Veleni e pale eoliche contro i Grifoni.


Grifone (Gyps fulvus)

Grifone (Gyps fulvus)

E’ stato recentemente pubblicato il report sull’attività di recupero del Grifone (Gyps fulvus) nel periodo 2005-2015 svolta egregiamente dal Centro di Allevamento e Recupero della Fauna selvatica dell’Ente Foreste della Sardegna (E.F.S.).

I principali nemici dell’Avvoltoio sardo?

Le carcasse avvelenate, le fucilate, le linee elettriche e telefoniche e le pale eoliche.

Un po’ di sano buon senso potrebbe aiutare moltissimo il nostro alato compagno di vita sulla Terra.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

dal sito web istituzionale Sardegna Foreste, 12 giugno 2015

Fauna Selvatica: breve resoconto di un decennio di ricoveri e cure dei Grifoni in Sardegna.

L’attività del centro recupero fauna selvatica dell’Ente Foreste di Bonassai (SS) riguarda anche la cura di grifoni provenienti dalle colonie costiere del Bosano e dell’Algherese. Un quadro delle attività dal 2005 ad oggi.

Dal 2005 ad oggi, dieci anni di registrazioni, sono stati ricoverati 35 grifoni presso il Centro di Allevamento e Recupero per la Fauna Selvatica di Bonassai.
Le cause dei ricoveri sono diverse e principalmente dovute ad intossicazioni, oppure a ferite oppure a traumi che ne impediscono il volo.
Cause di intossicazione per i Grifoni.

Grifone (Gyps fulvus)

Grifone (Gyps fulvus)

Le intossicazioni sono principalmente dovute all’assunzione, da parte degli avvoltoi, di sostanze tossiche (tipicamente veleni) presenti nelle carcasse di animali morti – spesso utilizzate in maniera
irresponsabile come esca per eliminare volpi e cani inselvatichiti.
Ferite e traumi.
Le ferite sono dovute principalmente a due diverse cause: ferite da arma da fuoco (gli animali sottoposti a radiografia presentano numerosi pallini da caccia) ed impatto con cavi in aria elettrici o telefonici. Quest’ultimo problema riguarda in particolare gli animali più giovani ed inesperti. Alle cause già elencate si è aggiunto un nuovo fattore di rischio: nel mese di settembre del 2014 è stato registrato, per la prima volta in Sardegna, un episodio di impatto contro una pala eolica. L’incidente si era verificato nella periferia di Macomer e l’animale, nonostante il pronto intervento della locale stazione forestale era deceduto a causa di gravi lesioni riportate nell’urto. Si trattava di un giovane individuo (Juvenilis di sesso maschile) che è stato consegnato ormai morto al personale veterinario del centro fauna di Bonassai dopo l’intervento della stazione forestale nel territorio del Marghine-Planargia.
I problemi causati dagli impianti eolici possono essere per l’avifauna decisamente pesanti, come documentato da molteplici studi effettuati in Spagna, paese che vanta la più alta concentrazione di grandi rapaci in Europa: qui la collisione con pale eoliche costituisce attualmente la seconda causa di morte per i Grifoni dopo quella per avvelenamento. Chiaramente gli animali esposti all’impatto contro turbine eoliche sono principalmente i volatili, sia di grandi che di piccole dimensioni: come gli uccelli migratori (in particolare rondini e rondoni) che urtano direttamente contro le pale delle turbine in movimento procurandosi lesioni generalmente letali.
Problemi importanti sono stati registrati anche a carico dei chirotteri (pipistrelli). Questi piccoli volatori notturni subiscono traumi mortali, anche senza l’urto diretto con le pale eoliche. Il danno registrato, in questo caso, è generalmente riconducibile ai cosiddetti barotraumi: lesioni degli organi interni causati dalla depressione dell’aria (conseguente al movimento delle grandi pale) che determina un vero e proprio schiacciamento degli organi interni di questi piccoli animali.

 

Grifone (Gyps fulvus)

Grifone (Gyps fulvus)

(foto S.D., archivio GrIG)

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: