Le vie di arrampicata sportiva devono essere autorizzate!


L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (29 giugno 2019) una specifica richiesta di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti riguardo la realizzazione di itinerari di arrampicata sportiva con corde, cavi, strutture infisse nella roccia, ecc. presso la cascata di Sos Molinos, in Comune di Santulussurgiu (OR).

Diverse pietre sono cadute dalle pareti rocciose immerse nel bosco e, allo stato, non si può escludere alcuna causa, compresa la realizzazione e l’utilizzo degli itinerari di arrampicata sportiva.

Santulussurgiu, cascata di Sos Molinos, fune per l’arrampicata sportiva (giugno 2019)

L’area è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e rientra nel sito di importanza comunitaria – SICITB041106 “Rio Sos Molinos – Sos Lavros – Monte Urtigu” (direttiva n.92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali, della fauna e della flora). Qualsiasi intervento in tali aree, fra l’altro, dev’essere assoggettato alle preventive e vincolanti procedure di valutazione di incidenza ambientale (V.Inc.A. e verifica di assoggettabilità a V.Inc.A.).

Coinvolti i Ministeri dell’ambiente e per i beni e attività culturali, il Servizio valutazioni ambientali della Regione autonoma della Sardegna, il Servizio pianificazione territoriale e vigilanza edilizia della Regione autonoma della Sardegna, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, la Soprintendenza per archeologia, belle arti e paesaggio di Cagliari, il Comune di Santulussurgiu.

La realizzazione di questi interventi di c.d. “turismo attivo” possono avvenire soltanto con il rispetto delle normative di tutela ambientale e in condizioni di assoluta sicurezza.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Santulussurgiu, cascata di Sos Molinos, evidenziate le pietre crollate (giugno 2019)

(foto per conto GrIG, archivio GrIG)

Annunci
  1. belinda
    giugno 30, 2019 alle 11:21 pm

    11 anni fa non vi era traccia…li notai qualche anno dopo e mi chiesi anch io se erano leciti in un ambiente cosi delicato… seguo

  2. CERVUS
    luglio 1, 2019 alle 11:24 am

    Non c’è niente da fare… più l’uomo gode di comodità e di privilegi e più diminuisce la sua capacità intellettiva e umana !

  3. Gianni Sartori
  4. luglio 23, 2019 alle 6:48 pm

    il Servizio Tutela del Paesaggio di Oristano della Regione autonoma della Sardegna ha comunicato (nota prot. n. 27816 del 23 luglio 2019) di non aver emanato alcuna autorizzazione paesaggistica in proposito.

  5. luglio 30, 2019 alle 2:50 pm

    l’Ispettorato di Oristano del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale ha comunicato (nota prot. n. 16307 del 30 luglio 2019) di aver riscontrato “che sul posto, ai piedi della parete rocciosa, vi sono alcuni massi distaccatisi dalla stessa parete rocciosa ma anche la presenza di chiodature per arrampicata. L’osservazione dal piano di campagna, dal basso, non consente di valutare se la causa dei distacchi sia da attribuire alle chiodature o a fessurazioni e disgregazioni naturali della roccia. Inoltre, a breve distanza, si è rilevata una piccola frana di terra e pietre”.

    E’ stato chiesto all’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente di effettuare valutazioni del caso ai fini della salvaguardia del S.I.C. e ai Comuni di Santulussurgiu e di Bonarcado “di valutare l’opportunità, nell’immediato, di interdire gli accessi e di predisporre quindi un rapido intervento di messa in sicurezza del sito”.

  1. luglio 2, 2019 alle 1:50 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: