerca di gas naturale a due passi dallo Stagno di S’Ena Arrubia e ha presentato ricorso al T.A.R. Sardegna contro la dichiarazione di improcedibilità (nota prot. n. 19132 del 9 settembre 2014) emessa dal Servizio S.A.V.I. della Regione autonoma della Sardegna quale drastica conclusione della procedura di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.).

“Il principale motivo di ricorso –  informa una nota della società –  riguarda il fondamento della decisione, cioè il riferimento al PPR e la relativa interpretazione che l’azienda ritiene illegittima, perché fa riferimento a due pareri discordanti”.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha continuamente sostenuto – con azioni legali e di sensibilizzazione – la più strenua opposizione alla speculazione energetica e sarà al fianco della comunità locale di Arborea, del Comitato “No al progetto Eleonora” e di chiunque vorrà difendere fino in fondo l’ambiente, la salute e il contesto economico-sociale arborense minacciato dalla più arrogante speculazione energetica

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Cormorano (Phalacrocorax carbo)

Cormorano (Phalacrocorax carbo)

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. novembre 20, 2014 alle 10:46 pm

    da Sardinia Post, 20 novembre 2014
    Progetto Eleonora, la Saras ricorre al Tar contro il no della Regione: http://www.sardiniapost.it/cronaca/progetto-eleonora-saras-ricorre-tar-contro-regione/

    ___________________________________________

    da Link Oristano, 20 novembre 2014
    Progetto Eleonora: Saras ricorre al Tar contro il no al piano di Arborea: http://www.linkoristano.it/prima-categoria/2014/11/20/progetto-eleonora-saras-ricorre-atar/

  2. max
    novembre 21, 2014 alle 7:50 am

    basta energie fossili; non se ne puo’ piu’. siamo fermi a 100 anni fa’.ci riempiamo la bocca con le nergie rinnovabili e poi sempre alla ricerca di metano e petrolio siamo.
    pero’ anche noi dobbiamo decidere quale e’ il “male” minore; mi pare che anche le pale eoliche non riscuotano un grande consenso ; non ne vedo nei porti ( dove peraltro c’e’ sempre vento), dove non c’e’ nulla da deturpare. facciamoci un giro in germania o danimarca che certamente hanno un senso dell’estetica superiore al ns ( non si vedono per esempio quei paesi baraccopoli tipici del ns sud che ricordano piu’ certi sobborghi del mediooriente che l’europa…).

  3. novembre 21, 2014 alle 3:05 pm

    da L’Unione Sarda, 21 novembre 2014
    Progetto Eleonora, Saras insiste. (Antonio Martis): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/103425_Progetto_Eleonora_Saras_insiste.pdf

    ________________________________________________

    da La Nuova Sardegna, 21 novembre 2014
    Ricerche di gas, la Saras ricorre al Tar contro la Regione. (Roberto Petretto): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/103408_Ricerche_di_gas_la_Saras_ricorre_al_Tar_con.pdf

    _________________________________________________

    da Tiscali Notizie, 21 novembre 2014
    Progetto Eleonora, reazioni contro la Saras. No al Progetto Eleonora, Saras va al Tar: “Sospesa la valutazione d’impatto ambientale”. La Saras si oppone al parere anti-trivelle. Spano: “Difenderemo la nostra decisione”: http://notizie.tiscali.it/regioni/sardegna/articoli/14/11/21/saras-eleonora-reazioni.html?SARDEGNA

  4. mara
    novembre 23, 2014 alle 7:15 pm

    Anche se per ipotesi potessero vincere al Tar, NO PASARAN.

  5. dicembre 10, 2014 alle 3:03 pm

    A.N.S.A., 10 dicembre 2014
    Trivellazioni: Tar deciderà 21 gennaio su ricorso Saras.
    Società contro bocciatura ricerca gas metano a Arborea. (http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2014/12/10/trivellazioni-tar-decidera-21-gennaio-su-ricorso-saras_1af6a01f-87e7-4817-b6a9-3ebe2091a006.html)

    CAGLIARI, 10 DIC – E’ cessata la materia del contendere sul silenzio tenuto dalla Regione, ma la decisione sulla sospensiva, in merito al resto del ricorso della Saras per l’annullamento dell’improcedibilità per l’opera, è stata rinviata al 13 gennaio. Udienza al Tar questa mattina a porte chiuse, in camera di consiglio, per l’esame del ricorso presentato dalla società contro il silenzio prima, e la bocciatura poi, da parte del Savi sul Progetto Eleonora per la trivellazione di un pozzo esplorativo per la ricerca del gas metano nel sottosuolo di Arborea.
    Davanti al collegio presieduto da Marco Lensi (a latere il relatore Antonio Plaisant e Giorgio Manca), la Saras si è presentata con gli avvocati Antonella Capria, Massimo Lai e Teodora Marocco, mentre la Regione era costituita con Alessandra Putzu e Alessandra Camba. La società ha presentato anche un’istanza cautelare risarcitoria, ma al momento non risulta quantificata. “La Regione ha interrotto il procedimento prima della valutazione di impatto ambientale – ha detto l’avvocato Massimo Lai, uno dei legali della Saras – il ricorso riguarda l’attività di esplorazione e non di sfruttamento dell’eventuale giacimento: un unico pozzo per valutare se la risorsa ci sia”.
    In sostanza, hanno spiegato i difensori, “le amministrazioni dimostrano di essere prevenute rispetto all’opera”, mentre il Savi ha trovato “un pretesto per non procedere ad una valutazione che, meramente in ragione delle opposizioni di comitati locali, si rivelava spinosa”.
    Nei mesi scorsi vi erano state, infatte, numerose proteste da parte del Comitato no al progetto Eleonora e lo stesso comune di Arborea si è costituito davanti al Tar con il legale Mauro Barberio. La Saras ha, comunque, chiarito come il ricorso al Tar sia un atto dovuto a tutela dei dipendenti e della continuità aziendale.

    _______________________________________________________

    da L’Unione Sarda, 10 dicembre 2014
    IL RICORSO. La Saras ha chiesto anche il risarcimento danni. Progetto Eleonora, oggi la decisione del Tar. (Cristina Cossu) (http://www.regione.sardegna.it/rassegnastampa/1_82_20141210091555.pdf)

    Come se la volontà di un intero territorio – espressa in più occasioni dai cittadini, dalle associazioni e dalle istituzioni – e il no ufficiale della Regione, non contassero niente. E la battaglia contro il progetto Eleonora ad Arborea, a due passi dallo stagno di S’Ena Arrubia e vicino al mare (un pozzo profondo 3000 metri per la ricerca di idrocarburi e un’area di servizio di 12 mila metri quadri intorno) continua. La Saras infatti, nonostante nessuno (a parte, ufficialmente, Confindustria e alcuni consiglieri del Pd) voglia le “trivelle”, «sfacciatamente» – dice il Gruppo di intervento giuridico – ha presentato ricorso al Tar contro la decisione del Servizio della sostenibilità ambientale, e chiesto un risarcimento. La cifra non è quantificata, ma la società petrolifera – che sostiene addirittura che il danno riguarda non soltanto se stessa ma la collettività – sottolinea «a titolo indicativo e riservandosi di meglio precisare nel corso di successivi atti» di aver speso «per il procedimento di “Via” più di 500 mila euro, e ha versato al contempo circa 700 mila euro di canoni alla Regione per il permesso di ricerca». Il ricorso – che mira a un annullamento, previa sospensiva, dell’improcedibilità decretata il 9 settembre dalla Regione – sarà discusso questa mattina presso la seconda sezione del Tar di Cagliari. Le considerazioni degli avvocati della Saras (Antonella Capria, Teodora Marocco e Massimo Lai) sono pesanti: «Le amministrazioni dimostrano di essere prevenute rispetto all’opera» (considerata «di pubblica utilità» da chi la vuole realizzare). Ancora: il Savi ha trovato «un pretesto per non procedere a una valutazione che, meramente in ragione delle opposizioni di comitati locali, si rivelava “spinosa”». Il Comitato No al progetto Eleonora, con una nota rilancia la richiesta a tutti i comuni sardi, e in particolare a quello di Arborea, «di richiedere alla Giunta regionale di ricorrere alla Corte Costituzionale contro l’approvazione del decreto Sblocca Italia», e chiede ulteriori chiarimenti alla Saras, la quale, «in un recente comunicato, afferma che l’eventuale coltivazione del giacimento avverrebbe in un punto diverso rispetto alla sonda del pozzo esplorativo, affermazione che contrasta totalmente con il progetto ufficiale, che invece prevedeva l’estrazione dalla stessa postazione, con l’aggiunta di altri quattro pozzi, in aggiunta a quello esistente».

    ————————

    Trivelle, ricorso Saras contro bocciatura. Il Tar ha rinviato decisione al 13 gennaio: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/12/10/trivelle_ricorso_saras_contro_bocciatura_il_tar_ha_rinviato_decis-6-399892.html

    ———————-

    Arborea, la Saras dopo il rinvio del Tar: via a esplorazione poi la Regione decida: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/12/10/arborea_la_saras_dopo_il_rinvio_del_tar_via_a_esplorazione_poi_la-6-399938.html

  6. dicembre 11, 2014 alle 2:52 pm

    da L’Unione Sarda, 11 dicembre 2014
    Sul ricorso della Saras. No alle trivelle, il Tar decide a metà gennaio:http://www.regione.sardegna.it/rassegnastampa/1_231_20141211083110.pdf

  7. gennaio 13, 2015 alle 2:50 pm

    da L’Unione Sarda, 13 gennaio 2015
    Stop al permesso di ricerca. (Piera Serusi): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/105666_Stop_al_permesso_di_ricerca.pdf

  8. gennaio 13, 2015 alle 5:52 pm

    da La Nuova Sardegna, 13 gennaio 2015
    Progetto Eleonora, il Tar rinvia. La Saras si prepara a chiedere i danni.
    Non ci sarà il pronunciamento sulla richiesta di sospensiva: i giudici discuteranno direttamente sul merito del ricorso: http://lanuovasardegna.gelocal.it/oristano/cronaca/2015/01/13/news/progetto-eleonora-il-tar-rinvia-la-saras-si-prepara-a-chiedere-i-danni-1.10660367

    _________________________

    da L’Unione Sarda, 13 gennaio 2015
    Progetto Eleonora, nuovo rinvio al Tar. La Saras avverte: già investiti 7,2 milioni: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2015/01/13/la_saras_avverte_gi_investiti_7_2_milioni-6-403434.html

  9. aprile 3, 2015 alle 2:50 pm

    da L’Unione Sarda, 3 aprile 2015
    Metano, la Saras ci ritenta. (Cristina Cossu): http://consiglio.regione.sardegna.it/rassegnastampa/pdf/110406_Metano_la_Saras_ci_ritenta.pdf

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: