Home > biodiversità, coste, difesa del territorio, mare, paesaggio, parchi naturali, pianificazione, sostenibilità ambientale > Chiediamo il rispetto delle dune del Porticciolo e di tutti gli ambienti dunali di Alghero.

Chiediamo il rispetto delle dune del Porticciolo e di tutti gli ambienti dunali di Alghero.


Anchusa Sardoa

Anchusa Sardoa

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, in vista della conferenza di servizi convocata dal S.U.A.P. del Comune di Alghero in data 23 marzo 2016 per il rilascio della concessione demaniale marittima per chiosco e servizi balneari nella raccolta spiaggia del Porticciolo, ha chiesto con una specifica istanza (21 marzo 2016) che l’eventuale autorizzazione contempli la puntuale salvaguardia delle dune e che analoghe prescrizioni siano contenute nelle concessioni di simili strutture su tutti litorali algheresi.

L’azione ecologista per la tutela di dune e spiaggia del Porticciolo dura ormai da anni.

Nel caso di specie, come si ricorderà, in seguito a richiesta di informazioni ambientali e adozione di opportuni provvedimenti effettuata nell’estate 2014 (2 luglio 2014) da parte del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus riguardo la caletta sovrastata dalla pregevole Torre costiera era emerso il rilascio della concessione demaniale marittima (determinazione Comune Alghero – Settore V n. 379 del 26 maggio 2014) per servizi di supporto alla balneazione sulla spiaggia del Porticciolo, ad Alghero (SS), durante la stagione estiva 2014 in favore della Porticciolo s.r.l., titolare del campeggio nella zona retrostante la spiaggia per un’area pari a mq. 400 (mq. 349,86 di area per posizionamento ombrelloni, ecc. + mq. 50,14 per chioschi amovibili + mq. 29 per condotte interrate).  L’area dunale era inequivocabilmente interessata dai chioschi, in contrasto con il divieto esplicito contenuto nell’ordinanza balneare 2014 (determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1304 del 13 giugno 2014)[1].

Alghero, Il Porticciolo, chiosco e servizi balneari (luglio 2015)

Alghero, Il Porticciolo, chiosco e servizi balneari (luglio 2015)

Preventivamente erano stati acquisiti i pareri favorevoli dell’Agenzia delle Dogane (nota Uff. SS. prot. n. 2350/RU del 10 aprile 2014), dell’Agenzia del Demanio (nota Uff. CA n. 4639 del 21 maggio 2014), dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero (nota n. 2282 dell’1 aprile 2014), dell’Azienda speciale Parco naturale regionale di Porto Conte (nota n. 475 del 4 marzo 2014), del Servizio regionale S.A.V.I. (nota n. 14467 del 16 giugno 2010).

Nel 2015, giustamente, il contenuto della concessione demaniale ha previsto il rispetto tutale delle dune e della relativa vegetazione.

La concessione demaniale, in ossequio alle direttive regionali per la salvaguardia delle spiagge e dei litorali, disposta nella c.d. ordinanza balneare 2015 (determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1213 dell’11 giugno 2015), prevedeva, infatti, la tutela integrale di dune e vegetazione dunale, come auspicato anche dalla specifica richiesta effettuata (13 aprile 2015)[2] dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus.

Su istanza dell’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, riguardo il rispetto della determinazione Comune Alghero (III Settore) n. 510 del 29 giugno 2015 + cartografia  con cui era stata autorizzata la sistemazione per il periodo estivo di un chiosco e servizi balneari con numerose condizioni (esclusione di transito di veicoli su dune e arenile, esclusione di posa di tubature su aree con vegetazione, ecc.), in particolare con divieto assoluto di interessare gli ambienti dunali e la vegetazione, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale ha comunicato (nota prot. n. 83475 del 10 dicembre 2015) di aver provveduto, dopo “gli accertamenti del caso” e “in esito alle verifiche”, a informare “la competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari con comunicazione di notizia di reato.

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

Il Porticciolo rientra nel sito di importanza comunitaria – SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio” (direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, della fauna e della flora). L’area è anche tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), con vincolo di conservazione integrale (legge regionale n. 23/1993) e fa parte del parco naturale regionale “Porto Conte” (legge regionale n. 4/1999).

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica che la puntuale considerazione del divieto di sosta, calpestìo e occupazione anche temporanea delle dune in relazione al rilascio di concessioni demaniali per servizi da spiaggia divenga regola fondamentale per tutti i litorali della Sardegna, nel pieno rispetto delle normative e delle esigenza di tutela del bene ambientale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

 

_____________________________________________

[1] l’art. 3, comma 1°, lettera e, secondo periodo, della determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1304 del 13 giugno 2014 (ordinanza balneare 2014) dispone: “è sempre vietata la sosta e/o l’occupazione, ancorché temporanea, il calpestio delle dune e della relativa vegetazione. Per dune si intendono accumuli sabbiosi situati nell’area retrostante la spiaggia, disposti parallelamente alla linea di costa, di forma irregolare dipendente dalla direzione dei venti dominanti. Nelle dune indicate con appositi segnali è interdetto il transito e l’attraversamento”.   Analogo divieto è stabilito nell’art. 3, comma 1°, lettera g, secondo periodo, della determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1213 dell’11 giugno 2015 (ordinanza balneare 2015).

[2] L’istanza ha coinvolto il Comune di Alghero, la Direzione generale EE.LL. e Finanze della Regione autonoma della Sardegna, il Servizio valutazione impatti (S.A.V.I.) della Regione autonoma della Sardegna, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, la Direzione generale valutazione impatti del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.

 

sito di importanza comunitaria - SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio”

sito di importanza comunitaria – SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio”

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Fabio
    marzo 22, 2016 alle 1:44 pm

    Non capisco come il Parco di Porto Conte abbia dato parere favorevole … come ha giustificato la cosa????

  2. marzo 22, 2016 alle 3:05 pm

    da Alguer.it, 21 marzo 2016
    Occhi puntati da parte del Gruppo d´intervento Giuridico sulla conferenza di servizi convocata ad Alghero per il rilascio della concessione demaniale marittima.
    «Rispetto per le dune del Porticciolo»: http://notizie.alguer.it/n?id=104615

    ___________________________

    da Sardegna Oggi, 21 marzo 2016
    Chioschi nel litorale di Alghero, sos degli ecologisti: “Dune da tutelare”: http://www.sardegnaoggi.it/Cronaca/2016-03-21/31891/Chioschi_nel_litorale_di_Alghero_sos_degli_ecologisti_Dune_da_tutelare.html

    __________________________

    da Sassari Notizie, 21 marzo 2016
    Azione ecologista per la tutela delle dune e spiaggia del Porticciolo: http://www.sassarinotizie.com/mobile/articolo.aspx?id=38766#.VvDrMNLhCUk

    __________________________

    da Olbia Notizie, 21 marzo 2016
    Occhi puntati da parte del Gruppo d´intervento Giuridico sulla conferenza di servizi convocata ad Alghero per il rilascio della concessione demaniale marittima.
    «Rispetto per le dune del Porticciolo»: http://notizie.olbia24.it/n?id=104615

  3. Fabio
    marzo 22, 2016 alle 5:03 pm

    In nessuno dei link che mi avete riportato c’e’ la risposta alla mia domanda. Quindi la ripongo in maniera più esplicita : avete Voi acquisito documenti o informazioni che riportino cosa e come si è espresso con parere favorevole o meglio ‘nullaosta’ ai chioschi sulle dune da parte del Parco di Porto Conte ente predisposto alla tutela di quel territorio ??? Grazie

    • marzo 22, 2016 alle 10:02 pm

      Fabio, come c’è chiaramente scritto nell’articolo, la conferenza di servizi è convocata per domani, 23 marzo 2016.
      Non possiamo quindi sapere se e quale parere abbia espresso l’Ente gestore del Parco naturale regionale di Porto Conte.

  4. Fabio
    marzo 23, 2016 alle 2:52 pm

    Grazie, io parlavo della ‘vecchia’ concessione , cioè quella con la quale si erano piazzati sulle dune del porticciolo prima del Vostro intervento. Credo che avessero già acquisito il parere positivo del Parco di Porto Conte, di quel parere ne avete traccia o notizia? Grazie

  5. Fabio
    marzo 26, 2016 alle 9:51 pm

    Buonasera,
    come è andata la conferenza del 23 marzo??

    grazie

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: