Il T.A.R. Sardegna salva Lepri e Pernici sarde!


Pernice sarda (Alectoris barbara, foto Raniero Massoli Novelli)

Il T.A.R. Sardegna ha accolto con l’ordinanza cautelare n. 308/2017 del 15 settembre 2017 il ricorso presentato dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, grazie al prezioso operato dell’avv. Carlo Augusto Melis Costa del Foro di Cagliari, contro il decreto Assessore difesa ambiente R.A.S. n. 25/15746 del 21 luglio 2017 relativo al calendario venatorio regionale sardo 2017-2018, nella parte in cui prevede la caccia alla Lepre sarda (Lepus capensis mediterraneus) e alla Pernice sarda (Alectoris barbara).

Il provvedimento impugnato prevede per le due giornate di caccia previste (24 settembre e 1 ottobre 2017) un assurdo “carniere” potenziale complessivo di ben 71.974 Lepri sarde e 143.948 Pernici sarde per i 35.987 cacciatori autorizzati alla caccia in Sardegna secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili (piano faunistico-venatorio della Sardegna in corso di approvazione).

La caccia alla Lepre e alla Pernice sarda è stata autorizzata nonostante la consistenza delle rispettive popolazioni non siano puntualmente conosciute, pur definite tendenti alla diminuzione dallo stesso Piano faunistico-venatorio isolano.

Non solo.

Bosco, radura

Con nota prot. n. 32236/T-A11 del 30 giugno 2017 l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (I.S.P.R.A.) ha fornito il parere di legge (art. 18, comma 4°, della legge n. 157/1992 e s.m.i.) in merito alla proposta di calendario venatorio regionale sardo 2017-2018 e ha chiesto esplicitamente la chiusura della caccia alla Lepre sarda e alla Pernice sarda, proprio per la mancanza di dati sulla consistenza delle rispettive popolazioni.

Tali richieste sono state fatte anche dalla Provincia di Nuoro e dalla Provincia di Oristano.

Inoltre, la stessa Regione autonoma della Sardegna ha dichiarato il conclamato stato di grave siccità ed eccezionale avversità atmosferica con la deliberazione Giunta regionale n. 30/37 del 20 giugno 2017 e ci vuol poca immaginazione per comprendere quali danni possa aver arrecato alla fauna selvatica, per giunta acuiti da disastrosi incendi estivi che han portato a esser percorsi dal fuoco in Sardegna nei primi 7 mesi del 2017 circa 9 mila ettari a causa di 2.150 incendi, di origine dolosa o colposa.

bossoli abbandonati in campagna

Neppure l’istanza (3 agosto 2017) rivolta dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus e L.A.C. al Presidente e all’Assessore della Difesa dell’Ambiente della Regione per la sospensione della caccia perlomeno a Lepri Pernici sarde ha avuto risposta, per cui non è rimasto che il ricorso al Giudice amministrativo.

Può un calendario venatorio costituire una cambiale in bianco per le specie faunistiche?

Gennargentu, nevaio

Evidentemente no, ha detto il T.A.R. Sardegna.

L’udienza per la discussione nel merito è stata fissata per il 20 dicembre 2017, quando le due giornate di caccia non potranno più esser svolte: Lepri e Pernici sarde per quest’anno sono salve!

Un’ultima considerazione: la Giunta Pigliaru – e in particolare l’Assessore della difesa dell’ambiente Donatella Emma Ignazia Spano – ha avuto un’occasione d’oro, servita su un piatto d’argento, per fare bella figura senza fatica: bastava sospendere la caccia a Lepri e Pernici sulla base della criticissima situazione ambientale.  Eppure l’Assessore Spano non ha nemmeno degnato di risposta la documentata richiesta.

Ora il T.A.R. Sardegna spiega un po’ a costoro com’è fatto il mondo…..

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Cagliari, sede del T.A.R. Sardegna (Piazza del Carmine-Via Sassari)

00308/2017 REG.PROV.CAU.

00695/2017 REG.RIC.         

  

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna

(Sezione Prima)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 695 del 2017, proposto da:

GRUPPO DI INTERVENTO GIURIDICO ONLUS, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Carlo Augusto Melis Costa, con domicilio eletto presso il suo studio in Cagliari, piazza Giovanni XXIII 35;

contro

REGIONE AUTONOMA SARDEGNA, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dagli avvocati Roberto Murroni, Giovanni Parisi, con domicilio eletto presso lo studio Roberto Murroni in Cagliari, viale Trento 69;

nei confronti di

LIBERA ASSOCIAZIONE SARDA DELLA CACCIA, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avvocato Alberto Onorato, con domicilio eletto presso il suo studio in Cagliari, piazza Repubblica 10;

e con l’intervento di

AD OPPONENDUM:
FEDERAZIONE ITALIANA DELLA CACCIA – REGIONE SARDEGNA, UNIONE CACCIATORI DI SARDEGNA (U.C.S.), CACCIA PESCA AMBIENTE (C.P.A.) – SEZIONE SARDEGNA, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi dall’avvocato Alberto Onorato, con domicilio eletto presso il suo studio in Cagliari, piazza Repubblica 10;

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

del DA 25/15746 del 21.7.2017 di approvazione del calendario venatorio 2017-18, in parte qua (cacciabilità lepre sarda e pernice sarda).

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio di Regione Autonoma Sardegna e di Libera Associazione Sarda della Caccia;

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 14 settembre 2017 la dott.ssa Grazia Flaim e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

considerato che allo stato manca un “monitoraggio aggiornato” in relazione alle due specie (lepre sarda e pernice sarda) per le quali l’Associazione ricorrente richiede un peculiare regime di tutela;

rilevato che l’ammissione di due (mezze) giornate di caccia (il 24 settembre e l’ 1 ottobre 2017) determina oggettivamente una riduzione degli esemplari (rispettivamente 2 e 4 per ciascun cacciatore);

considerato che anche l’ISPRA ha richiesto (con documento del 30.6.2017, pag. 4, in due punti) una sospensione della cacciabilità di queste due specie , in assenza di specifici dati sulla loro consistenza;

considerato che il Piano è in formazione;

rilevato che non può escludersi, alla luce di tali considerazioni formulate dall’organo tecnico, che si possa attuare un rischio di rarefazione e/o estinzione;

considerato che l’ammissione alla caccia in carenza di dati aggiornati potrebbe provocare concreti danni al patrimonio faunistico;

rilevata la possibile incidenza, anche, del grave stato di siccità e di incendi riconosciuto in sede di emergenza dalla stessa Regione;

considerato che non si può escludere, allo stato, che vi possa essere un concreto rischio di grave riduzione e/o estinzione di queste due specie;

ritenuto, in conclusione, che, per queste due tipologie, debba essere privilegiata, nell’attesa di rilievi adeguati ed aggiornati, la tesi della sospensione (divieto temporaneo) della caccia, in applicazione del principio di precauzione, esplicativo della doverosa cautela vigente in materia di difesa ambientale;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima), Accoglie la domanda cautelare e per l’effetto:

a) sospende, in parte qua, il Calendario Venatorio 2017/2018, limitatamente alle 2 specie (lepre e pernice sarde);

b) fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 20 dicembre 2017 .

Compensa le spese della presente fase cautelare.

La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Cagliari nella camera di consiglio del giorno 14 settembre 2017 con l’intervento dei magistrati:

Caro Lucrezio Monticelli, Presidente

Grazia Flaim, Consigliere, Estensore

Gianluca Rovelli, Consigliere

 
 
L’ESTENSORE IL PRESIDENTE
Grazia Flaim Caro Lucrezio Monticelli
 
 
 

IL SEGRETARIO

depositata in Cancelleria il 15 settembre 2017

 

Pettirosso (Erithacus rubecula)

 

L’Unione Sarda, 16 settembre 2017

 

La Nuova Sardegna, 16 settembre 2017

 

 

(foto J., S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. settembre 16, 2017 alle 12:31 am

    A.N.S.A., 15 settembre 2017
    Stop da Tar a caccia lepre e pernice. Sospensione cautelare elimina di fatto due mezze giornate: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2017/09/15/stop-da-tar-a-caccia-lepre-e-pernice_35e4ec65-a080-46a8-a607-da946219b1f9.html

    ________________

    da La Nuova Sardegna, 15 settembre 2017
    Vincono gli ambientalisti: il Tar blocca la caccia a lepre e pernice il 24 settembre e l’1 ottobre.
    Botta e risposta in poche ore: mentre il Comitato faunistico regionale conferma le due mezze giornate di caccia, arriva lo stop dei giudici richiesto dal Gruppo di intervento giuridico: http://www.lanuovasardegna.it/regione/2017/09/15/news/vincono-gli-ambientalisti-il-tar-blocca-la-caccia-a-lepre-e-pernice-il-24-settembre-e-l-1-ottobre-1.15857244

    ________________

    da Sardinia Post, 15 settembre 2017
    Caccia, il Tar ferma il calendario venatorio per lepre e pernice: http://www.sardiniapost.it/cronaca/caccia-tar-ferma-calendario-venatorio-lepre-pernice/

    _______________

    da You TG, 15 settembre 2017
    Stop alla caccia alla lepre e alla pernice in Sardegna: vittoria degli ambientalisti al Tar: http://www.youtg.net/v3/index.php/primo-piano/2749-stop-alla-caccia-alla-lepre-e-alla-pernice-in-sardegna-vittoria-degli-ambientalisti-al-tar

    ————-

    17 settembre 2017
    Ambientalisti e cacciatori uniti nelle accuse: “Tutta colpa della Regione”: http://www.youtg.net/v3/index.php/primo-piano/2768-ambientalisti-e-cacciatori-uniti-nelle-accuse-tutta-colpa-della-regione

    ______________________

    da Meteo Web, 15 settembre 2017
    Caccia Sardegna, il Tar: “stop a quella di lepre e pernice sarda”.
    Il Tar Sardegna ha accolto il ricorso, concedendo la sospensiva, presentato dall’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus sul calendario venatorio regionale 2017-2018: http://www.meteoweb.eu/2017/09/caccia-sardegna-il-tar-stop-a-quella-di-lepre-e-pernice-sarda/969266/#2QAYQRmVz0vFuKtv.99

    _______________

    da Cagliaripad, 15 settembre 2017
    Associazione ambientalista Grig: “Tar Sardegna ha salvato Lepri e Pernici sarde”: http://www.cagliaripad.it/254394/associazione-ambientalista-grig-tar-sardegna-salvato-lepri-pernici-sarde

    ___________________

    da Big Hunter, 15 settembre 2017
    SARDEGNA: TAR SOSPENDE CACCIA A PERNICE SARDA E LEPRE SARDA: http://www.bighunter.it/Home/Editoriale/Editoriale/tabid/204/newsid730/22518/Default.aspx

    ________________

    da La Dea della Caccia, 15 settembre 2017
    SARDEGNA: IL TAR SOSPENDE LA CACCIA A PERNICE SARDA E LEPRE SARDA: https://www.ladeadellacaccia.it/index.php/sardegna-il-tar-sospende-la-caccia-a-pernice-sarda-e-lepre-sarda-47640/

    _____________

    da Cacciapassione, 15 settembre 2017
    Il TAR sospende la caccia a lepri e pernici in Sardegna: “Non esistono dati certi sulle specie”.
    I giudici hanno accolto il ricorso del Gruppo di Intervento Giuridico nonostante le rassicurazioni degli ultimi giorni: https://www.cacciapassione.com/il-tar-sospende-la-caccia-a-lepri-e-pernici-in-sardegna-non-esistono-dati-certi-sulle-specie/

    _________________

    da Iocaccio, 15 settembre 2017
    Sardegna, il TAR vieta la caccia a Lepre e Pernice sarda: https://iocaccio.it/sardegna-il-tar-vieta-la-caccia-a-lepre-e-pernice-sarda/

    ______________

    da Animali e Ambiente nel cuore, 16 settembre 2017
    SARDEGNA, STOP ALLA CACCIA DI LEPRE E PERNICE: https://www.nelcuore.org/home/2017/09/16/sardegna-stop-alla-caccia-di-lepre-e-pernice/

    _____________________

    da L’Ortobene, 16 settembre 2017
    Caccia, il Tar salva lepri e pernici: https://www.ortobene.net/caccia-tar-salva-lepri-pernici/

    ______________

    da Buongiorno Alghero, 17 settembre 2017
    Il Tar si schiera con lepri e pernici: https://www.buongiornoalghero.it/contenuto/0/30/96373/il-tar-si-schiera-con-lepri-e-pernici

  2. Mara
    settembre 16, 2017 alle 8:50 am

    Lepri, pernici e cittadini di buonsenso ringraziano il GRIG!

  3. cacciatore
    settembre 16, 2017 alle 11:30 am

    lepre e pernice aperta tutto l anno ahahahaha ti credete che non le spariamo lo stesso anzi le spariamo tutto l anno

  4. settembre 16, 2017 alle 7:55 pm

    da You TG, 16 settembre 2017
    Ambientalisti e cacciatori uniti nelle accuse: “Tutta colpa della Regione”: http://www.youtg.net/v3/index.php/top-news/2767-ambientalisti-e-cacciatori-uniti-nelle-accuse-tutta-colpa-della-regione

    _______________

    A.N.S.A., 16 settembre 2017
    Cacciatori in rivolta per stop a lepre. Tocco (Fi), Giunta faccia ricorso contro decisione Tar Sardegna: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2017/09/16/cacciatori-in-rivolta-per-stop-a-lepre_c511fefd-b567-4a44-820c-03a84012bf2d.html

    ____________

    da L’Unione Sarda, 16 settembre 2017
    Il Tar vieta la caccia a lepri e pernici. In Sardegna scatta la protesta: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2017/09/16/il_tar_vieta_la_caccia_a_lepri_e_pernici_in_sardegna_scatta_la_pr-68-645257.html

  5. Cristiana Verazza
    settembre 16, 2017 alle 10:11 pm

    Queste si che sono belle notizie: speriamo a breve in tante altre. Sono positiva!

  6. Mauro
    settembre 17, 2017 alle 11:37 am

    Viva il GrIG abbasso la caccia.

  7. settembre 17, 2017 alle 6:10 pm

    ..stiamo ancora ridendo 😛 😛 😛

    dal sito web istituzionale della Regione autonoma della Sardegna
    Calendario venatorio, no del comitato faunistico regionale a modifiche.
    Il comitato sarà riconvocato dopo il pronunciamento del Tribunale Amministrativo sul ricorso proposto da alcune associazioni ambientaliste. (http://www.regione.sardegna.it/xml/getpage.php?cat=225)

    Cagliari, 15 settembre 2017 – Il Comitato Faunistico regionale, convocato dall’assessora della Difesa dell’Ambiente, Donatella Spano, ha respinto a maggioranza l’ipotesi di modificare il calendario venatorio per accogliere le indicazioni, arrivate dall’Ispra, di limitazione del prelevamento di alcune specie ornitiche.
    Il Comitato, organo deliberativo, non ha tenuto conto della proposta dell’assessora di valutare una modifica del calendario in funzione delle indicazioni arrivate dall’Ispra, basate su argomentazione importanti quali la straordinaria siccità che ha colpito anche la Regione Sardegna e per la quale la Giunta ha assunto atti a favore delle campagne. Il comitato sarà riconvocato dopo il pronunciamento del Tribunale Amministrativo sul ricorso proposto da alcune associazioni ambientaliste.

    • wovoka
      settembre 18, 2017 alle 8:40 am

      Mi domando:
      -ma perché l’assessora i dubbi non li ha sollevati prima dell’approvazione del calendario venatorio e perché continua a non adottare tutte le cautele per evitare i possibili ricorsi da chi è contrario alla caccia? A qualcuno potrebbe venire il sospetto che La stessa, dimenticando il ruolo istituzionale, non veda la caccia con favore;
      -si cita l’assurdo “carniere” potenziale complessivo senza tenere conto che la regione è in possesso dei puntuali dati di abbattimento da parte dei cacciatori sardi almeno per le ultime tre annate venatorie.
      In tale contesto, visto che le tasse di concessione sono già state versate, non ci resta che seguire l’esempio del GRIG e rivolgerci ad un legale per far valere le nostre ragioni di fronte al TAR.
      In ultimo, un’informazione alquanto significativa: durante le due giornate di pre apertura alla tortora ho visto pernici in numero maggiore di quanto riscontrato nell’analogo periodo della scorsa campagna venatoria.

  8. Deky87
    settembre 18, 2017 alle 8:49 am

    Dobbiamo rispettare la decisione assunta dal TAR perciò, posto che nonostante la diversa ideologia di fondo sull’attività venatoria rispetto il GRIG che giustamente persegue i propri fini sociali, un plauso di disprezzo deve essere rivolto alla nostra amm.ne regionale la quale, nonostante gli svariati milioni provenienti dalle tasse di concessione versate da noi cacciatori sardi non ha mai in alcun modo predisposto un piano di ripopolamente della specie o quantomeno una valutazione di consistenza e censimento della popolazione della nobile stanziale in Sardegna… il loro unico intento dal momento dell’insediamento alle cariche elettive rimane soltanto quello di conservare il posto tralasciando le funzioni imposte agli organi di governo, nello specifoco la salvaguardia dell’ambiente e dei selvatici..

  9. settembre 18, 2017 alle 2:46 pm

    da Il Fatto Quotidiano, 17 settembre 2017
    Caccia, al via la stagione. Ma 11 Regioni non hanno il piano faunistico e lasciano uccidere anche le specie minacciate.
    Solo dieci regioni italiane hanno una pianificazione valida. Spesso, peraltro, scaduta: quella del Lazio risale a 20 anni fa. E la valutazione d’incidenza? “Recente solo in tre casi”, denuncia la Lipu. “Violata la direttiva europea”. Risultato: tortora selvatica, coturnice, pavoncella, moriglione e tordo sassello non vengono protetti come prevede la normativa comunitaria. (Luisiana Gaita): http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/17/caccia-al-via-la-stagione-ma-11-regioni-non-hanno-il-piano-faunistico-e-lasciano-uccidere-anche-le-specie-minacciate/3860854/

  10. settembre 21, 2017 alle 10:15 pm

    dal B.U.R.A.S. n. 44, serie generale, del 21 settembre 2017 (http://buras.regione.sardegna.it/custom/frontend/viewInsertion.xhtml?insertionId=1979a836-d544-4bb8-86e4-324d011bef9b)

    Oggetto: Comunicato dell’Assessore della Difesa dell’Ambiente sul Calendario venatorio 2017-2018.

    Autore: Assessorato Difesa dell’ambiente

    Pubblicato in: Bollettino n.44 – Parte I e II del 21/09/2017

    Data di Pubblicazione: 21/09/2017

    Comunicato

    “L’Assessore della Difesa dell’Ambiente comunica che, con Ordinanza cautelare n. 201700308 del 15.09.2017, Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) ha sospeso il Calendario Venatorio 2017/2018, approvato con DADA n. 25/15746 del 21.7.2017, limitatamente alle 2 specie (lepre e pernice sarde). Pertanto, in esecuzione dell’Ordinanza del TAR Sardegna è preclusa l’attività venatoria, limitatamente alle due specie lepre e pernice sarda, nelle giornate del 24 settembre e del 1 ottobre 2017.”

    Spano

  11. Giovanna
    settembre 21, 2017 alle 11:12 pm

    Sono felice per i poveri animali , indifesi contro l’essere ( umano??? )

    • Giovanna
      settembre 21, 2017 alle 11:22 pm

      Non avete avvisato prima di firmare ,che c’era da pagare un ‘abbonamento PER ISCRIVERSI !!!!!! NON SONO D’ACCORDO E NON VOGLIO ESSERE ISCRITTA GRAZIE

      • settembre 21, 2017 alle 11:48 pm

        scusi, ma di che parla?
        Non esiste alcun “abbonamento” di qualsiasi genere e di qualsiasi importo 😉

  1. settembre 16, 2017 alle 11:25 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: