In pericolo la Foresta di Bialowieza!


La Foresta di Białowieża, fra Polonia e Bielorussia, è una delle aree naturali più importanti a livello europeo ed è in pericolo.

Trecentomila ettari di bosco, Bisonti, Lupi, Cervi, un ricchissimo patrimonio faunistico e botanico, è uno dei santuari della biodiversità del Vecchio Continente.

Eppure prosegue, strisciante, la deforestazione con il beneplacito del Ministero dell’ambiente polacco.

Una petizione internazionale chiede al Ministero dell’ambiente della Polonia l’istituzione di un parco nazionale per tutto il territorio della Foresta di Białowieża e la fine dei tagli boschivi: sosteniamola!

Si può aderire alla petizione qui: sottoscriviamola e facciamola sottoscrivere!

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

dalla newsletter di Salva le Foreste, 15 giugno 2017

Bialowieza: fermate le motoseghe.

E’ una delle ultime foreste millenarie d’Europa, o almeno, una delle ultime rimaste intatte. La foresta di Bialowieza si estende 300.000 ettari al confine tra la Polonia e la Bielorussia è una delle aree naturali più importanti dell’Europa. Dal 1979 è anche patrimonio naturale mondiale dell’UNESCO. Un tempo era la riserva di caccia degli zar russi, ma oggi è abitata sede da 900 bisonti, oltre che da lupi, linci e cervi. Con più di 250 specie di uccelli, 59 mammiferi e oltre 12.000 invertebrati, Bialowieza è uno dei centri europei della biodiversità, e attira turisti provenienti da tutto il mondo.
Malgrado questo immenso patrimonio, il Ministero polacco dell’ambiente ha segretamente permesso di abbattere una quantità crescente di legname nella Bialowieza. Il pretesto ufficiale e combattere dei parassiti, ma nel frattempo, il denaro delle imprese del legname fluisce nelle casse del partito di governo.

Da metà maggio gli ambientalisti polacchi stanno organizzato proteste contro il taglio, alcuni di loro si sono incatenati ad alberi e macchine per il prelievo di legname. Ma il ministro dell’ambiente polacco Jan Szyszko non sente ragioni. Solo la pressione internazionale può spingere la Polonia a rinunciare. Il Bruno Manser Fond suggerisce di firmare una petizione per la protezione integrale della foresta primordiale di Bialowieza, la cui intera area dovrebbe essere dichiarata parco nazionale.

 

Bisonti europei (Bison bonasus)

(foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Juri
    giugno 27, 2017 alle 5:00 pm

    Firmato

  2. Mara
    giugno 27, 2017 alle 6:46 pm

    Fatto. Petizione sacrosanta.

  3. amico
    giugno 27, 2017 alle 9:09 pm

    La politica quando deve battere cassa facilmente si rivolge alla miniera verde.
    Come da noi…Firmata.

  4. luglio 18, 2017 alle 2:54 pm

    dalla newsletter di Salva le Foreste, 16 luglio 2017
    Polonia: la Commissione europea chiede la sospensione immediata del taglio di alberi nella foresta di Białowieża: http://www.salvaleforeste.it/it/?option=com_content&view=article&id=4310&Itemid=999

  1. giugno 27, 2017 alle 5:52 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: