Un piano urbanistico comunale da rivedere profondamente, quello di Olbia.


Gallura, costa

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, dopo lo specifico atto di intervento con “osservazioni” (22 settembre 2020) nel procedimento di approvazione del piano urbanistico comunale (P.U.C.) di Olbia (SS), con particolare riferimento all’area di Capo Ceraso e dei litorali, ha inviato (18 ottobre 2020) un atto di integrazione in merito alla disciplina delle zone umide di Pittulongu e del borgo di Porto Rotondo.

Come noto, il nuovo P.U.C. di Olbia è stato adottato con deliberazione Consiglio comunale n. 134 del 29 luglio 2020 ed è stato oggetto di deposito ai fini delle “osservazioni” da parte di cittadini, imprese, associazioni.

Il P.U.C. recentemente adottato prevede, fra l’altro, ben due insediamenti ricettivi alberghieri a Capo Ceraso, sito già appetito da ben nota speculazione immobiliare negli anni scorsi e recentemente recintato. La  T.A.R. Sardegna, Sez. II, 14 gennaio 2015, n. 15 ha ribadito la piena applicabilità del piano paesaggistico regionale (P.P.R.).

Olbia, indicazioni del piano stralcio di assetto idrogeologico (P.A.I.)

140 mila metri cubi complessivi a breve distanza dal mare, sebbene sia in palese contrasto con la disciplina di piano paesaggistico, in quanto rientrante nella fascia costiera di cui agli artt. 19-20 delle norme tecniche di attuazione (N.T.A.) del P.P.R., dove in via generale “è precluso qualunque intervento di trasformazione nelle aree inedificate” (art. 20, comma 1°, lettera a, delle N.T.A. del P.P.R.).

Il litorale di Pittulongu, invece, è stato oggetto nel corso di decenni di interventi di trasformazione del territorio, fondamentalmente di natura edilizia, in gran parte abusivi, soprattutto ai danni della zona umida di titolarità demaniale: varie azioni legali condotte negli anni dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno portato a interventi da parte della Magistratura (2004) e a una radicale ridefinizione del piano di risanamento urbanistico (P.R.U.) di Pittulongu (2015).

Il GrIG ha chiesto una più stringente disciplina per la salvaguardia delle zone umide.

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

Il borgo di Porto Rotondo, infine, forse rappresenta l’unico caso di insediamento turistico realizzato in Sardegna con una forma identitaria iniziale su iniziativa (1964) dei veneziani Luigi e Nicolò Donà dalle Rose, ispirata a Venezia (Piazzetta San Marco, nucleo urbano del borgo, chiesa di San Lorenzo, realizzata dagli artisti Andrea Cascella e Mario Ceroli, con affresco rappresentante il Giudizio universale).  La richiesta è quella dell’individuazione di una zona “A – centro matrice” da pianificare dettagliatamente con un piano particolareggiato che consenta il mantenimento delle caratteristiche urbanistico-architettoniche.

Il piano paesaggistico è strumento di pianificazione sovraordinato alla pianificazione urbanistica e a quella di settore, nonché immediatamente vincolante (art. 145, comma 3°, del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.).

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha chiesto al Comune di Olbia di valutare le “osservazioni” inoltrate con ogni conseguente modifica del P.U.C. adottato e, contemporaneamente, ha informato le strutture centrali e periferiche del Ministero per i Beni e Attività Culturali e il Turismo, nonché la Direzione generale per la Pianificazione Territoriale e la Vigilanza Edilizia della Regione autonoma della Sardegna.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Sardegna, macchia mediterranea sul mare

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

  1. ottobre 21, 2020 alle 3:05 pm

    da La Nuova Sardegna, 21 ottobre 2020
    «Salvate Porto Rotondo e le architetture originarie»: https://www.lanuovasardegna.it/olbia/cronaca/2020/10/20/news/salvate-porto-rotondo-e-le-architetture-originarie-1.39442401

    ————

    18 ottobre 2020
    Puc, per le osservazioni c’è tempo fino a lunedì. Cittadini e portatori di interesse hanno presentato 200 richieste di modifica È l’unico strumento per chiedere al Comune di correggere il piano urbanistico. (Serena Lullia): https://www.lanuovasardegna.it/olbia/cronaca/2020/10/17/news/puc-per-le-osservazioni-c-e-tempo-fino-a-lunedi-1.39431249

    _____________

    da Buongiorno Alghero, 19 ottobre 2020
    Non piace agli ambientalisti il puc di Olbia: https://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/30/168516/non-piace-agli-ambientalisti-il-puc-di-olbia

  2. donatella
    ottobre 21, 2020 alle 4:07 pm

    Bravi, gli occhi sempre addosso, braccati

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: