L’invasione delle Cavallette nel Sardistàn.


Bounty killer di Cavallette in azione a Ottana

Come ai tempi della Bibbia.

Nel Sardistàn, oscura isola nel bel mezzo del Mediterraneo occidentale, a cavallo fra sprazzi di modernità e tempi ancestrali, il vuoto dato da un’indecente gestione della res publica produce invariabilmente sciagure altrove ormai sconosciute, perlomeno nel cosiddetto primo mondo.

L’invasione delle Cavallette è una di queste.

Ciclicamente, dura da anni. Almeno tre.

2022
2021
2020

Assistita e supportata dal vuoto pneumatico di qualsiasi efficace politica di contrasto da parte della Giunta della Regione autonoma della Sardegna, soprattutto le strutture rette o vigilate (ben tre Agenzie in campo agricolo) dagli Assessori dell’Agricoltura e della Difesa dell’Ambiente.

esemplare di Cervo sardo che, guardingo, cerca di causare turbamento dell’ordine pubblico

Quest’ultimo, in particolare, assegna il pericolo del turbamento dell’ordine pubblico a qualche supposto Cervo sardo in più in alcune zone (fatto non accertato da censimenti, danni verificati e quant’altro possa certificarlo al di là dell’occhiometro) piuttosto che a più di 50 mila ettari ormai devastati dalle Cavallette nella Sardegna centrale.

La Coldiretti, fucina di conoscenze, lamenta giustamente i ritardi, ma propone – a pagamento – l’aratura dei terreni. Oppure “l’impiego del fuoco controllato, da utilizzare col monitoraggio di Corpo forestale, Protezione civile e Compagnia barracellari. O anche l’Esercito, visto che siamo nel pieno di una calamità naturale”.

In realtà, secondo la stampa specializzata, “la lotta alle cavallette è essenzialmente meccanica e si basa sull’aratura anche superficiale dei terreni da realizzare nel periodo autunno-invernale”.

bombardamento al napalm. Eccessivo nel caso concreto…

Non avrebbe senso un’aratura in estate, a invasione in corso, né sarebbe auspicabile un bombardamento con il napalm.

Come nella Filistea biblica, come nel Far West, ognuno deve sperare di cavarsela, in qualche modo.

La gestione della res publica è appannaggio del nulla clientelarmente certificato.

E non sono ancora piovute le rane velenose.

Ancora qualche vertice di maggioranza, qualche tavolo tecnico, qualche pranzo assessoriale, e magari arriveranno.

Tuttavia, non creeranno alcun turbamento dell’ordine pubblico, fermo appannaggio di qualche esemplare di Cervo sardo nel posto sbagliato e nel momento sbagliato.

Stefano Deliperi, Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG)

geniale pubblicità della Sagra delle Cavallette

(foto da mailing list ironiche, S.D., archivio GrIG)

  1. Porico.
    giugno 22, 2022 alle 11:43 am

    La Regione si è molto impegnata per combattere questo flagello . E’ intervenuta con continui proclami mediatici, interviste ad assessori ed esperti, convegni a più non posso. E se gli agricoltori tornassero alla terra ,invece di impiegare il loro tempo a far domande di contributi ?

  2. giulio
    giugno 22, 2022 alle 2:43 PM

    incredibile…

  3. Donatella Mercatelli
    giugno 22, 2022 alle 11:25 PM

  4. Donatella Mercatelli
  5. giugno 23, 2022 alle 12:29 PM

    da Sardinia Post, 23 giugno 2022
    Cavallette in Sardegna, il sociologo: “Un segno quasi biblico del declino”: https://www.sardiniapost.it/economia/cavallette-in-sardegna-il-sociologo-un-segno-quasi-biblico-del-declino/

  6. giugno 23, 2022 alle 12:38 PM

    da La Nuova Sardegna, 23 giugno 2022
    Le cavallette adesso invadono anche i campi del Goceano. L’emergenza Grido di allarme dei sindaci: «Danni ingenti». (Elena Corveddu): https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2022/06/23/news/le-cavallette-adesso-invadono-anche-i-campi-del-goceano-1.41530602

    —————————

    21 giugno 2022
    Arriva il super coleottero, arma contro le cavallette. Un insetto antagonista tra le misure di biocontenimento dell’infestazione. (Claudio Zoccheddu): https://www.lanuovasardegna.it/regione/2022/06/22/news/arriva-il-super-coleottero-arma-contro-le-cavallette-1.41527716

  7. Mara machtub
    giugno 26, 2022 alle 5:04 PM

    Io non abbandonerei così facilmente l’idea del Napalm: potrebbe essere impiegato per eradicare alcuni dannosi endemismi politici isolani che spendono troppo facilmente i soldi dei contribuenti in inutili riunioni e utilissime (per loro) pappatorie.

  8. giugno 30, 2022 alle 10:34 PM

    hanno impiegato solo tre anni.

    A.N.S.A., 30 giugno 2022
    Cavallette: Sardegna chiede stato di emergenza fitosanitaria: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/06/30/cavallette-sardegna-chiede-stato-di-emergenza-fitosanitaria_bdadacf3-45b8-4874-8cbc-3307ed3f031f.html

    • luglio 7, 2022 alle 8:11 PM

      A.N.S.A., 7 luglio 2022
      Cavallette: in dirittura d’arrivo il decreto per la Sardegna.
      Assessora, bozza approvata da commissione fito-sanitaria: https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/07/07/cavallette-in-dirittura-darrivo-il-decreto-per-la-sardegna_9ddfd1f4-d178-47df-8640-87776865f04d.html

      • agosto 12, 2022 alle 1:07 PM

        in soli tre anni arriva la soluzione. Magari entro i prossimi tre anni anche qualche intervento concreto.

        A.N.S.A., 11 agosto 2022
        Invasione cavallette: ok da Giunta a piano di contrasto.
        Sono 15 i comuni coinvolti nell’infestazione. (https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/08/11/invasione-cavallette-ok-da-giunta-a-piano-di-contrasto_f07d128c-9691-4124-b833-645461479a0c.html)

        Via libera in Giunta al Piano d’azione per il contenimento e il contrasto delle cavallette.

        La delibera prevede l’istituzione di un’unità territoriale per l’emergenza fitosanitaria che sarà composta da rappresentanti del Servizio fitosanitario regionale e nazionale, degli assessorati regionali dell’Agricoltura e della Difesa dell’Ambiente, delle Prefetture, delle province interessate dalle infestazioni, del Corpo forestale, della Direzione generale della Protezione civile regionale, delle agenzie Laore e Forestas, dei Comuni interessati dalle infestazioni, del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari.

        E ancora da un rappresentante per ciascuna delle organizzazioni agricole più rappresentative della Sardegna.
        Quest’anno l’infestazione delle cavallette ha colpito soprattutto i territori di Bolotana, Bortigali, Lei, Noragugume, Olzai, Orani, Orotelli, Ottana, Silanus e Teti in Provincia di Nuoro; Anela, Benetutti, e Illorai in Provincia di Sassari; Sedilo e Sorradile in Provincia di Oristano, per un totale di 15 comuni coinvolti.

  9. novembre 3, 2022 alle 4:02 PM

    parole senza fatti.

    da L’Unione Sarda, 3 novembre 2022
    EMERGENZA. Campi invasi dalle cavallette: “Serve un commissario straordinario”.
    Da Ottana l’appello di Confagricoltura: “Agire subito per evitare di avere altre decine di miliardi di esemplari in centinaia di migliaia di ettari della Sardegna”: https://www.unionesarda.it/economia/campi-invasi-dalle-cavallette-serve-un-commissario-straordinario-wpelkipx

    —————–

    Aratura, disinfestazione e insetti predatori: ecco come si contrastano le cavallette.
    Confagricoltura: “Occorre anche mappare le ‘zone rosse’, cosa che però non è stata fatta dalle autorità competenti”: https://www.unionesarda.it/economia/aratura-disinfestazione-e-insetti-predatori-ecco-come-si-contrastano-le-cavallette-dqc1jaua

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: