Home > "altri" animali, biodiversità, coste, difesa del territorio, mare, società, sostenibilità ambientale > Piccole Tartarughe marine nuotano a Cala Sinzias!

Piccole Tartarughe marine nuotano a Cala Sinzias!


Tartarughe marine (Caretta caretta) appena nate in corsa verso il mare

La notte fra il 19 e il 20 settembre 2019 Sono nate 74 piccole Tartarughe marine (Caretta caretta) nella spiaggia di Cala Sinzias, sulla costa di Castiadas (SU), ai confini dell’Area marina protetta di Capo Carbonara.

Bellissima notizia e non si tratta dell’unico caso di deposizione di uova da parte delle grandi Tartarughe marine sulle coste italiane, dall’Elba a Lampedusa, da Erice a Meta di Sorrento.

Spesso avviene sui litorali sardi: nel settembre 2018 sono nate ben 119 Tartarughine nella frequentatissima spiaggia cagliaritana del Poetto.

Roseto degli Abruzzi, area del nido di Tartaruga marina (Caretta caretta)

Ma bisogna lasciarle in pace ed evitare l’eccessiva curiosità, che disturba la deposizione delle uova.

I nostri mari ora sono più belli e ricchi di vita!

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

da Sardinia Post, 20 settembre 2019

Nate 74 tartarughe a Castiadas: la passeggiata notturna verso il mare.

“Lieto evento a Cala Sinzias. 74 piccoli di tartaruga Caretta caretta sono nati tra le 22.30 e le 24 circa del 19 settembre dal nido neo-identificato in una porzione di spiaggia dello stabilimento Lido Tamatete”. Lo scrivono sulla pagina Facebook dell’Area marina protetta di Capo Carbonara, annunciando con soddisfazione la nascita e l’allontanamento in mare delle tartarughine. Sul posto sono intervenuti lo staff dell’Amp Capo Carbonara, che ha seguito la nascita fin dalla segnalazione del primo piccolo emerso, insieme al personale della Capitaneria di porto di Villasimius e il Corpo forestale.

Roseto degli Abruzzi, nido di Tartaruga marina (Caretta caretta)

“Presenti alla nascita e alla marcia dei neonati sino all’acqua anche il titolare e lo staff dello stabilimento, che con il loro prezioso supporto hanno permesso anche l’identificazione della camera del nido – si legge ancora sul social network -. Il nido è stato messo in sicurezza e sarà monitorato per i prossimi giorni fino all’ispezione della camera”.

Nel lungo post il personale dell’Area marina ribadisce le istruzioni da seguire. “Resta fondamentale il rispetto delle disposizioni per la salvaguardia della fauna marina protetta – scrivono – chi avvista una tartaruga marina deve evitare di disturbare l’animale mantenendo il silenzio e una distanza di almeno quattro metri dall’esemplare, avendo cura di non posizionarsi mai di fronte per non scoraggiarlo nella scelta del sito. Occorre assolutamente evitare il contatto fisico e contenere il numero degli osservatori al minimo e comunque non superare il numero massimo di dieci osservatori alla distanza di quattro metri. Da evitare l’uso di flash e di sorgenti luminose che alterino le condizioni di luminosità esistenti. L’eventuale uso di torce è consentito solo al termine della fase di deposizione, preferibilmente schermandole con filtro rosso (o drappo di tessuto) ed esclusivamente per facilitare la corretta individuazione del nido per la successiva delimitazione a cura del personale del Corpo forestale regionale. La Rete regionale per la conservazione della fauna marina continua a monitorare i siti in attesa di eventuali nuove schiuse”.

Tartaruga marina (Caretta caretta)

(foto A.N.S.A., da mailing list ambientalista)

Annunci
  1. donatella
    settembre 22, 2019 alle 1:20 am

    Lunga vita alle 74 neonate tartarughine sarde, emozionante vederle correre al mare! Viva la Vita! Bellissimo video ! Grazie!

  2. G.Maiuscolo
    settembre 22, 2019 alle 9:01 am

    Correte piccoline, correte…verso il vostro paradiso.
    Love.
    🙂

  3. Porico
    settembre 22, 2019 alle 1:23 pm

    Il seminare bene può dare raccolti copiosi.

  4. G.Maiuscolo
    settembre 22, 2019 alle 2:08 pm

    PORICO, proprio così…
    🙂

  5. G.Maiuscolo
    settembre 22, 2019 alle 4:35 pm

    La gente di Granada non ha solo la maestosa e bellissima “Alhambra” ( da visitare….); ha anche un gran cuore.
    Guardate:

    https://video.corriere.it/esteri/ciclisti-salvano-tirandolo-le-corna-cervo-che-stava-annegando/70c7820a-dd0e-11e9-9e55-749ce7111bc1

    Poi, si sa… i cervi sono timidi: mica si fermano a ringraziare.
    🙂

  6. settembre 22, 2019 alle 10:09 pm

    da Sardinia Post, 22 settembre 2019
    Tartarughe a rischio per la mareggiata, nuovi piccoli spostati in cala riparata: https://www.sardiniapost.it/ambiente/tartarughe-a-rischio-per-la-mareggiata-nuovi-piccoli-spostati-in-cala-riparata/

  7. G.Maiuscolo
    settembre 23, 2019 alle 8:07 am

    (…)” Per questo motivo lo staff tecnico dell’Area marina protetta di Capo Carbonara assieme al centro di recupero del Cnr nel Sinis, sotto il coordinamento dell’assessorato regionale all’Ambiente, ha deciso di intervenire per metterle in salvo…”
    Tutto uno staff tecnico, ci mancava solo il Segretariato dell’ONU…per decidere.

    (…) “I tecnici hanno così portato i 18 piccoli sulla spiaggia della Fortezza vecchia, a Villasimius, a ridosso dal vento le tartarughine hanno potuto raggiungere il mare all’imbrunire. In attesa delle ultime nuove uova.”

    A Castiadas non c’è una spiaggia protetta dal vento? Me lo chiedo. Perché portarle a “Fortezza vecchia” se sono nate in un luogo diverso?
    E’ necessario essere tecnici per comprendere certe scelte, ahimè…

    Bah…

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: