Home > acqua, difesa del territorio, giustizia, inquinamento, rifiuti, salute pubblica, società, sostenibilità ambientale > Quando arriverà la bonifica ambientale delle campagne di San Nicolò d’Arcidano interessate da una discarica di rifiuti?

Quando arriverà la bonifica ambientale delle campagne di San Nicolò d’Arcidano interessate da una discarica di rifiuti?


carcassa di auto abbandonata

E’ giunto a conclusione presso il Tribunale di Oristano (giudice dott.ssa Corrias) il dibattimento relativo a una lunga attività di raccolta e stoccaggio di rifiuti pericolosi e non pericolosi in un terreno nelle campagne di San Nicolò d’Arcidano (OR).

All’udienza del 5 ottobre 2021 (di cui recentemente è stato reso disponibile il dispositivo) V.M. è stato ritenuto responsabile e condannato a un anno e due mesi di reclusione, 800,00 euro  di multa e al pagamento delle spese processuali, con il beneficio della sospensione condizionale della pena e nessun risarcimento delle parti civili.

Nella precedente udienza del 22 settembre 2021, dopo l’accertamento dell’avvenuto versamento di una somma simbolica a favore del Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) costituito parte civile grazie al prezioso operato dell’avv. Susanna Deiana, del Foro di Cagliari  ha ammesso alla procedura di messa alla prova (legge n. 67/2014) l’altro indagato A. M., anch’egli di origine rom accusato del medesimo inquinamento ambientale.

Il dibattimento, apertosi nel novembre 2019, riguardava l’attività di raccolta e stoccaggio di rifiuti riguardava parti di veicoli in disuso, batterie al piombo, apparecchiature elettriche ed elettroniche olii minerali esausti, imballaggi di plastica, veicoli fuori uso, rifiuti ferrosi, ecc., condotta per lungo tempo fino al 16 maggio 2018, quando l’area in località Ponti e Sa Murta – parte di proprietà statale e parte di proprietà regionale – veniva posta sotto sequestro insieme al mezzo utilizzato per l’attività illecita di raccolta dei rifiuti, mezzo risultato addirittura proveniente da un furto ai danni di un’impresa.

Le contestazioni sono relative alle violazioni di cui agli artt. 256, comma 1°, del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i. (attività di gestione dei rifiuti non autorizzata), 13 del decreto legislativo n. 209/2003 (attività di gestione di veicoli fuori uso e loro parti senza autorizzazione), 648 cod. pen. (ricettazione).

E ora chi deve provvedere alla bonifica ambientale delle aree pubbliche inquinate?

Il GrIG, come sempre, cerca di ottenere un po’ di giustizia per il popolo inquinato.  E le difficoltà non mancano.

Gruppo d’intervento Giuridico odv

discarica di rifiuti vari

(foto da mailing list ambientalista)

  1. capitonegatto
    novembre 4, 2021 alle 2:49 PM

    1,2 anni , pochi euro, e anche la condizionale ? Ci vuole piu’ severita’ , cosi’ non si combatte seriamente l’inquinamento !!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: