Home > biodiversità, difesa del territorio, inquinamento, paesaggio, parchi naturali, rifiuti, salute pubblica, società, sostenibilità ambientale > Il Parco naturale regionale dei Colli Euganei non è una discarica e nemmeno un centro per rottamazioni!

Il Parco naturale regionale dei Colli Euganei non è una discarica e nemmeno un centro per rottamazioni!


Parco naturale regionale dei Colli Euganei, automobile abbandonata

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha raccolto nelle scorse settimane alcune segnalazioni che riferivano di cumuli di rifiuti abbandonati soprattutto ai bordi di strade e pertanto ha inoltrato in questi giorni specifiche istanze per la bonifica ambientale delle aree, coinvolgendo i Comuni di Cinto Euganeo, Baone, Galzignano Terme e Arquà Petrarca (PD).

In un terreno ai confini con il bosco è stata segnalata la presenza di un’automobile priva di targhe ed in evidente stato di abbandono.

Parco naturale regionale dei Colli Euganei, sversamento illecito di rifiuti

Tutte le località oggetto di questi incivili abbandoni di rifiuti rientrano nel territorio del Parco naturale regionale dei Colli Euganei e spiace molto vedere come da parte di alcune persone non vi sia il minimo rispetto per l’immenso valore ambientale che il Parco Regionale porta con sé.

Le amministrazioni comunali potranno verificare se vi sono indizi – scontrini, fatture, tipologie particolari di rifiuti, ecc. – per risalire agli inquinatori e contestare la sanzione prevista dalla vigente normativa.

Infatti l’abbandono ed il deposito incontrollato di rifiuti sul suolo, nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee sono vietati (art. 192 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i.): il Sindaco competente dispone con ordinanza a carico del trasgressore in solido con il proprietario e con il titolare di diritti reali o personali sull’area la rimozione dei rifiuti e il ripristino ambientale. Trascorso infruttuosamente il termine assegnato, provvede d’ufficio l’amministrazione comunale in danno degli obbligati.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica una rapida bonifica ambientale e un successivo costante controllo del territorio per prevenire nuovi inquinamenti ambientali.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Parco naturale regionale dei Colli Euganei, sversamento illecito di rifiuti

(foto M.Z., archivio GrIG)

Annunci
  1. maggio 22, 2017 alle 11:33 am

    Con pure l’inquinamento delle acque da Pfas, dell’azienda chimica a monte del depuratore di Trissino, questa zona stupenda e molto turistica è diventata un mega problema ambientale.
    Ma Arpa e i controllori dove sono ? In ufficio a far cosa? Facile parlar solo di prevenzione quando poi non si fa altro che lasciar subire i danni a chi vive il territorio.
    E di chi si allontana disgustato, ci si pensa, quanti danni all’economia locale onesta per favorire i soliti delinquenti ambientali ?

  1. maggio 23, 2017 alle 1:47 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: