La Sardegna è in crisi idrica o no?


acqua

acqua

Su La Nuova Sardegna online del 5 novembre 2015[1] campeggiava in bella evidenza un articolo dal titolo quasi sinistro: “Alluvionati e assetati: in Gallura e Baronia è emergenza idrica. Bacini quasi vuoti nelle zone più colpite dalle piogge. Ma anche nel resto dell’isola il livello di allerta è alto“.

http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2015/11/04/news/alluvionati-e-assetati-in-gallura-e-baronia-e-emergenza-idrica-1.12388088

L’argomento è uno di quelli da trattare con attenzione e rigore, perché attiene alla disponibilità di un bene pubblico essenziale e ha risvolti diretti su una questione, quella della capacità complessiva d’invaso della Sardegna, la cui presunta (ma inesistente) insufficienza viene periodicamente indicata come la giustificazione per la realizzazione di nuove inutili dighe.

Vediamo i dati allora.

Si nota innanzitutto che quelli riportati da La Nuova Sardegna hanno un significativo disallineamento temporale: le cifre riportate, infatti, si riferiscono alla situazione degli invasi al 30 settembre e non al 31 ottobre. Dunque manca all’appello proprio il contributo dell’evento alluvionale del 1 ottobre e questo inficia tutte le considerazioni svolte nell’articolo sugli asseriti mancati effetti sulle scorte idriche.

Effetti che in realtà ci sono stati, come dimostra il notevole incremento della percentuale di riempimento del bacino di Maccheronis passata dal 19% di fine settembre a un tranquillizzante 44% di fine ottobre.

corso d'acqua nel bosco

corso d’acqua nel bosco

E in ogni caso, anche il dato complessivo di fine settembre (riportati anch’essi nella tabella riassuntiva di ottobre) – un coefficiente di riempimento pari al 58% – non è allarmante in quanto riferito ad un periodo stagionale in cui tipicamente si registrano i minimi annuali e che coincide con l’inizio del semestre statisticamente più piovoso.

L’unica sofferenza significativa si registra nel bacino del Coghinas, con livelli di riempimento pari a circa il 50%, tuttavia ben lontani dalla allarmante definizione di “quasi vuoti” che si legge nell’articolo.

E allora, il vero allarme da lanciare non è quello su una presunta scarsa piovosità (che in questi anni è stata generalmente nella media o oltre la media, tranne alcune aree) e neppure nella quantità d’acqua invasata ad oggi (ben 1.049 milioni di metri cubi) ma nello spaventoso spreco di risorse idriche che di quest’acqua invasata ne fa andare a ramengo oltre la metà, come denunciato in mille occasioni.

A questo link tutti i dati storici sul livello degli invasi

http://www.regione.sardegna.it/index.php?xsl=509&s=1&v=9&c=12026&tb=8374&st=13&vs=2&na=1&ni=1&tb=8374&st=13&tb=8374&st=13

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

____________________________________________________

[1]  La notizia è presente, più o meno con gli stessi toni, anche in vari altri mezzi d’informazione: es. A.N.S.A., 5 novembre 2015, “Manca l’acqua e nel Nord Isola è già emergenza”; L’Unione Sarda online, 5 novembre 2015, “Acqua, bacini quasi a secco al nord. Restrizioni nel Sassarese, sud a rischio“; Sardegna Oggi, 5 novembre 2015, “Bacini a secco, nord della Sardegna in piena emergenza idrica“.

 

acqua e gemme

acqua e gemme

(foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. novembre 8, 2015 alle 12:16 pm

    A.N.S.A., 7 novembre 2015
    Emergenza idrica, pronti a class action.
    Acqua non potabile ma pagata come buona, Abbanoa nel mirino: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2015/11/07/emergenza-idrica-pronti-a-class-action_d7c8abb2-fed5-446f-a4e9-f8c2d2c6cc5e.html

  2. novembre 10, 2015 alle 10:18 pm

    A.N.S.A., 10 novembre 2015
    Emergenza idrica: varato tavolo tecnico.
    Acqua per 40 giorni in alcuni invasi, soluzioni immediate: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2015/11/10/emergenza-idrica-verso-tavolo-tecnico_e9377297-a91f-4714-b0ad-2145e048ee1c.html

    _______________________________________

    da L’Unione Sarda, 10 novembre 2015
    Siccità, la Regione chiede pieni poteri e valuta la richiesta di stato d’emergenza: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2015/11/10/siccit_la_regione_chiede_pieni_poteri_e_valuta_la_richiesta_di_st-68-444602.html

    _______________________________________

    da La Nuova Sardegna, 7 novembre 2015
    Acqua razionata, sassaresi disperati: lavarsi e cucinare ormai è un’impresa.
    Le restrizioni creano problemi soprattutto a chi ha bambini. Pochi si fidano: per la pasta e il caffè soltanto acqua minerale: http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2015/11/07/news/sassari-acqua-razionata-sassaresi-disperati-lavarsi-e-cucinare-ormai-e-un-impresa-1.12404044?ref=hfnsssec-8

  3. Juri
    novembre 12, 2015 alle 12:36 pm

    Consultando i bollettini della protezione civile si vede che dall’invaso di Macheronis ( quello indicato nell’articolo della Nuova Sardegna come quello più “in crisi”) per alcuni (molti?) giorni sono stati rilasciati qualcosa come 15 mc/s. Ossia circa 1.300.000 mc al giorno, una portata che in 20 giorni consentirebbe di riempire l’invaso partendo da zero (la capacità è di circa 25.000.000 di mc).
    Questo la dice lunga sui danni prodotti all’informazione da un approccio sensazionalistico che non verifica neppure i dati fondamentali.
    E probabilmente anche nell’invaso di Pedra Othoni (Cedrino) in quei giorni vi sono stati rilasci, perché il dato di riempimento (6.830.000 mc su 16.000.000 mc) appare in vistoso contrasto con i dati pluviometrici registrati in quell’area (Baronia) nel mese di ottobre.

    Da http://www.sardegnaambiente.it/documenti/20_535_20151010032138.pdf

    Aggiornamento situazione dai presidi territoriali regionali
    Sulla base delle informazioni pervenute dai presidi territoriali si segnala che i livelli dei corsi d’acqua
    monitorati non hanno subito variazioni da segnalare rispetto al bollettino precedente.
    I gestori degli invasi non hanno finora segnalato ulteriori manovre di scarico.
    E’ pertanto in corso solo lo scarico dalla diga Maccheronis sul Posada con una portata di circa 15 mc/s.

  1. novembre 15, 2015 alle 6:34 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: