Home > "altri" animali, acqua, biodiversità, caccia, difesa del territorio, Europa, Italia, parchi naturali, zone umide > Stop ai bunker calibro 12 sul Lago d’Iseo!

Stop ai bunker calibro 12 sul Lago d’Iseo!


Lago d'Iseo, capanni di caccia davanti alla Riserva naturale orientata regionale “Torbiere del Sebino”

Lago d’Iseo, capanni di caccia davanti alla Riserva naturale orientata regionale “Torbiere del Sebino”

Le associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia – Brescia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno inoltrato (19 agosto 2014) una nuova specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni provvedimenti riguardo il posizionamento, per il periodo della stagione venatoria, dei capanni di caccia posti presso la Riserva naturale orientata regionale “Torbiere del Sebino” (istituita con deliberazione Consiglio regionale n. 1846 del 19 dicembre 1984 ai sensi della legge regionale Lombardia n. 86/1983), sul Lago d’Iseo.

Sono stati interessati la Commissione europea, il Ministero dell’ambiente, la Regione Lombardia, la Soprintendenza per i beni architettonici e ambientali di Brescia il Consorzio per la gestione associata dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro, l’Ente per la gestione della Riserva naturale regionale “Torbiere del Sebino”, i Carabinieri del N.O.E., la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia.

L’area è una zona umida d’importanza internazionale (convenzione internazionale di Ramsar (2 febbraio 1971), esecutiva con D.P.R. n. 448/1976, individuata nel 1984) ed è classificata con denominazione “Torbiere del Sebino” (codice IT2070020) sito di importanza comunitaria (S.I.C.) e zona di protezione speciale (Z.P.S.) ai sensi delle direttive n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli Habitat naturali e semi-naturali, la fauna, la flora e n. 2009/147/CE sulla salvaguardia dell’avifauna selvatica.

L’attività di caccia a immediato ridosso del S.I.C./Z.P.S. avrebbe dovuto esser preceduta da positivo esito della procedura di valutazione di incidenza ambientaleV.INC.A. (artt. 6 della direttiva n. 92/43/CEE, 5, comma 2°, del D.P.R. n. 357/1997 e s.m.i.), come anche autorevolmente confermato dall’I.S.P.R.A. (nota n. 44673 del 23 novembre 2012).

Garzetta (Egretta garzetta)

Garzetta (Egretta garzetta)

In precedenza, con analoghe istanze del 12 dicembre 2012 e del 5 giugno 2014, le associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia – Brescia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus avevano preso di mira ben 14 fra capanni e zattere galleggianti a uso caccia ancorate al fondale nel Lago d’Iseo, a breve distanza dalla riva prospiciente i Comuni di Iseo (BS), Paratico (BS), Costa Volpino (BG), incredibilmente autorizzate con concessione demaniale 80/22 del 4 settembre 2012 dal Consorzio per la gestione associata dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro.

I risultati dell’azione legale non sono mancati:

* il 12 dicembre 2012 il ricorso ecologista veniva immediatamente preso in carico dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea con il protocollo CHAP(2013)0058 per i capanni di caccia a immediato ridosso del S.I.C./Z.P.S. in assenza di positivo esito della procedura di valutazione di incidenza ambientale;

* la Direzione Generale Ambiente della Regione Lombardia (nota prot. n. T1.2014.0000319 del 7 gennaio 2014) invitava l’Ente gestore della Riserva a sottoporre gli appostamenti fissi di caccia prospicienti la Riserva Torbiere d’Iseo al procedimento di V.INC.A.;

* l’Ente gestore della Riserva naturale (nota prot. n. 43 del 22 gennaio 2014) chiedeva all’Ufficio Caccia della Provincia di Brescia la revoca delle autorizzazioni decennali degli appostamenti fissi di caccia prospicienti la Riserva per mancata V.INC.A.;

* il 2 maggio 2014, finalmente, l’Ufficio Caccia della Provincia di Brescia adottava un atto di revoca delle autorizzazioni di solo sei capanni di caccia sul lago d’Iseo (aut. n.19606, n.19612, n.22970, n.18300, n.19611 e n.21717).

Nitticora (Nycticorax nycticorax) e Garzetta (Egretta garzetta)

Nitticora (Nycticorax nycticorax) e Garzetta (Egretta garzetta)

Solo recentemente, con atto prot. n. 623 dell’11 agosto 2014 l’Ente gestore della Riserva naturale Torbiere d’Iseo ha espresso parere favorevole alla valutazione di incidenza positiva, ovvero l’assenza di effetti negativi all’integrità del Sito relativamente alla installazione degli appostamenti fissi di caccia a lago prospicienti il sito IT2070020 ‘Torbiere d’Iseo’ nel periodo da ottobre a gennaio”.  L’atto – in favore dei 6 appostamenti fissi – non espone alcuna argomentazione che possa motivare con adeguato approfondimento in relazione agli obiettivi naturalistici ed ecologici di cui alle direttive n. 92/43/CEE e n. 2009/147/CE il predetto parere favorevole.  Inoltre, appaiono incredibilmente esclusi da alcuna procedura di valutazione di incidenza ambientale (V.INC.A.) la restante decina di appostamenti fissi di caccia presenti lungo il confine meridionale della Riserva naturale (nonchè SIC/ZPS), segno di una quantomeno imprecisa considerazione dell’effettiva potenziale incidenza negativa dell’attività venatoria sugli equilibri ecologici dell’area naturale protetta.

Fatto ancor più rilevante in quanto la Commissione europea ha aperto la procedura di indagine EU Pilot 6730/14/ENVI “diretta ad accertare se esista in Italia una prassi di sistematica violazione dell’articolo 6 della direttiva Habitat a causa di svariate attività progetti realizzati in assenza di adeguata procedura di V.INC.A., fra cui anche l’attività venatoria a mezzo di appostamenti fissi presso la Riserva naturale, S.I.C./Z.P.S. “Torbiere del Sebino” sul Lago d’Iseo (nota prot. n. ENV.D.2/LS/vf/EU-Pilot/6730/14/ENVI del 15 luglio 2014).

Le associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia – Brescia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno, quindi, chiesto la revoca delle autorizzazioni dei restanti appostamenti fissi di caccia.

Una situazione al limite del surreale, distruttiva dell’ambiente e dell’avifauna selvatica, riguardo la quale le associazioni ecologiste Lega per l’Abolizione della Caccia – Brescia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspicano rapidi interventi da parte delle amministrazioni pubbliche e della magistratura competenti.

Lega per l’Abolizione della Caccia – Brescia e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Lago d'Iseo, capanno di caccia galleggiante

Lago d’Iseo, capanno di caccia galleggiante

 

Lago d'Iseo, posizionamento dei capanni di caccia autorizzati (2012)

Lago d’Iseo, posizionamento dei capanni di caccia autorizzati (2012)

 

Il Giornale di Brescia, 6 settembre 2014

Il Giornale di Brescia, 6 settembre 2014

(foto L.A.C., Cristiana Verazza, S.D., archivio GrIG)

  1. Capitonegatto
    settembre 4, 2014 alle 1:08 pm

    Stamane la sveglia in Sardegna alle ore 7:00 l’ha data un colpo di doppietta e poi tanti altri !!!
    La barbaria e’ ricominciata , alla faccia della crisi ( costo fucile, permesso, cartucce , ecc).
    Oggi e’ giovedi e probabilmente costoro sono senza lavoro o cassaintegrati !!!

    • giannantonio
      settembre 4, 2014 alle 8:18 pm

      O, con maggiore probabilità, si tratta di occupati o liberi professionisti che usufruiscono semplicemente di un giorno di ferie.

  2. M.A.
    settembre 4, 2014 alle 1:34 pm

    Aridaje con la solita tiritera! 🙂 Ma che disturbo vi da sentire boom boom boom, non mi sembra che abbiate ali e penne 😀 ? A parte gli scherzi..la “barbaria” per molti di noi non è un hobby, ma è uno stile di vita, che merita pieno rispetto..ecco perchè ci vanno anche i disoccupati e i cassaintegrati. Auguro una bella stagione a tutti i colleghi, nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza!

  3. settembre 4, 2014 alle 3:03 pm

    da Brescia Oggi, 28 agosto 2014
    Le Torbiere e la caccia «Revocate i capanni».
    Una diffida inviata anche ai magistrati e all’Europa censura le decisioni dell’ente gestore della Riserva: http://www.bresciaoggi.it/stories/2727_iseo/845249_le_torbiere_e_la_caccia_revocate_i_capanni/

    ———————————

    19 luglio 2014
    Torbiere del Sebino: i capanni da caccia nel mirino della Ue: http://www.bresciaoggi.it/stories/2727_iseo/799494_torbiere_del_sebino_i_capanni_da_caccia_nel_mirino_della_ue/

  4. settembre 4, 2014 alle 3:38 pm

    Tanto ci pensiamo noi per i loro stipendi,anche se poi lavorano in nero sottraendo lavoro ai regolari.A quando la cassa la cassa integrazione per gli operatori commerciali che chiudono le attività perchè non riescono più a tenere fede ai loro impegni economici a causa della pressione fiscale?Chiudono decine di attività al giorno ma i politici troppo impegnati per mantenere in piedi fabbriche improduttive,sembrano poco attenti alla disperazione di centinaia di famiglie silenti,chiuse nella loro dignità e abbandonate al loro destino da una classe dirigente sorda ai problemi dell’isola.Continua a sparare M.A.,ma per piacere smettila di sparare cazzate.

  5. M.A.
    settembre 4, 2014 alle 4:54 pm

    Scusami Pietro, non per essere polemico, ma quali sarebbero le “cazzate”? Che in Sardegna per molti cacciatori la caccia va aldilà del hobby e rappresenta un autentico stile di vita? Ahahah..Come ti spieghi allora il fatto che molti di questi (padri di famiglia) che vivono con 400 € al mese, o peggio alla giornata, spendano tutti quei soldi per la stagione venatoria? Se fosse solo un hobby il fucile sarebbe appeso al chiodo.

  6. settembre 4, 2014 alle 5:36 pm

    Te l’ho spiegato prima,stipendio da cassa integrato per il voto di scambio,2 o 3 lavori in nero alla faccia di chi ha una partita IVA e non riesce più a tirare avanti.Non a caso poi ci troviamo i menhir divelti e messi come panchina.Vivo in un piccolo paese e mentre molte famiglie arrancano per vivere con le loro attività “i cassaintegrati” possono permettersi oltre al suv mille aiuti da parte dei comuni e priorità di assunzione nei lavori socialmente utili.Parassiti

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: