E’ ora di ripulire questo scempio ambientale!


San Vero Milis, Salina Manna - Is Benas, discarica abusiva di bottiglie (foto La Nuova Sardegna)

San Vero Milis, Salina Manna – Is Benas, discarica abusiva di bottiglie (foto La Nuova Sardegna)

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (23 ottobre 2016) un’urgente istanza per la bonifica ambientale dell’estesa discarica abusiva di bottiglie di vetro documentata con un servizio giornalistico del quotidiano La Nuova Sardegna (“San Vero Milis, una discarica di bottiglie a ridosso di Is Benas”, di Roberto Petretto) nell’area di Salina Manna – Is Benas, in Comune di San Vero Milis (OR).

Coinvolti il Comune di San Vero Milis, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, i Carabinieri del N.O.E., nonché la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Oristano.

Garzetta (Egretta garzetta)

Garzetta (Egretta garzetta)

La discarica abusiva molto probabilmente è stata realizzata nel corso del tempo, incredibilmente sotto gli occhi di tanti: dall’ampiezza sembra probabile un’attività di scarico organizzata quasi a livello “imprenditoriale”.

L’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo, nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee sono vietati dall’art. 192 del Codice dell’ambiente (decreto legislativo n. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni): il sindaco competente dispone con ordinanza a carico del trasgressore in solido con il proprietario e con il titolare di diritti reali o personali sull’area la rimozione dei rifiuti ed il ripristino ambientale. Trascorso infruttuosamente il termine assegnato, provvede d’ufficio l’amministrazione comunale in danno degli obbligati.

Airone cenerino (Ardea cinerea)

Airone cenerino (Ardea cinerea)

L’area in argomento è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 ei s.m.i.), mentre le zone umide rientrano nel sito di importanza comunitaria (S.I.C.) “Stagno di Putzu Idu (Salina Manna e Pauli Marigosa)” (codice ITB030038) e nel S.I.C. “Stagno di Sale ’e Porcus” (codice ITB030035), anche omonima zona di protezione speciale (Z.P.S. – codice ITB034007), ai sensi della direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali e della direttiva n. 09/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica.  Lo Stagno di Is Benas è tutelato anche quale zona umida di importanza internazionale ai sensi della Convenzione internazionale di Ramsar.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica che presto sia effettuata la bonifica e il ripristino ambientale, con la successiva opportuna vigilanza contro cafoni e operatori.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Airone cenerino (Ardea cinerea)

Airone cenerino (Ardea cinerea)

 

La Nuova Sardegna, 24 ottobre 2016

La Nuova Sardegna, 24 ottobre 2016

(foto da La Nuova Sardegna, S.D., archivio GrIG)

Advertisements
  1. ottobre 24, 2016 alle 3:03 pm

    da Cagliaripad, 23 ottobre 2016
    San Vero Milis, discarica di vetro a ‘Is Benas’. “Ripulire scempio ambientale”.
    “Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica che presto sia effettuata la bonifica e il ripristino ambientale, con la successiva opportuna vigilanza contro cafoni e operatori economici senza scrupoli”: http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=37110

  2. Terrae
    ottobre 24, 2016 alle 3:32 pm

    E bisogna pure rimuoverle in fretta prima che, nelle intenzioni dei maleducati mono-sinapsi che le hanno buttate, qualche soprintendenza vi scorga un intento artistico o una qualche forma di protesta contro il Sistema.

  3. Mara
    ottobre 31, 2016 alle 3:50 pm

    E’ incredibile! Qui si tratta di alcuni bar, perché non credo esista un beone singolo capace di accumulare tanti vuoti, oltre a quello del proprio cervello.
    Mi son sempre chiesta che razza di imbecilli siano quelli che caricano l’auto (o la motocarrozzella) di porcherie e fanno un bel tratto di strada per abbandonarle nei prati o nei boschi, mentre è così semplice affidarle al ritiro ufficiale o portarle all’ecocentro.
    Sarebbe molto interessante trovare i colpevoli, almeno in questo caso, e diffonderne la foto.
    Grazie GRIG.

    • ottobre 31, 2016 alle 5:09 pm

      ..soprattutto fargli ripulire tutto e portarli in un’aula di Tribunale.

      • Mara
        ottobre 31, 2016 alle 9:06 pm

        Naturalmente! 🙂

  4. novembre 22, 2016 alle 2:48 pm

    senza parole.

    da L’Unione Sarda, 22 novembre 2016
    San Vero Milis, nessuna sanzione alla donna ripresa mentre abbandona i rifiuti. (sara Pinna): http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/11/22/san_vero_milis_nessuna_sanzione_alla_donna_ripresa_mentre_abbando-68-549051.html

    • Mara
      novembre 22, 2016 alle 4:30 pm

      Un Sindaco buonista o una zozzona per parente? Vogliamo LA FOTO! (e la multa ben pubblicizzata)

  5. aprile 4, 2017 alle 2:46 pm

    da La Nuova Sardegna, 4 aprile 2017
    San Vero Milis, sorpreso mentre getta rifiuti in un campo.
    Una persona di Nurachi individuata dai barracelli. (Piero Marongiu): http://lanuovasardegna.gelocal.it/oristano/cronaca/2017/04/04/news/san-vero-milis-sorpreso-mentre-getta-rifiuti-in-un-campo-1.15138117?ref=hfnsorea-1

  6. Carlo Forte
    aprile 4, 2017 alle 3:47 pm

    In Germania sarebbe un piccolo tesoro……..25 cent. a bottiglia…….Nessuno le avrebbe abbandonate ma sicuramente restituite.Cosa aspettiamo a fare lo stesso anche in Italiga?

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: