Spiaggia di Solanas: sole, mare, rifiuti.


Sìnnai, spiaggia di Solànas,  rifiuti (11 ottobre 2014)

Sìnnai, spiaggia di Solànas, rifiuti (11 ottobre 2014)

In questo caldo mese di ottobre 2014 le spiagge della Sardegna continuano a esser frequentate da residenti e turisti, spesso stranieri.

Eppure spesso e volentieri non c’è la dovuta cura, non c’è la minima attenzione nella gestione di beni ambientali e richiami turistici importantissimi per la nostra Isola.

E’ il caso della spiaggia di Solanas, frazione costiera di Sinnai (CA): dalle foto di Luca Carta Escana ecco come si presentava lo scorso 7 ottobre 2014.

I pochi bidoni traboccavano di rifiuti, sparsi sulla sabbia.

L’Amministrazione comunale di Sinnai farà qualcosa, almeno il minimo indispensabile per garantire la pulizia della spiaggia?

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

Sìnnai, spiaggia di Solànas,  rifiuti (11 ottobre 2014)

Sìnnai, spiaggia di Solànas, rifiuti (11 ottobre 2014)

(foto L.C.E., archivio GrIG)

  1. Junio Valerio
    ottobre 14, 2014 alle 8:01 am

    Quello che sarebbe necessario è sanzionare e di brutto i maiali che sporcano. Ma di brutto ovvero da 500 euro in su e senza tanti riguardi. E basta buonismo …

    • mara
      ottobre 14, 2014 alle 8:34 am

      Assolutamente d’accordo! Praticamente tutte le spiagge della meravigliosa Sardegna sono immondezzai. Una vergogna da addebitare agli schifosi incivili (che è sbagliato chiamare maiali perché si offendono i maiali, animali pulitissimi quando gli si permette una vita decente) e alle inutili amministrazioni che non intervengono. MULTE salatissime, senza eccezioni e con grande pubblicità.

  2. Lucia
    ottobre 14, 2014 alle 8:58 am

    Concordo! Sanzioni esemplari.

  3. Fabrizio De Andrè
    ottobre 14, 2014 alle 4:40 PM

    Una persona civile se trova il cestino pieno è normale che si porti a casa i propri rifiuti.Ma le amministrazioni tanto disperate per la crisi che attanaglia la sardegna, che parlano di lavorare per allungare la stagione,cosa fanno?Se ne fottono più degli incivili.Sono sicuro che quella costruzione che si nota in seconda fila èperfettamente in regola,non ho dubbi.

  4. Luca Carta Escana
    ottobre 14, 2014 alle 7:42 PM

    Aggiornamento. L’immondezza è stata rimossa dalla spiaggia di Solanas (e con essa gli unici due cestini disponibili lungo i 900 m di lunghezza totale). Persiste invece l’anarchia sul lato ovest del parcheggio: stamane erano ben visibili i segni lasciati da un’auto condotta ben oltre il cordone dunale, dunque all’interno della spiaggia. In attesa che l’assessore all’Ambiente del Comune di Sinnai, Giuseppe Floris, e la sindaca Maria Barbara Pusceddu in primis spieghino cosa intendano fare, ecco la soluzione proposta dal GrIG TRE anni fa: https://gruppodinterventogiuridicoweb.com/2011/08/24/solanas-quando-la-tutela-del-cordone-dunale-e-affidato-ai-suv/ Come dire, semplice e urgente allo stesso tempo.

  5. Luca Carta Escana
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: