Le dune del Porticciolo (Alghero) sono salve.


Alghero, Bastioni e centro storico

Alghero, Bastioni e centro storico

Il Comune di Alghero (Settore II) ha emanato la determinazione n. 510 del 29 giugno 2015 + cartografia con cui è stata autorizzata la sistemazione per il periodo estivo di un chiosco per servizi balneari nella raccolta spiaggia del Porticciolo con numerose condizioni (esclusione di transito di veicoli su dune e arenile, esclusione di posa di tubature su aree con vegetazione, ecc.), in particolare con divieto assoluto di interessare gli ambienti dunali e la vegetazione.

E’ stata, quindi, accolta l’istanza per la salvaguardia integrale delle dune e della vegetazione dunale inoltrata (13 aprile 2015) dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus.

Auspichiamo che il criterio della salvaguardia di dune e vegetazione dunale sia rispettato lungo tutto il litorale.

Interessati il Comune di Alghero, la Direzione generale EE.LL. e Finanze della Regione autonoma della Sardegna, il Servizio valutazione impatti (S.A.V.I.) della Regione autonoma della Sardegna, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, la Direzione generale valutazione impatti del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.

Alghero, Il Porticciolo, chioschi temporanei in area dunale (giugno 2014)

Alghero, Il Porticciolo, chioschi temporanei in area dunale (giugno 2014)

Nel caso di specie, come si ricorderà, in seguito a richiesta di informazioni ambientali e adozione di opportuni provvedimenti effettuata nell’estate 2014 (2 luglio 2014) da parte del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus riguardo la caletta sovrastata dalla pregevole Torre costiera era emerso il rilascio della concessione demaniale marittima (determinazione Comune Alghero – Settore V n. 379 del 26 maggio 2014) per servizi di supporto alla balneazione sulla spiaggia del Porticciolo, ad Alghero (SS), durante la stagione estiva 2014 in favore della Porticciolo s.r.l., titolare del campeggio nella zona retrostante la spiaggia per un’area pari a mq. 400 (mq. 349,86 di area per posizionamento ombrelloni, ecc. + mq. 50,14 per chioschi amovibili + mq. 29 per condotte interrate). L’area dunale era inequivocabilmente interessata dai chioschi.

Preventivamente erano stati acquisiti i pareri favorevoli dell’Agenzia delle Dogane (nota Uff. SS. prot. n. 2350/RU del 10 aprile 2014), dell’Agenzia del Demanio (nota Uff. CA n. 4639 del 21 maggio 2014), dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero (nota n. 2282 dell’1 aprile 2014), dell’Azienda speciale Parco naturale regionale di Porto Conte (nota n. 475 del 4 marzo 2014), del Servizio regionale S.A.V.I. (nota n. 14467 del 16 giugno 2010).

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

Giglio di mare (Pancratium maritimum)

La concessione demaniale marittima prevedeva la sistemazione di chioschi temporanei sulle dune e la vegetazione dunale, in palese contrasto con il divieto esplicito contenuto nell’ordinanza balneare 2014 (determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1304 del 13 giugno 2014)[1] e analogo contenuto è presente nella c.d. ordinanza balneare 2015 (determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1213 dell’11 giugno 2015).

Il Porticciolo rientra nel sito di importanza comunitaria – SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio” (direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, della fauna e della flora). L’area è anche tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), con vincolo di conservazione integrale (legge regionale n. 23/1993) e fa parte del parco naturale regionale “Porto Conte” (legge regionale n. 4/1999).

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus esprime soddisfazione per la puntuale considerazione del divieto di sosta, calpestìo e occupazione anche temporanea delle dune in relazione al rilascio di concessioni demaniali per servizi da spiaggia e auspica che sia regola fondamentale per lungo tutto il litorale algherese e del resto della Sardegna, nel pieno rispetto delle normative e delle esigenza di tutela del bene ambientale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

__________________________________

[1] l’art. 3, comma 1°, lettera e, secondo periodo, della determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1304 del 13 giugno 2014 (ordinanza balneare 2014) dispone: “è sempre vietata la sosta e/o l’occupazione, ancorché temporanea, il calpestio delle dune e della relativa vegetazione. Per dune si intendono accumuli sabbiosi situati nell’area retrostante la spiaggia, disposti parallelamente alla linea di costa, di forma irregolare dipendente dalla direzione dei venti dominanti. Nelle dune indicate con appositi segnali è interdetto il transito e l’attraversamento”.   Analogo divieto è stabilito nell’art. 3, comma 1°, lettera g, secondo periodo, della determinazione Direttore gen.le EE.LL., Finanze della Regione autonoma della Sardegna rep. n. 1213 dell’11 giugno 2015 (ordinanza balneare 2015).

 

sito di importanza comunitaria - SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio”

sito di importanza comunitaria – SIC “Capo Caccia (con le Isole Foradada e Piana) e Punta del Giglio”

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Mara
    luglio 8, 2015 alle 7:33 am

    GRAZIE G.R.I.G. !

  2. Lorenzo Carboni
    luglio 8, 2015 alle 9:12 am

    Buongiorno,
    vorrei sottolineare quanto assolutamente false siano le dichiarazioni di questo gruppo.

    Purtroppo si sono dimenticati di pubblicare le carte e tutte le autorizzazioni, nel quale si evince che tutto è identico agli ultimi 5 anni: stessa autorizzazione, stesso parere del SAVI, stessa posizione del manufatto. Quindi ditemi, VITTORIA?…quale vittoria. Vi fregiate di questo? Mio dio…ma state scherzando? Vergognatevi !!

    La realtà non è quella scritta dal sedicente gruppo. In realtà hanno arrecato un danno enorme in quanto nessuno delle presenti persone che ha denunciato la Porticciolo Srl, si è poi mosso per preservare o pulire la Spiaggia, che peraltro perversa in condizioni disastrose. E’ questo essere ambientalisti?
    La Porticciolo Srl negli ultimi 5 anni ha sempre pulito l’intera spiaggia : potete dire la stessa cosa anche voi?
    La prossima volta che scrivete un articolo dettato da Spada e dalla Alivesi, cercate di arrivare alla verità, non prendete per oro colato tutto quello che giunge alle vostre orecchie.

    • luglio 8, 2015 alle 10:24 pm

      sig. Carboni, forse non ha letto bene o non ricorda la determinazione Comune di Alghero n. 510 del 29 giugno 2015 che la riguarda.

      Le rinfresco la memoria.

      “..CONSIDERATO che, dalle risultanze del sopralluogo effettuato ed in seguito all’esame della documentazione cartografica allegata all’istanza presentata in data 04/03/2015, parrebbe che l’area demaniale richiesta dalla Soc. Porticciolo risulti insistente sul sistema dunale in cui è presente la vegetazione dunale, contrariamente ai requisiti ed alle condizioni normativamente previste e come di seguito meglio dettagliatamente trascritte e letteralmente trascritte;

      VISTO il parere espresso dal Settore IV, Servizio II, del Comune di Alghero, pervenuto con nota prot. n. 31582 del 23/06/2015, con la quale si comunica, per quanto attiene alle indicazioni del piano di gestione dell’area S.i.c., con la quale si esprime il parere con le prescrizioni di seguito elencate:
      a) non deve interessare le superfici dunali;
      b) non deve interessare le superfici ricoperte da vegetazione naturale;

      VISTO in particolare l’art.3, c. 1, lett. g), della suddetta Ordinanza balneare della R.A.S. con il quale si dispone quanto segue: “E’ sempre vietata la sosta e/o l’occupazione, ancorché temporanea, il calpestio delle dune e della relativa vegetazione. Per dune si intendono accumuli sabbiosi situati nell’area retrostante la spiaggia, disposti parallelamente alla linea di costa, di forma irregolare dipendente dalla direzione dei venti dominanti. Nelle dune indicate con appositi segnali è interdetto il transito e l’attraversamento”;

      DETERMINA

      di disporre esplicitamente che la superficie in concessione non dovrà comprendere – in nessun modo – le superfici eventualmente occupate da dune e compendi dunali, compresa la fascia di rispetto distante, di norma, 5 m dal piede del settore dunale (rif. art.21 delle “ Linee Guida per la predisposizione del Piano di Utilizzo dei Litorali con finalità turistico ricreativa”), e dovrà avvenire nel rispetto delle prescrizioni dei pareri citati in premessa da intendersi quale parte integrante del presente provvedimento;“

      Le prescrizioni riportate fan sì che la concessione demaniale sia ben diversa da quella rilasciata per la stagione balneare 2014.

      Quanto alla pulizia dell’arenile, le ricordo rientra fra gli obblighi del concessionario (“mantenere in stato di decoro e pulizia l’arenile concesso”) per la parte rientrante nella concessione, per la restante parte è obbligo del Comune di Alghero, non delle associazioni ecologiste.

      Quindi si dia da fare per la parte che la riguarda, anziché battere a vanvera le dita sulla tastiera.

      Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus non “ha denunciato la Porticciolo Srl”, come lei inopinatamente sostiene. Ha invece chiesto il rispetto delle disciplina di salvaguardia delle spiagge e dune al Porticciolo e lungo tutto il litorale algherese. Così come fa in tante altre località costiere sarde.

      Se lei non è in grado di capire la differenza, non si può far nulla.

      Rispetti i termini della concessione demaniale, farà i suoi interessi, offrirà servizi ai bagnanti e, soprattutto, lascerà inalterato un bene ambientale straordinario.

      Buona estate.

      Stefano Deliperi

  3. luglio 8, 2015 alle 3:05 pm

    da Sardinia Post, 8 luglio 2015
    Alghero, salve le dune della spiaggia del Porticciolo. Soddisfazione del Grig: http://www.sardiniapost.it/cronaca/alghero-salve-le-dune-della-spiaggia-del-porticciolo-soddisfazione-del-grig/

  4. Annamaria Coen
    luglio 8, 2015 alle 6:04 pm

    evviva! Buon lavoro, complimenti. anna coen Date: Wed, 8 Jul 2015 03:05:45 +0000 To: annacoen@hotmail.com

  5. luglio 9, 2015 alle 7:08 am

    sig. Carboni, la nostra è un’associazione ecologista che fa quanto la legge consente per difendere l’ambiente e i beni ambientali, come il litorale del Porticciolo, l’intera costa algherese e i restanti litorali sardi.
    Chiediamo il rispetto delle norme di tutela, ma non so se riesce a capirlo.
    Per le affermazioni che fa nel commento inviato ieri, mercoledi 8 luglio 2015, alle ore 22.57, contenenti accuse diffamatorie nei confronti del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus dovrei chiamarla a risponderne in sede giudiziaria.
    Le faccio solo un favore a non pubblicarlo.
    Le ripeto: rispetti i termini della concessione demaniale, farà i suoi interessi, offrirà servizi ai bagnanti e, soprattutto, lascerà inalterato un bene ambientale straordinario.
    Buona estate.

    Stefano Deliperi

  6. fabio
    luglio 11, 2015 alle 3:44 pm

    Come già fatto presente . prego Vostra associazione di valutare il disastro dei chioschi su dune su Maria pia e Lido.

    • luglio 11, 2015 alle 5:53 pm

      come sai, siamo in attesa delle foto dei sentieri di accesso alle dune nell’area.

      • fabio
        luglio 14, 2015 alle 11:22 am

        Non lo sapevo , altrimenti ve li avrei inviati io. Mandatemi una mail con scritto in maniera specifica cosa vi serve e vedo di farvelo avere.
        a presto

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: