Home > aree urbane, beni culturali, coste, difesa del territorio, mare, paesaggio, società, sostenibilità ambientale > E’ ora di ripulire la Torre costiera del Poetto!

E’ ora di ripulire la Torre costiera del Poetto!


Cagliari, Poetto, Torre costiera vandalizzata

Alla fine dell’agosto 2017 un imbecille cafone non ebbe di meglio da fare che imbrattare la cinquecentesca Torre spagnola sulla spiaggia del Poettocon i suoi deliri pseudoartistici.

Il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, giustamente, interessò la Procura della Repubblica per i reati commessi contro “uno dei simboli di Cagliari” e affermò testualmente: “Faremo in modo, con gli altri enti competenti, di riportare la torre al suo stato originario”.

E’ passato un anno e mezzo e lo sconcio è ancora lì, a deturpare “uno dei simboli di Cagliari”, nonostante più richieste d’intervento.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha, quindi, chiesto (6 aprile 2019) al Soprintendente per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Cagliari, al Commissario straordinario a al Direttore generale del Comune di Cagliari l’adozione dei necessari provvedimenti per la ripulitura della Torre costiera e la restituzione allo stato originario.

Sarebbe ora di far seguire i fatti alle parole, no?

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Cagliari, Poetto, Torre spagnola. Era così e così deve ritornare.

(foto S.D., archivio GrIG)

  1. aprile 7, 2019 alle 11:35 am

    da L’Unione Sarda, 7 aprile 2019
    Ambientalisti. “Ripulite la torre spagnola”.

    La torre spagnola imbrattata nell’agosto 2017 è da ripulire: il Gruppo d’intervento giuridico chiede alla soprintendenza, al commissario straordinario e al direttore generale del Comune l’adozione dei necessari provvedimenti per la ripulitura e la restituzione allo stato originario.
    “Il sindaco Massimo Zedda”, scrivono gli ambientalisti, “giustamente interessò la Procura della Repubblica per i reati commessi contro ‘uno dei simboli di Cagliari’ e affermò testualmente: ‘Faremo in modo, con gli altri enti competenti, di riportare la torre al suo stato originario’. E’ passato un anno e mezzo e lo sconcio è ancora lì, a deturpare ‘uno dei simboli di Cagliari’ nonostante più richieste di intervento. Sarebbe ora”, conclude il Gruppo d’intervento giuridico, “di far seguire i fatti alle parole, no?”

    ________________________________

    da Cagliaripad, 6 aprile 2019
    l Grig: “E’ ora di ripulire la Torre costiera del Poetto”: https://www.cagliaripad.it/379521/grig-ora-ripulire-la-torre-costiera-del-poetto

    _________________

    da Cagliari online, 6 aprile 2019
    Torre Spagnola del Poetto deturpata dai vandali, nel litorale di Cagliari regna l’indifferenza: https://www.castedduonline.it/torre-spagnola-del-poetto-deturpata-dai-vandali-nel-litorale-di-cagliari-regna-lindifferenza/

    _____________________

    da Vistanet, 6 aprile 2019
    La torre spagnola del Poetto è ancora imbrattata. L’appello del GrIG: “Ripulitela”: https://www.vistanet.it/cagliari/2019/04/06/la-torre-spagnola-del-poetto-e-ancora-imbrattata-lappello-del-grig-ripulitela/

  2. G.maiuscolo
    aprile 7, 2019 alle 1:33 pm

    Già…ma a quando?

    Serena domenica mastinacci…

    E piove…sì, sì piove…Piove dalle nuvole sparse…e piove su i mirti
    divini…su “sa tiria” fulgente…di fiori accolti!
    Era ora…

    Che meraviglia!

  3. aprile 8, 2019 alle 2:48 pm

    delinquenza e cafonaggine contro il patrimonio culturale. A Pompei.

    A.N.S.A., 8 aprile 2019
    Scavi di Pompei, turista ruba pezzi di mosaico.
    Bloccata da carabinieri all’uscita, oggi si ricompongono tasselli. (http://www.ansa.it/campania/notizie/2019/04/08/scavi-pompei-turista-ruba-pezzi-mosaico_d9e9d7e4-affa-4588-9110-cf7b66110f53.html)

    Una turista inglese di 20 anni è stata bloccata dai Carabinieri dopo aver staccato le tessere di un mosaico all’interno degli Scavi di Pompei. I militari sono intervenuti dopo essere stati allertati dai custodi che hanno visto la donna mentre asportava una decina di pezzi dal pavimento mosaicato della Domus dell’Ancora. La ventenne – secondo quanto riferisce Il Mattino – ha scavalcato il cordolo posto a protezione della zona, ha staccato i tasselli del mosaico pregiato, ne ha messi tre nello zaino ed è scappata. Gesti però visti dai custodi che hanno chiamato i militari intervenuti poco prima che la donna riuscisse a uscire dagli Scavi. Per lei è scattata la denuncia in stato di libertà per danneggiamento aggravato. Oggi i restauratori del Parco Archeologico di Pompei inizieranno il lavoro per rimettere a posto i tasselli.

  4. aprile 9, 2019 alle 2:44 pm

    colto sul fatto un “artista”.

    da L’Unione Sarda, 9 aprile 2019
    CAGLIARI. Sorpreso a imbrattare un muro in via Sulis, denunciato un 20enne.
    Sequestrate le quattro bombolette spray che il giovane aveva nella sua borsa: https://www.unionesarda.it/articolo/news-sardegna/cagliari/2019/04/09/sorpreso-a-imbrattare-un-muro-in-via-sulis-denunciato-un-20enne-136-865523.html

  1. luglio 11, 2019 alle 3:12 pm

Rispondi a G.maiuscolo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: