Siepi nelle nostre città.


siepi, validi aiuti per le nostre città

siepi, validi aiuti per le nostre città

Alberi e verde urbano sono vita per le nostre città.

Più alberi e siepi in città equivale a minore surriscaldamento oltre agli effetti positivi in termini di paesaggio, qualità ambientale, contenimento dell’inquinamento.

E’ banale ricordarlo, ma necessario, dato quanto purtroppo ogni giorno si vede (e si subisce) in città e paesi di tutta Italia.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Via Borgo S. Maria a S. Maria di Veggiano, la siepe di Carpino prima del taglio

Via Borgo S. Maria a S. Maria di Veggiano, la siepe di Carpino prima del taglio

Lo scarso senso estetico del Comune di Veggiano

Lettera aperta a Sindaco e Giunta

Sindaco Anna Lazzarin, Vice Sindaco Simone Marzari, Assessore Michele Sartori,

nei giorni scorsi ho letto Reti ecologiche ed interventi di miglioramento ambientale”. È un libro di Sergio Malcevschi, Luca Bisogni e Armando Gariboldi pubblicato da Il Verde Editoriale.

Ne consiglierei a tutti la lettura.

Il secondo capitolo è dedicato agli strumenti per la costruzione di una rete ecologica e a pagina 108 c’è un paragrafo intitolato “Fasce vegetali a fianco di infrastrutture lineari”: si tratta di elementi arborei ed arbustivi, variamente disposti, affiancati ad infrastrutture quali le strade.

È il caso della siepe di Carpino bianco e dei cespugli di Abelia (fioriti) che stamattina sono stati più che dimezzati con la motosega dagli operai comunali, su vostra indicazione, in Via Borgo S. Maria a Santa Maria di Veggiano.

Non me la prendo con gli operai, che in questo caso sono dei semplici esecutori: è stato detto loro di segare la siepe a 60 cm da terra.

La prima edizione del libro sopracitato è del 1996: sono passati 20 anni. Ed è da ben prima del 1996 che si parla dei filari stradali e della loro importanza nello svolgere funzioni ecologiche differenziate, tra cui la riduzione di alcuni impatti negativi (es. abbattimento di polveri e rumori).

Invece mi alzo stamattina e trovo una passeggiata di 150 metri deturpata (dalla Chiesa a Villa Tommasini) dopo che, da poco tempo, altri 25 metri di siepe sono stati tagliati, questa volta completamente a raso.

In poche ore è stata rovinata una passeggiata che era divenuta tale dopo circa 15 anni.

Tutto questo è accaduto per problemi di visibilità in corrispondenza dei passi carrai, come riferito dagli operai comunali. Uno specchio parabolico stradale sarebbe costato meno.

Mi rammarico allora del fatto che il dibattito ecologico – estetico – paesaggistico non abbia riguardato Veggiano in questi anni.

Avete già dimostrato di disinteressarvi degli alberi monumentali[1], pertanto l’intervento di stamane è in linea con le modalità operative di un’amministrazione che tiene in scarsa o nulla considerazione le piante.

Rinnovando la mia ormai consueta richiesta di dimissioni porgo

Cordiali Saluti

Michele Favaron

 

______________________

[1] https://gruppodinterventogiuridicoweb.com/2015/09/07/come-si-tutelano-gli-alberi-monumentali-a-veggiano-pd/

 

Via Borgo S. Maria a S. Maria di Veggiano, la siepe di Carpino dopo il taglio

Via Borgo S. Maria a S. Maria di Veggiano, la siepe di Carpino dopo il taglio

(foto M.F., archivio GrIG)

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: