Home > aree urbane, beni culturali, difesa del verde, inquinamento, pianificazione, salute pubblica, sostenibilità ambientale, trasporti > Firenze, parcheggio interrato a Piazza Brunelleschi: più auto che ossigeno.

Firenze, parcheggio interrato a Piazza Brunelleschi: più auto che ossigeno.


Firenze, Rotonda del Brunelleschi

Firenze, Rotonda del Brunelleschi

Firenze è una città unica al mondo e qualsiasi intervento nel suo centro storico dovrebbe esser valutato con un’attenzione quasi maniacale per prevederne le conseguenze positive e negative.

L’Amministrazione comunale fiorentina, nell’ambito del Piano Strutturale a volumi zero (come tante volte magnificato), intende realizzare –  insieme alla Firenze Parcheggi s.p.a. (società partecipata del Comune di Firenze) e alla Trevi s.p.a., con la formula del project financing – un parcheggio interrato in Piazza Brunelleschi, davanti alla splendida Rotonda del Brunelleschi, in pieno centro storico e in piena zona a traffico limitato.

Tre anni di lavori previsti, 190 posti auto, dei quali 10 in superficie (6 destinati alla Cassa di Risparmio di Firenze, 4 per i disabili), tariffa di sosta oraria pari a 3 euro.

Quello di Piazza Brunelleschi è l’ennesimo caso di consumo indiscriminato di suolo e sottosuolo cittadino, metodo desertificatore per eccellenza del già scarso verde pubblico.

Firenze, Piazza Brunelleschi, Chiostro

Firenze, Piazza Brunelleschi, Chiostro

I parcheggi come questo sono soprattutto accentratori di traffico veicolare, lo richiamano come una sirena di Ulisse, in un area, quella del centro storico, già pesantemente congestionata e opportunamente rientrante in una zona a traffico limitato (Z.T.L.).

I residenti della zona sono giustamente molto preoccupati, hanno fondato il Comitato per Piazza Brunelleschi e hanno manifestato la loro contrarietà al progetto spiegando le loro ragioni, promuovendo una petizione in proposito e chiedendo più verde pubblico.

Così, contro la volontà della maggior parte dei cittadini, si viene a penalizzare da un lato gli abitanti del quartiere, dall’altro l’ambiente cittadino circostante che già si trova pericolosamente sopra ai livelli di massima tolleranza, sforando troppo spesso i massimi livelli tollerabili di polveri sottili (Pm10): a fine marzo 2013 Firenze aveva già superato le soglie vietate (50 microgrammi per metro cubo) per ben 28 volte sulle 35 annualmente consentite.

E si tratta di un inquinamento pericolosissimo per la salute pubblica determinato fondamentalmente dal traffico veicolare.

Forse il Sindaco di Firenze Matteo Renzi s’è distratto un po’ troppo negli ultimi tempi con le tante iniziative politiche nazionali in cui è coinvolto: non farebbe male a dedicare maggiore attenzione per i propri cittadini e la propria città.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

Firenze, Piazza Brunelleschi

Firenze, Piazza Brunelleschi

(foto E.R., archivio GrIG)

  1. Occhio nudo
    aprile 12, 2013 alle 8:19 am

    Chissà per quale strano motivo, le amministrazioni comunali, di destra o sinistra, per far vedere che stanno lavorando, devono fare almeno un parcheggio, preferiblmente interrato, preferibilmente nei centri storici, sintomi di parcheggite acuta.

    • elena romoli
      aprile 12, 2013 alle 3:05 pm

      E’ una domanda che ci poniamo spesso, tra l’altro in alcune zone i parcheggi interrati risultano per lo più invenduti, o poco frequentati, anche dal fatto che i prezzi sono veramente poco accessibili (invece avremmo tanto bisogno di una vera rete di piste ciclabili degne di questo nome). La salute dei cittadini e la qualità della vita sembra sempre più un opzione per questa amministrazione comunale, sempre di più in altre faccende affaccendata.

  2. aprile 12, 2013 alle 3:49 pm

    L’impressione che si ricava da questa notizia è che “il bimbo rottamatore” ha rottamato anche il suo cervello!

  3. aprile 12, 2013 alle 3:51 pm

    L’ha ribloggato su barbatustirolese.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: