Home > "altri" animali, aree urbane, biodiversità, difesa del territorio, paesaggio, sostenibilità ambientale, zone umide > Che cosa stanno combinando nelle Saline di Carloforte?

Che cosa stanno combinando nelle Saline di Carloforte?


Carloforte, Saline, taglio vegetazione e transito veicoli

Carloforte, Saline, taglio vegetazione e transito veicoli

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha inoltrato (10 aprile 2014) una specifica richiesta di informazioni a carattere ambientale e adozione degli opportuni provvedimenti in relazione a interventi di taglio della vegetazione e transito di mezzi meccanici nella zone umida delle Saline di Carloforte (CI).

Secondo le segnalazioni pervenute, non è stato riscontrato sul posto alcun cartello “inizio lavori”.

Sono stati coinvolti i Ministeri dell’ambiente e per i beni e attività culturali, la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici, la Soprintendenza per i beni ambientali e architettonici di Cagliari, il Servizio regionale valutazione degli impatti, la Direzione generale regionale della pianificazione territoriale e della vigilanza edilizia, il Comune di Carloforte, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale, il Servizio regionale di tutela del paesaggio ed è stata informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

Carloforte, Saline, taglio vegetazione e transito veicoli

Carloforte, Saline, taglio vegetazione e transito veicoli

La Saline di Carloforte sono tutelate con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.) e rientrano nel sito di importanza comunitaria (S.I.C.) “Isola di San Pietro” (direttiva n. 92/43/CEE sulla salvaguardia degli habitat naturali e semi-naturali).

Da anni sono oggetto di particolare attenzione da parte del Gruppo d’Intervento Giuridico onlus per la loro salvaguardia e corretta fruizione, in quanto autentico gioiello ambientale e storico-culturale tabarkino.

Attualmente è in corso la nidificazione dell’avifauna selvatica.

Carloforte, Saline, taglio vegetazione e transito veicoli

Carloforte, Saline, taglio vegetazione e transito veicoli

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus auspica un rapido intervento delle amministrazioni pubbliche coinvolte che faccia chiarezza su quanto avvenuto nelle scorse settimane.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

 

 

Carloforte, Saline, raccolta del sale (1991)

Carloforte, Saline, raccolta del sale (1991)

 

Cavalieri d'Italia (Himantopus himantopus)

Cavalieri d’Italia (Himantopus himantopus)

 

secondo le dichiarazioni dell’Assessore ai servizi tecnologici e manutenzioni del Comune di Carloforte Lorenzo Rivano i “lavori di pulizia” sarebbero stati effettuati dalla Provincia di Carbonia – Iglesias.

L'Unione Sarda, 13 aprile 2014

L’Unione Sarda, 13 aprile 2014

 

 

 

 

 

(foto per conto GrIG, S.D., archivio GrIG)

 

  1. Shardana
    aprile 11, 2014 alle 12:53 PM

    È incredibile l’estrema leggerezza con la quale il patrimonio pubblico e quindi comune venga devastato dalle istituzioni solo per creare lavoro.Il tutto finirà logicamente in una bolla di sapone

  2. aprile 11, 2014 alle 3:05 PM

    da Sardinia Post, 11 aprile 2014
    Saline di Carloforte, allarme degli ambientalisti: “Ruspe in azione. Perché?”: http://www.sardiniapost.it/cronaca/allarme-degli-ambientalisti-ruspe-in-azione-nelle-saline-carloforte-perche/

  3. aprile 13, 2014 alle 10:57 am

    secondo le dichiarazioni dell’Assessore ai servizi tecnologici e manutenzioni del Comune di Carloforte Lorenzo Rivano (L’Unione Sarda, edizione del 13 aprile 2014), i “lavori di pulizia” sarebbero stati effettuati dalla Provincia di Carbonia – Iglesias.

  4. Shardana
    aprile 13, 2014 alle 12:00 PM

    Ah,bene……devo dire che le foto pubblicate non rendono giustizia al lavoro di nerda fatto dalla provincia,che tra l’altro ha ammassato in un ansa delle saline i fanghi del canale.Vorrei vedere se il lavoro fosse stato fatto da un privato nel proprio terreno.Ma del resto cosa ci aspettiamo dal nulla che avanza….. Aspettiamo con ansia la favola che racconteranno i provinciali………Grazie grig

  5. Shardana
    aprile 13, 2014 alle 6:02 PM

    Non ha senso,perché tanto non gli fanno nulla.Troveranno mille scuse per giustificare il loro vandalismo dettato dalla loro grande ignoranza.Comunque grazie Grig e buon lavoro siete sempre un faro,ma l’oscurità non si ferma.

  6. Shardana
    aprile 13, 2014 alle 6:13 PM

    Mi scuso,ma vorrei dire ancora due parole,perchè ho letto ora l’intervista rilasciata dall’assessore Lorenzo rivano,noto ambientalista Carlofortino che come P.P. se ne lava le mani,incurante del danno ambientale creato dai vandali della provincia.Mi chiedo se le pulizie degli altri canali fatta dal comune all’interno dell’isola,si differenziano da quella fatta dalla provincia.

  7. aprile 14, 2014 alle 9:31 PM

    da La Nuova Sardegna, 14 aprile 2014
    Mezzi meccanici in mezzo alle saline, denuncia degli ecologisti.
    Carloforte, il Gruppo d’Intervento giuridico mette sotto accusa i lavori di carattere ambientale. (Simone Repetto): http://lanuovasardegna.gelocal.it/carbonia/cronaca/2014/04/14/news/mezzi-meccanici-in-mezzo-alle-saline-denuncia-degli-ecologisti-1.9046772

  8. Mario
    aprile 15, 2014 alle 5:09 am

    Lorenzo rivano,noto ambientalista Carlofortino…
    ahahahahahahahha

  9. aprile 16, 2014 alle 12:56 PM

    Giunta la risposta del Comune di Carloforte, Area tecnica, con nota prot. 4397 del 16.04.2014 “(…) si comunica che le segnalazioni pervenutevi sono riferite alle attività di manutenzione dell’alveo del Canale del Macchione, compreso il tratto in cui questo, lambendo le Saline di Carloforte, confluisce nel Canale dei Muggini. Tali attività sono state programmate ed eseguite dall’Area dei Servizi Ambientali e Protezione Civile della Provincia di Carbonia-Iglesias sulla base di quanto disposto dalla L.R. 6/2009 (Conferimento di compiti e funzioni agli Enti locali) e dalla “Direttiva per la manutenzione degli alvei e la gestione dei sedimenti in attuazione degli artt. 13 e 15 delle NDA del Piano Stralcio per lAssetto Idrogeologico della Sardegna (PAI) ” emanata dalla Agenzia Regionale del Distretto Idrografico della Sardegna”.

  10. Shardana
    aprile 17, 2014 alle 10:46 am

    Quindi tutto a posto?Se si a chi spetta il compito di controllare se il lavoro eseguito rientra nella tipologia descritta?Come hanno potuto riempire un’ansa degli stagni con quello che hanno ruspato?Che dire del lavoro fatto nel periodo della nidificazione?Oppure il bene comune è sempre vittima del “si deve fare” per di più da vandali autorizzati?Una vera schifezza chel’armonia offertaci dalla natura debba essere sempre snaturata dall’incompetenza delle istituzioni e per piacere non troviamo delle scuse inutili…..da qui la mia grande diffidenza ………..nei saccheggiatori.Non prendetemi per uno estremo sono un moderato che si vede divorare il territorio nel più assoluto silenzio delle autorità e dell’ignoranza verso il nostro patrimonio naturalistico.

  11. Maggio 2, 2014 alle 3:05 PM

    la Gestione commissariale Ex Provincia Carbonia Iglesias ha comunicato (nota prot. n. 9684 del 30 aprile 2014) di aver svolto l’intervento “come proseguimento dei precedenti progetti di manutenzione del reticolo idrografico” e ha riguardato 50 mt. del Canale Valacca (sottopasso) e 760 mt. del Canale dei Muggini. Secondo quanto dichiarato, “il progetto ha ricevuto i nulla osta da parte degli enti competenti”, ma non viene citato alcun provvedimento in proposito.

  12. settembre 26, 2014 alle 7:01 PM

    Stanno continuando a fare un casino.In questi giorni c’è stata una moria di pesci e anguille a seguito di qualche schifezza versata nel canale delle saline e poi aspirata con il pompaggio e riversata negli stagni.Le acque dei canali bordo strada hanno assunto un colore torpido biancastro e poi si sono riempite di pesci morti,con grande gioia di cornacchie e gabbiani che non hanno disdegnato il banchetto toxico.Dopo pochi giorni è iniziato il pompaggio così nessun segno rimane dell’allegra gestione a parte le foto di qualche curioso pubblicate su F.B.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: