Gli impianti della Ecoserdiana si allargano ancor più!


vigneto

vigneto

 

Nei giorni scorsi l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato un atto di intervento con “osservazioni” nel procedimento di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.) relativo al  progetto di impianto di digestione anaerobica proposto dalla Ecoserdiana s.p.a. in loc. Su Sparau, in Comune di Serdiana (CA).

L’impianto è connesso alla mega-discarica di rifiuti urbani e speciali in esercizio ormai dal 1986 in località Su Siccesu (Serdiana), milioni e milioni di mc. di rifiuti abbancati nei vari moduli (urbani, industriali, ecc.) a pochi passi dal paese di Donori e in mezzo a un territorio con prodotti agricoli di qualità (vigneti, oliveti).

Basti pensare alla pregiatissima Azienda vinicola Argiolas o alla Cooperativa Olivicoltori del Parteolla, fra le migliori eccellenze agricole nazionali.

Con deliberazione n. 12/23 del 25 marzo 2010 la Giunta regionale dopo quasi 5 anni aveva concluso positivamente, con alcune prescrizioni vincolanti, il procedimento di valutazione di impatto ambientale – V.I.A. relativo all’ampliamento per ulteriori 300 mila mc. della discarica controllata per rifiuti non pericolosi e impianto di biogas, con una riduzione di 60 mila mc. rispetto alla richiesta iniziale grazie anche all’atto di intervento con “osservazioni” delle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus. 

trasporto rifiuti urbani alla discarica di Serdiana negli anni '90 del secolo scorso (da Sardegna Industriale)

trasporto rifiuti urbani alla discarica di Serdiana negli anni ’90 del secolo scorso (da Sardegna Industriale)

Ora, dopo una variante dello strumento urbanistico di Serdiana a ciò finalizzata, la procedura di V.I.A. per il nuovo impianto, con il rischio di aggravare il carico inquinante sull’ambiente agricolo e urbano, al confine con il previsto parco fluviale di Dolianova, in corso di realizzazione.

Con una punta di amarezza, non si può non ricordare come soltanto a tratti s’è potuta verificare nel Parteolla una forte presa di coscienza popolare e delle amministrazioni locali interessate che ha portato a un duro contrasto del moloch dei rifiuti, come ben analizzato dalla dott.ssa Ilaria Scioni nella sua tesi di laurea Rifiuti e territorio: il caso Serdiana, fra i vincitori  del concorso nazionale a premi per tesi di laurea in giurisprudenza aventi ambito nel diritto ambientale, promosso dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (2012).

E questi sono i risultati.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Serdiana, estensione impianti gestione rifiuti Ecoserdiana s.p.a.

Serdiana, estensione impianti gestione rifiuti Ecoserdiana s.p.a.

(foto da Sardegna Industriale, da mailing list ambientalista, da http://www.ecoserdiana.com)

  1. giugno 1, 2014 alle 5:56 pm

    da L’Unione Sarda, 31 maggio 2014
    Serdiana. “Ecoserdiana in grande espansione”.

    La discarica della Ecoserdiana continua a crescere. Gli ambientalisti del Gruppo d’Intervento Giuridico hanno inoltrato un atto di intervento con “osservazioni” nel procedimento di valutazione di impatto ambientale per il progetto di impianto di digestione anaerobica proposto dalla Ecoserdiana nell’area Su Sparau a Serdiana.
    Un impianto legato alla mega-discarica a pochi passi da Donori, in mezzo quindi a un territorio con prodotti agricoli di qualità. Nel 2010 la Regione, dopo quasi 5 anni d’attesa, aveva concluso positivamente la valutazione di impatto ambientale per l’ampliamento della discarica controllata e dell’impianto di biogas, stabilendo la riduzione di 60 mila metri cubi rispetto alla richiesta iniziale grazie anche agli interventi delle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico. “Soltanto a tratti si è verificata nel Parteolla una presa di coscienza popolare e delle amministrazioni interessate che ha portato al contrasto del moloch dei rifiuti”, ricorda Stefano Deliperi, Gruppo d’Intervento Giuridico (sev. sir.)

  2. Luka
    giugno 16, 2014 alle 1:56 pm

    quali sarebbero le vostre osservazioni sull’impianto di digestione anaerobica?

  3. aprile 23, 2018 alle 2:48 pm

    da Sardinia Post, 23 aprile 2018
    Giallo tossico nel Parteolla: Provincia diffida Ecoserdiana, poi cambia idea. (Piero Loi): http://www.sardiniapost.it/ambiente/giallo-tossico-nel-parteolla-la-provincia-diffida-lecoserdiana-poi-cambia-idea/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: