Cambiamenti climatici, da considerare seriamente, con provvedimenti concreti.


alba

alba

Si era detto che il 2014 fosse stato l’anno più caldo dal 1891, ben 0,70 gradi in più nell’ultimo secolo.

Così si è detto del 2015, l’anno più caldo in assoluto.

Ora l’Agenzia metereologica delle Nazioni Unite, la W.M.O., afferma che il 2016 si avvia a divenire l’anno più caldo, superando il 2015: la temperatura globale nel 2016 sarebbe di 1,2 gradi superiore ai livelli pre-industriali.

E’ l’effetto dei cambiamenti climatici.

Deforestazione, allevamenti intensivi, incremento della popolazione mondiale, uso dei combustibili fossili sono i principali fattori umani che causano l’effetto serra e, conseguentemente, l’aumento della temperatura globale. L’aumento della temperatura dei mari e la temperatura solare sono i fattori naturali.

Siamo quindi destinati a friggere nel prossimo futuro?

Non è detto.

Sicuramente nei tempi recenti l’aumento della temperatura è stato molto rapido, per i tempi della Terra, però i periodi più freddi (nel 1709 il ghiaccio giunse addirittura nel Mediterraneo) e i periodi più caldi, nell’ordine di qualche grado, ci sono da qualche migliaio di anni, dal termine dell’ultima glaciazione.

Di sicuro gli equilibri della Terra, l’unica che abbiamo, non vanno alterati, in ogni caso.

E la via di efficaci e vincolanti accordi internazionali è l’unica allo stato perseguibile.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

W.M.O., andamento della variazione della temperatura rispetto alla media dal 1880 a oggi

W.M.O., andamento della variazione della temperatura rispetto alla media dal 1880 a oggi (A.N.S.A.)

 

A.N.S.A., 15 novembre 2016

Agenzia meteo Onu, 2016 verso record storico caldo.  Gia’ nel 2015 era stato stabilito il primato.

L’agenzia meteorologica delle Nazioni Unite, la WMO, ha reso noto stamani che il 2016 è sulla strada per diventare l’anno più caldo della storia del pianeta. Gia’ il 2015 era stato l’anno piu’ caldo di sempre. Secondo la WMO, la temperatura globale nel 2016 è di 1,2 gradi superiore ai livelli pre-industriali. Il fenomeno del Nino ha contribuito a questo risultato, ma la causa principale secondo l’agenzia rimangono i gas serra prodotti dall’attività umana.

La previsione per il 2016 è contenuta in un rapporto preliminare che la WMO ha diffuso oggi per la Conferenza Onu sul clima di Marrakech (Cop22). Il rapporto definitivo sarà pubblicato all’inizio del 2017. “Un altro anno. Un altro record – ha commentato il segretario generale dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale, Petteri Taalas -. Le alte temperature che abbiamo visto nel 2015 si avviano ad essere superate nel 2016. Il calore supplementare del potente Nino è sparito. Il caldo dal riscaldamento globale continuerà”.

“In parti della Russia Artica, le temperature sono dai 6 ai 7 gradi sopra la media di lungo periodo – ha aggiunto Talaas -. Molte altre regioni artiche e sub-artiche in Russia, Alaska e nel nordovest del Canada erano almeno 3 gradi sopra la media. Eravamo abituati a misurare le temperature da record in frazioni di gradi, ma questa è un’altra cosa”. Per Talaas “a causa del cambiamento climatico, la frequenza e l’impatto degli eventi estremi sono aumentati. Le ondate di calore e le inondazioni che una volta avvenivano una volta a generazione, stanno diventando più regolari. L’aumento del livello dei mari ha aumentato l’esposizione alle tempeste associate ai cicloni tropicali”.

 

albero e neve

albero e neve

(tabella A.N.S.A., foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. maria ignazia massa
    novembre 18, 2016 alle 8:42 am

    Non c’è solo l’aumento della temperatura. Anche il regime delle piogge è cambiato: i nostri periodi di siccità sono interrotti da acquazzoni che provocano disastri. Una volta c’erano tanti tipi di pioggia: arrosinada, proiat leni leni (e penetrava in profondità ), aqua sabena, proiat a tzaccada ‘e cantrexu (a schiaffo,a dirotto).
    Si diceva che i cambiamenti climatici fossero – o dovessero essere -molto lenti. Ho paura che se non rispettiamo i patti stipulati a livello mondiale, cambierà anche l’agricoltura e quindi la nostra alimentazione (già cambiata per altri motivi)

  2. Bio IX
    novembre 21, 2016 alle 9:54 am

    Se non rispettiamo i patti stipulati a livello mondiale….ah, ah
    Houston abbiamo un problema, i buoi sono scappati dalla stalla, che facciamo, chiudiamo lo stesso il cancello?

  3. novembre 23, 2016 alle 2:44 pm

    A.N.S.A., 23 novembre 2016
    La temperatura dell’aria dell’Artico è +20 gradi rispetto media.
    Ricercatori, temperatura acqua più calde di 4 gradi: http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/11/23/clima-temperatura-aria-artico-20-gradi-rispetto-media_3ebb0b44-bd9d-4fb0-b70d-064f72496234.html

  4. novembre 24, 2016 alle 2:44 pm

    A.N.S.A., 24 novembre 2016
    Clima: aumento temperatura globale è stato frenato da oceani.
    Rallentamento tra 1998 e 2013 perché calore fu assorbito da mari: http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/11/24/clima-aumento-temperatura-globale-e-stato-frenato-da-oceani_a021ec6b-d94a-467e-ad7d-4f0324fd2383.html

  5. novembre 29, 2016 alle 2:52 pm

    A.N.S.A., 29 novembre 2016
    Antartide, oltre 11 gradi in piu’ da ultima Era glaciale.
    In ultimi 40.000 anni riscaldamento più rapido del pianeta: http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/terrapoli/2016/11/29/antartide-oltre-11-gradi-in-piu-da-ultima-era-glaciale_efd01035-e2c0-4542-bdb6-ad6e78481bc3.html

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: