Morìa di pesci nelle Saline di Carloforte.


Saline di Carloforte

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (26 agosto 2015) una specifica segnalazione concernente la grave morìa di pesci riscontrata nelle Saline di Carloforte (CI) per motivi sconosciuti.

Non possono essere esclusi fenomeni di inquinamento derivante da scarichi illeciti, per cui sono stati chiesti controlli in merito.

Sono stati interessati la Direzione generale Enti locali della Regione autonoma della Sardegna (titolare della zona umida), il Comune di Carloforte, i Carabinieri del N.O.E., il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, l’A.R.P.A.S.

pesce morto

pesce morto

Preoccupano anche aspetti di ordine igienico-sanitario, visto che vi sarebbero stati anche casi di persone che avrebbero prelevato pesci morti, probabilmente a uso alimentare.

Da tempo le Saline di Carloforte sono oggetto di particolare attenzione da parte del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus per la loro salvaguardia e corretta fruizione, in quanto autentico gioiello ambientale e storico-culturale tabarkino, purtroppo attualmente non certo gestito nelle migliori condizioni.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

 

 

Saline di Carloforte, vecchi macchinari per la raccolta del sale

Saline di Carloforte, vecchi macchinari per la raccolta del sale

da La Nuova Sardegna, 26 agosto 2015

Carloforte, morìa di pesci nelle saline a rischio inquinamento.  Nel canale finiscono anche liquami di alcuni scarichi cittadini, dilaga fra i passanti l’abitudine di portarsi via le facili prede. (Simone Repetto)

 

 

Carloforte, Saline, raccolta del sale (1991)

Carloforte, Saline, raccolta del sale (1991)

 

Cavalieri d'Italia (Himantopus himantopus) nelle Saline di Carloforte

Cavalieri d’Italia (Himantopus himantopus) nelle Saline di Carloforte

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. Fabrizio De Andrè
    agosto 27, 2015 alle 8:05 PM

    Chissà che controlli ora che sono tutti informati,ci sarà da avere paura.Quelli che da giorni stanno pescando muggini e anguille sotto gli occhi di tutti saranno terrorizzati ora che ci saranno i controlli.

  2. Fabrizio De Andrè
    agosto 27, 2015 alle 8:07 PM

    Chissà che paura si prenderanno le decine di persone che da giorni stanno pescando nelle saline.I più contenti saranno i fenicotteri…..

  3. Arpia
    agosto 27, 2015 alle 8:43 PM

    La gente si porta via le prede facili! Mi ricorda tanto uno che trovo’ un cinghiale, forse, avvelenato e che voleva portarselo a casa! Come diceva un mio collega mozambicano: “Quando a cabeça não regula, o corpo é que paga”. Non credo richieda traduzione!

  4. Carlo Forte
    agosto 28, 2015 alle 11:10 am

    Che scarica la fogna nel canale delle saline non è certo una novità.La novità sarebbe un intervento per fermarle.A volte la fogna fuoriesce anche in strada davanti alla nuova lottizzazione tavella,ma nessuno se ne occupa….forse i muggini alla fogna diventeranno un pezzo forte della cucina tabarchina

  5. Fabrizio De Andrè
    agosto 30, 2015 alle 4:00 PM

    Come era prevedibile la presenza continua di persone che pescano muggini agonizzanti fatto allontanare i fenicotteri.

  6. febbraio 16, 2016 alle 11:01 PM

    sarà la volta buona?

    da La Nuova Sardegna, 16 febbraio 2016
    Carloforte, nuova vita per le saline: arrivano cinque milioni di euro.
    La giunta regionale ha deliberato lo stanziamento a favore del Comune, dopo la ristrutturazione del compendio la gestione sarà affidata a privati. (Simone Repetto): http://lanuovasardegna.gelocal.it/cagliari/cronaca/2016/02/16/news/carloforte-nuova-vita-per-le-saline-arrivano-cinque-milioni-di-euro-1.12969051?ref=hfnscaec-1

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: