La Nurra algherese merita maggiore attenzione.


Alghero, Bastioni e centro storico

Alghero, Bastioni e centro storico

I Comitati Rinascita della Bonifica della Nurra, Borgata di Maristella, Borgata Guardia Grande-Corea, Borgata di Sa Segada-Tanca Farrà e l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus hanno inoltrato (27 gennaio 2016) al Presidente della Regione Francesco Pigliaru e alla Direzione generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia una specifica richiesta di riesame del provvedimento con il quale sono stati assegnati agli Enti locali i fondi (complessivamente 40 milioni di euro) per la rifunzionalizzazione e concessione in comodato d’uso di immobili di proprietà regionale da destinarsi a finalità pubbliche.

E’ stato informato, per opportuna conoscenza, il Sindaco di Alghero Mario Bruno.

L’istanza di riesame è motivata dal mancato finanziamento degli edifici in disuso delle Scuole medie di Guardia Grande e di S. Maria La Palma e della Scuola Elementare di Maristella e di Sa Segada. Gli edifici scolastici delle Borgate agricole della Bonifica della Nurra di Alghero costituiscono elementi di riferimento di carattere storico-culturale di rilievo per le Collettività locali di riferimento e oggetto di tutela nell’ambito delle disposizioni del piano paesaggistico regionale – P.P.R. (1° stralcio costiero), promulgato con D.P.Re. 7 settembre 2006, n. 82 (artt. 51, comma 1°, lettera a, nn. 5 e 6, 57 ‘beni identitari’, 58, 59).

Alghero, Capo Caccia

Alghero, Capo Caccia

Il mancato finanziamento appare illegittimo, in quanto non rispetta le condizioni del relativo bando, reso noto con avviso pubblico allegato alla determinazione Direzione generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia n. 2919/SDA del 17 novembre 2015.

Infatti, il Comune di Alghero, come consentito dall’art. 1, comma 2°, del predetto bando (“I Comuni, le Unioni di Comuni o le Associazioni tra Comuni possono presentare più di una domanda”) ha presentato cinque proposte, relative all’ex Cotonificio e agli edifici scolastici in disuso della Nurra algherese, tutte dichiarate ammissibili, coerenti e oggetto di valutazioneda parte della Cabina di regia regionale, competente per l’approvazione (vds. allegato A della deliberazione Giunta regionale n. 67/4 del 29 dicembre 2015).

Tuttavia, con deliberazione Giunta regionale n. 67/4 del 29 dicembre 2015, è stato deciso il finanziamento della sola proposta relativa alla rifunzionalizzazione del Cotonificio dismesso, con esclusione delle restanti quattro (vds. allegato B, in http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_73_20160111120945.pdf), in quanto “l’Assessore … sempre al fine di garantire la massima distribuzione possibile propone, inoltre, di non finanziare più di una istanza per Comune richiedente”, in contrasto con quanto previsto con il predetto avviso pubblico.

In proposito, si ricorda che la previsione di precise disposizioni per l’effettuazione di procedure selettive costituisce senz’altro una forma di auto-vincolo per la discrezionalità della Pubblica Amministrazione procedente, disposizioni che non possono esser disattese o modificate successivamente a procedura espletata (vds. es. T.A.R. Sardegna, Sez. II, 8 novembre 2013, n. 694 e, T.A.R. Sardegna, Sez. II, 8 novembre 2013, n. 695).

E’ ora di riservare la giusta attenzione ai valori ambientali e storico-culturali della Bonifica della Nurra.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

(foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. gennaio 29, 2016 alle 3:03 pm

    da La Nuova Sardegna, 28 gennaio 2016
    Alghero, niente fondi per le ex scuole: le borgate insorgono.
    Esclusi dal finanziamento per la rifunzionalizzazione degli immobili regionali quattro dei cinque progetti presentati, tutti nell’agro. (Sergio Ortu): http://lanuovasardegna.gelocal.it/alghero/cronaca/2016/01/28/news/alghero-niente-fondi-per-le-ex-scuole-le-borgate-insorgono-1.12855007?ref=hfnsaler-2

    ________________________________________________

    da Alguer.it, 28 gennaio 2016
    Inoltrata alla Direzione generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia una specifica richiesta di riesame del provvedimento con il quale sono stati assegnati agli Enti locali i fondi (complessivamente 40 milioni di euro) per la rifunzionalizzazione e concessione in comodato d’uso di immobili di proprietà regionale da destinarsi a finalità pubbliche.
    «La Nurra algherese merita più attenzione»: http://notizie.alguer.it/n?id=102031

    ___________________________________________________________

    da Sardegna Reporter, 28 gennaio 2016
    Il Gruppo d’Intervento Giuridico si schiera con le Borgate di Alghero: http://www.sardegnareporter.it/99705-2/

    ____________________________________________________________

    da Porto Conte News, 28 gennaio 2016
    Non si scherza più: il Gruppo d’Intervento Giuridico si schiera con le Borgate di Alghero: http://www.portocontenews.it/2016/01/non-si-scherza-piu-il-gruppo-dintervento-giuridico-si-schiera-con-le-borgate-di-alghero/

    ——————————————————————————

    Borgate: il Sindaco si impegna per i progetti presentati: http://www.portocontenews.it/2016/01/borgate-il-sindaco-si-impegna-per-i-progetti-presentati/

    ——————————————————————————

    22 gennaio 2016
    I Comitati di Borgata chiamano il Gruppo di Intervento Giuridico: al via la richiesta di riesame e l’interessamento della magistratura competente: http://www.portocontenews.it/2016/01/i-comitati-di-borgata-chiamano-il-gruppo-di-intervento-giuridico-al-via-la-richiesta-di-riesame-e-linteressamento-della-magistratura-competente/

  2. marzo 18, 2016 alle 2:54 pm

    riceviamo e pubblichiamo volentieri 🙂

    Alghero, 17 marzo 2016

    I Comitati di Borgata di Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà, Maristella e il Comitato Rinascita della Bonifica hanno il piacere di comunicare a tutta la popolazione che ieri è stata una giornata storica per l’agro algherese. Dopo mille battaglie, incontri a Cagliari con i vertici regionali, petizioni popolari e forti prese di posizione, finalmente la Regione ha deciso di guardare verso le nostre borgate.

    Nell’incontro che si è svolto ieri sera nella sede del PD di Alghero, promotore dell’iniziativa, l’Assessore Regionale agli Enti Locali Cristiano Erriu, alla presenza del Sindaco Mario Bruno e dei consiglieri comunali del PD, Mimmo Pirisi e Enrico Daga, ha illustrato le prime importanti misure decise dalla Regione per venire incontro alle richieste delle borgate.

    Il primo punto ha riguardato il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica: si potrà fare senza attendere l’approvazione del PUC grazie a una delibera di giunta in arrivo la prossima settimana. Si tratta di una notizia eccezionale per tutti coloro che desiderano investire in agricoltura nell’agro, anche sfruttando i fondi del Piano di Sviluppo Rurale in arrivo, una vera e propria boccata d’ossigeno dopo un’apnea di 10 anni. I Comitati di Borgata, con questa delibera, raggiungono un importantissimo obiettivo tra quelli prefissati, cioè permettere alle comunità locali non solo di rimanere sul territorio ma anche di investirvi per sfruttarne a pieno le potenzialità. Ora la palla passa al Sindaco al quale richiediamo la massima velocità affinché il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica sia redatto in pochissime settimane, in quanto già parzialmente pronto.

    Il secondo punto ha riguardato la rifunzionalizzazione degli immobili regionali nelle borgate esclusi dai finanziamenti dell’ultimo bando di dicembre 2015. L’Assessore ha garantito il finanziamento, in accordo con l’Assessore all’Agricoltura Elisabetta Falchi, attraverso una misura ad hoc contenuta nel Piano di Sviluppo Rurale in arrivo e che coinvolgerà gli abitanti attivi delle borgate. Un’altra vittoria dei Comitati di Borgata che hanno creduto con ostinazione nella possibilità di far rinascere le borgate e hanno contribuito in modo determinante alla stesura dei progetti di rilancio presentati.

    Il terzo punto ha riguardato la possibilità per i giovani che sono interessati di poter ottenere in concessione dalla Regione, per finalità agricole, i terreni di proprietà regionali presenti in agro. Questo permetterà a chi non possiede terreni ma desidera fare agricoltura di poterci provare. Gli assegnatari saranno selezionati attraverso avvisi pubblici presto in arrivo.

    I Consiglieri Comunali del PD di Alghero, Mimmo Pirisi e Enrico Daga, hanno ricordato l’impegno che sin da subito ha caratterizzato l’azione del Partito relativamente alla questione agro. L’Assessore Erriu ha menzionato i Comitati di Borgata ricordando i numerosi incontri di informazione e sensibilizzazione che ci sono stati e che hanno contribuito a portare a questo importante risultato. Il Sindaco Bruno ha ricordato il percorso intrapreso dall’amministrazione comunale per l’approvazione rapida del PUC in accordo con la Regione e ha lodato i Comitati di Borgata per l’attivismo di cui si sono resi protagonisti, l”ostinazione e la tenacia nel mantenere fissi e vivi i propri obiettivi.

    Come Comitati di Borgata ringraziamo il PD di Alghero per aver contribuito in modo determinante all’ottenimento di questi risultati insieme al Sindaco Bruno che ha dovuto sopportare le nostre insistenze. Ringraziamo Coldiretti per il supporto e naturalmente l’Assessore Erriu per essersi lasciato coinvolgere in questa battaglia di civiltà che riguarda il nostro piccolo grande territorio. Vigileremo affinché le promesse si possano tradurre nei prossimi mesi in fatti concreti, con l’obiettivo che si possa aprire per l’agro una nuova stagione di opportunità e sviluppo.

    Tonina Desogos, Comitato di Borgata di Maristella

    Pina Congiu, Comitato di Borgata di Guardia Grande – Corea

    Antonio Zidda, Comitato di Borgata di Sa Segada – Tanca Farrà

  3. marzo 23, 2016 alle 9:54 pm

    riceviamo e pubblichiamo volentieri.

    Comunicato Stampa (23 marzo 2016)

    L’Assessore agli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, Cristiano Erriu, mantiene la sua prima importante promessa fatta di fronte a PD di Alghero, Sindaco Bruno, Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà e cittadini nell’incontro tenutosi mercoledì scorso, 17 marzo, presso la sede del PD, in via Mazzini. Oggi infatti, la Giunta Regionale ha deliberato la possibilità per il Comune di Alghero di procedere con un variante urbanistica mediante la redazione di un Piano di Valorizzazione e Conservazione della Bonifica slegato dal PUC. Un evento storico per l’agro che, finalmente, dopo 10 anni, può rivedere la luce: l’obiettivo è quello di permettere agli imprenditori agricoli di tornare a investire liberamente sul territorio e di mantenere le comunità coese. Da parte di tutti i Comitati di Borgata un grande ringraziamento va al PD di Alghero, che ha saputo accogliere con serietà le nostre istanze e all’Assessore Regionale Erriu che, con pazienza, ci ha sempre ascoltati e infine ha cercato e trovato la soluzione a questo annoso problema. Un ringraziamento anche al Sindaco Bruno che ha accelerato sul PUC attraverso l’intesa con la Regione. Siamo ora nelle condizioni di avere le carte in regola per far approvare rapidamente il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica.

    Tonina Desogos, Presidente del Comitato di Borgata di Maristella: “La Regione, con la delibera odierna, ha ritenuto la Bonifica di Alghero un territorio di interesse regionale strategico, sul quale investire in agricoltura. Finalmente. Sono anni che i Comitati di Borgata si battono per il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica separato dal PUC. Da oggi è possibile. Questo risultato è figlio di un percorso lungo e tortuoso, passato dalla provocazione forte dell’agro con il progetto di istituzione del nuovo Comune di Porto Conte, sino alla mia personale e discussa candidatura nel PD di Alghero alle ultime elezioni, poca capita all’inizio, ma che mi ha permesso di spiegare da dentro gli apparati della politica che conta le motivazioni che ci stavano spingendo e costringendo alla protesta”.

    Giuseppina Congiu, Presidente del Comitato di Borgata di Guardia Grande – Corea: “Una prima grande vittoria per i Comitati di Borgata che sono riusciti, finalmente, a far comprendere alla politica locale e regionale che la Bonifica di Alghero è un’enorme risorsa da valorizzare. Questo rappresenta un segnale importante dopo decenni di mancati investimenti che hanno portato all’attuale situazione di estremo degrado. Ora andiamo avanti, dobbiamo recuperare un gap infrastrutturale e di servizi che ci vede indietro di 50 anni. Con l’aiuto di un’amministrazione sensibile e di un territorio unico al mondo, possiamo procedere spediti”.

    Antonio Zidda, Presidente del Comitato di Borgata di Sa Segada – Tanca Farrà: “ Un risultato storico, ottenuto grazie alla coesione e determinazione dei Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà e del Comitato Rinascita della Bonifica. Abbiamo subito ogni tipo di pressione in questo primo anno di mandato per farci distogliere l’attenzione dai grandi temi del territorio. Abbiamo resistito, facendo capire che è finito il tempo dei leccapiedi e che è ora dei fatti, non più delle chiacchiere. Ora avanti tutta, ci attendono grandi impegni”.

    La palla passa ora al Comune di Alghero per la redazione del Piano. Come Comitati di Borgata chiediamo la massima responsabilità da parte di tutta la politica locale così che si dia seguito in tempi brevissimi alla mozione presentata dal PD e votata all’unanimità dal Consiglio Comunale nel dicembre 2014 riguardante il Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica. I primi bandi del Piano di Sviluppo Rurale della Sardegna, che prevede oltre 1,3 miliardi di Euro per investimenti da realizzarsi nelle zone di campagna, saranno varati nelle prossime settimane e Alghero, oggi, può e deve essere pronta.

    Comitati di Borgata di Maristella, Guarda Grande – Corea, Sa Segada – Tanca Farrà, Comitato Rinascita della Bonifica

    • marzo 24, 2016 alle 2:48 pm

      Delibera n. 14/46 del 23 marzo 2016
      Direttive per l’attuazione degli articoli 57, 58 e 59 delle norme tecniche di attuazione del Piano paesaggistico regionale – primo ambito omogeneo nelle aree di bonifica (non ancora pubblicata)

      ——-

      dal sito web istituzionale della Regione autonoma della Sardegna, 23 marzo 2016
      PPR, la Regione affianca i Comuni per garantire sviluppo sostenibile in aree di bonifica.
      Il provvedimento consentirà di attuare le disposizioni contenute nel Piano paesaggistico regionale e garantire lo sviluppo sostenibile del settore agricolo in coerenza con gli obiettivi di conservazione e valorizzazione del paesaggio, attraverso la redazione di varianti allo strumento vigente. (http://www.regione.sardegna.it/xml/getpage.php?cat=7875)

      CAGLIARI, 23 MARZO 2016 – La Giunta regionale ha approvato la delibera con la quale dà mandato alla Direzione generale della Pianificazione urbanistica, territoriale e della vigilanza edilizia per avviare le attività di affiancamento in favore dei Comuni nei cui territori insistono aree di insediamento produttivo, come i Sistemi di bonifica dei Comuni di Alghero (Fertilia), Castiadas, Pula, Sassarese, Oristano e Arborea.

      Il provvedimento consentirà di attuare le disposizioni contenute nel Piano paesaggistico regionale e garantire lo sviluppo sostenibile del settore agricolo in coerenza con gli obiettivi di conservazione e valorizzazione del paesaggio, attraverso la redazione – nelle more dell’adeguamento dei Piani urbanistici comunali al PPR – di varianti allo strumento vigente. Tali varianti dovranno analizzare i caratteri essenziali degli insediamenti ricompresi nelle aree di bonifica: la capacità d’uso dei suoli, con conseguente articolazione del territorio agricolo; i soprassuoli e la copertura vegetale; le trame viarie, con specificazione di quelle storiche; la regimazione delle acque (interventi tecnici studiati per regolare il deflusso dell’acqua in eccedenza, senza compromettere le riserve idriche nel suolo); l’appoderamento; gli elementi di confine; le tipologie architettoniche rurali storiche, come borgate, centri di servizio e architetture civili e religiose.

      “Con l’adozione di questa importante delibera – spiega l’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu – che quei territori attendevano da anni, nel pieno rispetto dei caratteri storici, ambientali e paesaggistici del sistema delle bonifiche, si consente di mantenere viva la funzione agricola e produttiva di quelle aree. Attraverso una rapida predisposizione dei Piani di valorizzazione, non si dovrà attendere l’adeguamento del PUC al PPR”.

      Per l’assessore dell’Agricoltura Elisabetta Falchi, “era importante arrivare a questa soluzione, molto attesa perché in tal modo anche gli agricoltori e allevatori che vivono nelle borgate potranno beneficiare dei bandi del Programma di sviluppo rurale”.

  4. marzo 8, 2017 alle 2:46 pm

    da L’Unione Sarda, 8 marzo 2017
    Alghero, la rivolta delle borgate contro il Puc: “Un Piano calato dall’alto”. (Caterina Fiori): http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/03/08/alghero_la_rivolta_delle_borgate_contro_il_puc_un_piano_calato_da-68-576729.html

    ___________________

    da La Nuova Sardegna, 7 marzo 2017
    Borgate, piano di bonifica vicino all’approvazione.
    Sbarcato in consiglio comunale per l’ok definitivo tanto atteso dalle aziende Il sindaco: dopo 12 anni i nostri agricoltori potranno accedere ai finanziamenti. (Gian Mario Sias): http://lanuovasardegna.gelocal.it/alghero/cronaca/2017/03/07/news/borgate-piano-di-bonifica-vicino-all-approvazione-1.14994599?ref=hfnsalec-2

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: