Per il verde pubblico ad Abano Terme.


Abano Terme, manifestazione per il verde pubblico (30 agosto 2014)

Abano Terme, manifestazione per il verde pubblico (30 agosto 2014)

Bella manifestazione, sabato 30 agosto 2014, da parte dei cittadini di Abano Terme e delle associazioni e comitati ecologisti per salvare il proprio verde pubblico da decisioni insensate e immotivate dell’Amministrazione comunale.

Molti residenti e turisti si sono avvicinati e han partecipato all’affettuoso abbraccio con spago e volantini degli alberi a rischio di taglio.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, dopo l’istanza di sospensione del taglio di ben 117 alberi (1 luglio 2014) e la richiesta di informazioni ambientali riguardo le motivazioni e il reale stato di salute delle alberature pubbliche (11 agosto 2014), auspica che la sospensione delle operazioni (per ora solo temporanea) sia il preludio per un profondo ripensamento della politica di gestione del verde pubblico della cittadina termale.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Abano Terme, manifestazione per il verde pubblico (30 agosto 2014)

Abano Terme, manifestazione per il verde pubblico (30 agosto 2014)

 

Abano Terme, manifestazione per il verde pubblico (30 agosto 2014)

Abano Terme, manifestazione per il verde pubblico (30 agosto 2014)

 

Il Gazzettino di Padova, 30 agosto 2014

Il Gazzettino di Padova, 30 agosto 2014

Il Gazzettino, 31 agosto 2014

Il Gazzettino, 31 agosto 2014

 

Il Gazzettino, 6 settembre 2014

Il Gazzettino, 6 settembre 2014

 

(foto M.F., archivio GrIG)

  1. agosto 31, 2014 alle 6:13 pm

    su TG 3 Veneto, 30 agosto 2014
    (minuto 19.00): http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-f3575cc0-4e2d-41d5-b4c9-22f6d027f606-tgr.html#p=0

    ________________

    su Telenuovo, 30 agosto 2014
    (minuto 15.20): http://www.telenuovo.it/pages/390358/?sectionID=&playlist=tutti

  2. angela
    settembre 1, 2014 alle 2:04 pm

    Bravissimi i cittadini di Abano Terme. Mi auguro che vincano la battaglia perché ciò che sta accadendo nella loro città è inaudito e folle e non deve accadere da nessun’altra parte.

  3. settembre 1, 2014 alle 9:44 pm

  4. settembre 16, 2014 alle 8:39 pm

    e il 15 settembre 2014 è iniziato il taglio degli alberi di Abano Terme.

  5. settembre 19, 2014 alle 3:07 pm

    COMUNICATO STAMPA GrIG VENETO 19 set. ‘14

    Esposto alla Corte dei Conti di Venezia sul taglio degli alberi sani di Abano Terme

    L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico sez. Veneto si accinge a depositare un esposto alla Corte dei Conti di Venezia per far luce sulla reale utilità, anche dal punto di vista economico, del taglio delle 117 piante nel Comune di Abano Terme.
    Come più volte rappresentato anche dalle Associazioni protezioniste locali sulla sanità degli alberi e soprattutto come certificato da due professionisti, con tanto di perizia tecnica firmata e protocollata in Comune e in Procura, ora è la volta della Corte dei Conti a cui l’Associazione chiede di avviare delle indagini
    essendo già in possesso di sufficiente materiale probatorio.
    Si attende quindi un parere in un momento di crisi economica come quello che stiamo attraversando, dove 400.000 € possono fare la differenza.

    Gruppo d’Intervento Giuridico sez. Veneto
    grigveneto@libero.it

  6. ottobre 4, 2014 alle 7:28 pm

    riceviamo e pubblichiamo volentieri.

    ABANO TERME/M5S: “SI INTERROMPANO IMMEDIATAMENTE GLI ABBATTIMENTI DEGLI ALBERI FINCHÉ NON SIA FATTA CHIAREZZA”

    I deputati veneti del Movimento 5 Stelle interrogano i Ministri sui tagli ingiustificati delle alberature. E la richiesta al sindaco:”troppe le contraddizioni, bloccare gli abbattimenti!”

    “Con la nostra interrogazione chiediamo ai tre Ministri dell’ambiente, politiche agricole e dei beni culturali di monitorare, per tramite del Comitato per lo Sviluppo del Verde Pubblico istituito con legge 10/2013, la situazione per quanto riguarda le perizie e i piani di abbattimento/ripiantumazione nonché la loro correttezza formale e procedurale. Abbiamo chiesto inoltre di conoscere le valutazione del Corpo Forestale dello Stato e della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici relativamente ai procedimenti a tutela degli alberi monumentali” – dichiara la deputata Benedetti, prima firmataria dell’interrogazione sottoscritta dai deputati veneti del Movimento 5 stelle Brugnerotto, Businarolo, Cozzolino, Da Villa, D’Incà, Fantinati, Rostellato, Spessotto, Turco.

    “Troppe le contraddizioni che accompagnano questo piano di “riqualificazione del patrimonio arboreo” a partire dalla controperizia che attesta lo stato di salute delle alberazioni – continua la deputata di Commissione agricoltura – inoltre alcuni filari, in area di interesse storico culturale, dovrebbero essere, a nostro avviso, tutelati dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio e qualsiasi intervento su di essi necessita di autorizzazione da parte della Soprintendenza. Dal 2011 Associazioni ambientaliste locali e cittadini si stanno opponendo in tutti i modi a questo piano di abbattimento, proponendo misure alternative ma non sono stati ascoltati e gli abbattimenti continuano”.

    “Anche noi parlamentari abbiamo scritto al Sindaco chiedendo di interrompere gli abbattimenti, e abbiamo chiesto alle istituzioni competenti di intervenire a tutela delle alberazioni sane. Ogni albero è una risorsa importante, ha una sua storia e va difeso fino in fondo, verificando per ognuno tutte le alternative. Il taglio deve essere l’ultima spiaggia, qualora nessuna alternativa sia praticabile. Ed è palese che questa valutazione attenta e approfondita, chiesta da tutti, è mancata – dichiarano i Deputati Rostellato e Brugnerotto – spiace inoltre l’atteggiamento dell’Amministrazione, sorda alle richieste dei cittadini, delle associazioni e degli esperti che, se fossero stati riconosciuti fin dall’inizio come legittimi interlocutori, probabilmente avrebbero evitato tante “seccature” al sindaco”.

    Apprendiamo da articoli di stampa che lunedì in Consiglio Comunale il Sindaco avrebbe detto che “nessuna alberatura è sottoposta ad alcun vincolo e che la soprintendenza non ha imposto alcuna restrizione, ma ha semplicemente chiesto e proposto una diversa modalità di intervento, ossia per via Mazzini e per via Appia Monterosso di tagliare gli alberi in modo parziale e con tempi diversi”. Riteniamo che questa richiesta della Soprintendenza di procedere con una diversa modalità di intervento (taglio parziale in tempi diversi) proprio per le due vie oggetto di esposto da parte delle Associazioni, dimostri che quei filari richiedono cure e attenzioni particolari e quindi il vincolo dovrebbe esserci. Ma attendiamo di leggere integralmente la risposta ufficiale della Soprintendenza all’Amministrazione, cui abbiamo fatto gentile richiesta di accesso agli atti” – conclude la Deputata Benedetti.

    Deputati del Movimento 5 Stelle
    Benedetti, Brugnerotto, Businarolo, Cozzolino, Da Villa, D’Incà, Fantinati, Rostellato, Spessotto, Turco

    _______________________________________
    Ufficio Stampa della Deputata Silvia Benedetti

    Palazzo Marini – Via Del Pozzetto, 105 – Roma
    Tel. 06 – 6760 8922
    Fax. 06 – 6760 8254
    Cell. 328 2183247

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: