Buone notizie per l‘Orso bruno marsicano!


Orsa marsicana (Ursus arctos marsicanus) con quattro cuccioli (maggio 2020)

L’Orso dell’Appennino è in grave pericolo, non da oggi.  

Nell’Appennino centrale vive un nucleo di Orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus), estremamente minacciato.   

Il nucleo storico è nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio, Molise.

Progetti e misure di tutela abbondano (rilevanti il Piano di azione per la tutela dell’Orso marsicano – PATOM e il LIFE Arctos), ma i risultati non sono buoni, perché è scarsa la volontà politica di perseguirli.

Talvolta vi sono stati equivoci e contrasti – assolutamente da superare – anche fra associazioni e comitati che si battono per la sua tutela.

Non mancano i criminali atti di bracconaggio e le opere pericolose realizzate dalla dabbenaggine umana.

Eppure giunge anche una splendida notizia: nei giorni scorsi è stata avvistata un’Orsa con ben quattro orsacchiotti.

Un fatto eccezionale e una splendida speranza per il futuro.

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

A.N.S.A., 25 maggio 2020

Orsa a spasso con quattro cuccioli nel Parco d’Abruzzo.

Gli animali avvistati e fotografati da due guardaparco.

PESCASSEROLI, 25 MAG – Un evento eccezionale e non solo per l’orso marsicano, visto che nel resto d’Europa eventi simili sono piuttosto rari: due guardaparco hanno immortalato due giorni fa un’orsa con quattro cuccioli nel territorio del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm). “Questo evento, sicuramente eccezionale – dichiara il direttore Luciano Sammarone – è la testimonianza migliore che il territorio del Parco ha tutto ciò che serve per supportare la vitalità della popolazione di orso bruno marsicano. Conferma quanto sia importante la ricerca scientifica nel contribuire ad aumentare la conoscenza e creare una base indispensabile per le scelte gestionali utili anche alla tutela. La sfida per la conservazione di questa specie unica si gioca fuori dai confini del Parco, dove purtroppo i pericoli, soprattutto di origine antropica, sono ancora troppi e richiedono uno sforzo coordinato, tra istituzioni e operatori economici in primis”.

Nel 2019 sono stati registrati 20 nuovi nati, di cui 16 nel Pnalm e 4 fuori.Grazie al lavoro degli ultimi anni, svolto dalla Rete di Monitoraggio Abruzzo e Molise e a quella della regione Lazio, è stato possibile osservare come alcuni esemplari hanno colonizzato abbastanza stabilmente aree esterne: Valle Roveto, Riserva regionale del Monte Genzana e Parco nazionale della Majella, senza contare quelli che si spingono oltre l’area di presenza stabile come l’esemplare avvistato qualche settimana fa nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. “Senza nulla togliere ad altri eventi – commenta il presidente del Pnalm Giovanni Cannata – questa è la notizia più bella nel giorno che ha celebrato la Giornata Europea dei Parchi, ricordando quanto sia importante fare rete e squadra, promuovendo iniziative organiche di tutela degli habitat e delle specie minacciate, ma anche di sviluppo sostenibile, utile a promuovere l’economia delle aree protette attraverso la conoscenza dei temi di tutela e la sensibilizzazione di residenti e turisti”.

Orso marsicano (Ursus arctos marsicanus)

(foto A.N.S.A.)

  1. Mara machtub
    maggio 31, 2020 alle 8:21 am

    Si inizia la giornata con una bellissima notizia! Grazie G.R.I.G!

  2. piero
    maggio 31, 2020 alle 9:05 pm

    Ogni tanto una bella notizia 🙂

  3. Aldo Loris Cucchiarini
    maggio 31, 2020 alle 10:23 pm

    Hanno una prolificità incoraggiante; direi straordinaria, senza timore di scadere in enfasi eccessive. Meno male; venti orsi in più è una quantità straordinaria; ne sopravvivesse la metà potremmo davvero cominciare a pensare a movimenti di ricolonizzazione piu’ energici di quelli che ci sono stati finora (un orso non fa primavera).
    Speriamo bene, c’è tutto l’Appennino da riconquistare e poi…..ci sono le Alpi.

  4. Patrizia
    giugno 1, 2020 alle 9:45 pm

    Bene, felicissima per questa notizia, forse anche il fatto che le foreste per un po erano silenziose, hanno permesso a questo splendido animale di circolare tranquillamente .
    Buona fortuna alla famigliola !

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: