Home > "altri" animali, biodiversità, bracconaggio, caccia, difesa del territorio, società, sostenibilità ambientale > Caccia: inizia la stagione venatoria, riprendono i morti e i feriti “umani”.

Caccia: inizia la stagione venatoria, riprendono i morti e i feriti “umani”.


“incidente” di caccia

E’ iniziata la stagione venatoria 2019-2020 e, con puntualità, riprende il conto dei morti e feriti umani.

Per non parlare dei milioni di altri animali uccisi.

Un cacciatore svizzero cinquantenne è morto presso il confine di Chiasso, ucciso da un colpo partito da un compagno di battuta (14 settembre 2019), un cacciatore è morto (14 settembre 2019) durante il recupero di un cervo ucciso nei boschi di Sorico (CO), mentre un suo compagno di battuta è rimasto ferito.

Nei boschi di Sicignano degli Alburni (SA) una tragedia ancor più grande: Martino Gaudioso, cacciatore di 55 anni, è stato ucciso da un colpo di fucile esploso dal figlio.

Erano a caccia di cinghiali in periodo di divieto, “sia le armi che il porto d’armi sono stati sequestrati dagli inquirenti“. Cacciatori e bracconieri.

Tre morti e siamo solo all’inizio.

C’è un serissimo problema di legalità, c’è un altrettanto serio problema di sicurezza e di scarsa prudenza nell’uso delle armi strettamente connesso alla caccia, ignorarlo o sminuirlo comporterà l’infinita prosecuzione di tali tragedie.

L’abbiamo denunciato in tutte le salse in moltissime occasioni, ma non c’è più sordo di chi non vuol sentire.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus e Lega per l’Abolizione della Caccia

cartello “fondo chiuso – divieto di caccia”

A.N.S.A., 22 settembre 2019

Tragedia durante una battuta di caccia, parte un colpo e uccide il padre.

Il colpo ha raggiunto al basso addome il genitore.

Un uomo di 34 anni, residente a Postiglione, nel Salernitano, ha esploso accidentalmente dal proprio fucile, durante una battuta di caccia, un colpo che ha raggiunto al basso addome il padre e compagno di attività venatoria, di 55 anni. Ferito, è morto successivamente. Il fatto si è verificato a Sicignano degli Alburni (Salerno), in località Gammariello, durante una battuta di caccia al cinghiale. I carabinieri della sezione operativa di Eboli, congiuntamente a quelli della stazione di Postiglione, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà il figlio della vittima per il reato di omicidio colposo.

Cinghiale (Sus Scrofa)

(foto da La Nuova Sardegna, L.A.C., A.A., archivio GrIG)

Annunci
  1. Mara machtub
    settembre 23, 2019 alle 7:13 am

    Senza contare le persone innocenti (ndr: non cacciatori) colpite da palle vaganti. Ieri ero di vendemmia e sembrava di stare in Vietnam: spari a volontà. Che schifo.

    • G.Maiuscolo
      settembre 23, 2019 alle 6:09 pm

      Mara…e magari anche l’odore del Napalm, al mattino…ahahahahahah.
      Quest’anno il mio giardino è …più silenzioso del solito, specie all’alba. Non sto sentendo spari, né vicini e nemmeno lontani. Oggi ho visto piccoli merli, nuovi nati che…bevevano e che si deliziavano con l’acqua dell’irrigatore.
      Spero di non aver parlato in fretta…

      “Atru che Vietnam…e Napalm” ( altro che Vietnam…e Napalm!)
      🙂

  2. Belinda Huegel
    settembre 23, 2019 alle 4:15 pm

    …ecco perche Cristo arrivo’ solo ad Eboli….

  3. capitonegatto
    settembre 23, 2019 alle 5:06 pm

    E dagli…se ne sentiva la mancanza del risveglio allo schioppo.

  4. PATRIZIA PILI
    settembre 23, 2019 alle 6:59 pm

    Ma quando decidono di abolirla o dare solo il permesso a gente con la testa a posto ?

  5. Donatella
    settembre 24, 2019 alle 12:27 am

    Ma non potrebbero tirare in un tirassegno? Ma chi può avere la testa a posto se pensa di sparare per divertimento (!!!???) a questi poveri uccellini….non diranno mica che uccidono per fame….vero?
    La caccia va abolitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  6. g.Maiuscolo
    settembre 24, 2019 alle 7:12 am

    🙂

  7. G.Maiuscolo
    settembre 29, 2019 alle 10:47 am

    Forse ho parlato presto ed incautamente; oggi, di buon mattino…boom…boom…
    forti e chiari e “mancu troppus addei…” ( Neanche troppo in là…).
    😦

  8. ottobre 6, 2019 alle 12:43 pm

    ecco qui, un altro “incidente” di caccia.

    A.N.S.A., 6 ottobre 2019
    Centrato da colpo durante battuta di caccia, muore 71enne.
    Sono in corso indagini per chiarire la dinamica e individuare il responsabile. (http://www.ansa.it/lazio/notizie/2019/10/06/centrato-da-colpo-durante-battuta-di-caccia-muore-71enne_479fcc1d-6119-426b-86ca-ef772e011acc.html)

    Un uomo di 71 anni è morto dopo essere stato centrato da un colpo d’arma da fuoco durante una battuta di caccia vicino a Roma. Da una prima ricostruzione, l’uomo nel pomeriggio stava partecipando con altri sei conoscenti a una battuta di caccia in zona Sant’Oreste quando ha smarrito il segugio. A quanto riferito dai compagni di caccia, a quel punto insieme sarebbero andato a cercarlo e intorno alle 20 l’uomo sarebbe stato colpito da un colpo d’arma da fuoco al fianco esploso da uno sconosciuto. Sono in corso indagini per chiarire la dinamica e individuare il responsabile. Sequestrate le armi in possesso al gruppo.

    Il 71enne è arrivato intorno alle 23.30 in eliambulanza al policlinico Gemelli ed è stato sottoposto d’urgenza a un intervento ma è morto per una emorragia interna. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Bracciano e del Nucleo investigativo di Ostia.

    • ottobre 7, 2019 alle 2:45 pm

      tutti “amici”, tutti zitti.

      da Roma Today, 7 ottobre 2019
      Ucciso durante una battuta di caccia, giallo sul pensionato morto: si cerca chi ha sparato.
      Dopo la tragedia nessuno si è fatto avanti per assumersi la responsabilità di quello che proprio per i carabinieri rimane un incidente di caccia. (Lorenzo Nicolini):
      http://www.romatoday.it/cronaca/luciano-tittoni-morto-caccia.html

      —————–
      6 ottobre 2019

      Va a caccia con gli amici e viene ucciso da un colpo d’arma da fuoco.
      Un uomo di 71 anni è morto a causa delle gravi ferite riportate. Sul caso indagano i carabinieri che hanno sequestrato le armi. (Lorenzo Nicolini): http://www.romatoday.it/cronaca/morto-cacciatore-sant-oreste-roma.html

      • Mara machtub
        ottobre 7, 2019 alle 4:57 pm

        “Dagli amici mi guardi Iddio, ‘ché dai nemici mi guardo io”

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: